• Google+
  • Commenta
20 luglio 2012

Inps: borse di studio per pratica forense

Il percorso per diventare avvocato è tra i più lunghi e difficili sia in ambito universitario sia in una prospettiva lavorativa, soprattutto per quanto riguarda i primi passi nel mondo giuridico.

Tra le maggiori preoccupazioni dei giovani avvocati che si affacciano alla professione, spiccano i mesi obbligatori , ben 18, di pratica senza alcun tipo di stipendio o rimborso spese durante tutto il periodo della pratica forense.Anche per questo motivo l’avvocatura centrale e quelle territoriali dell’Inps offrono l’occasione a 266 praticanti di ricevere una borsa di studio durante il periodo di tirocinio.

Il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione è il 27 agosto. La durata della borsa di studio è annuale e divisa in rate di 450 euro al mese. La pratica forense dovrà essere eseguita presso le sedi centrali dell’Inps di Roma o in tutta Italia.

I requisiti di base per la partecipazione al bando sono :

  • credenziali di base per l’iscrizione all’elenco dei praticanti avvocati che detiene il consiglio dell’Ordine avvocati di Roma
  • l’iscrizione al registro speciale dei praticanti nel consiglio dell’Ordine con un anzianità che non superi i 4 mesi
  • la cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’Unione Europea

Al sito dell’ Inps è possibile scaricare lo schema unico di domanda e consultare le voci di ogni singola regione per scaricare il bando relativo alla regione d’interesse, le graduatorie verranno pubblicate successivamente sempre sul sito dell’Inps. In ogni singolo bando sono inoltre presenti tutti i recapiti per reperire maggiori informazioni.

Google+
© Riproduzione Riservata