• Google+
  • Commenta
26 luglio 2012

Prime pedalate con lo Spinning

I pedalatori provetti che seguono questa rubrica non si saranno persi lo scorso appuntamento dedicato allo Spinning, per tutti gli altri ecco un veloce riassunto della sua storia, consultabile a questo link. Oggi ho intenzione di continuare a parlarvi di questo specifico allenamento per il ciclismo da strada, concentrando l’attenzione sulle 5 principali posizioni utilizzate per pedalare.

La prima e più semplice si chiama Seated Flat, utilizzabile a qualsiasi velocità e pendenza: siamo seduti mentre le braccia sono leggermente flesse e le mani saldamente ancorate ai manubri. Con una resistenza adeguata, dovreste essere in grado di effettuare una media di 80-100 pedalate al minuto in questa posizione, ottima persino in discesa. La Standing Flat impegna molto la parte inferiore del corpo infatti consiste nel sollevarsi sulle gambe in posizione eretta sui pedali, i glutei si trovano vicino alla punta della sella mentre le braccia sono sempre un po’ flesse e le mani sui manubri. Dato che si richiede un maggio sforzo fisico in questa posizione, si consiglia di usare una resistenza leggera.

Passiamo ora alla Seated Climbing utile per fronteggiare un lieve pendio: effettuando circa 60-80 pedalate al minuto, il bacino va posizionato in modo tale che sia arretrato sulla sella agevolando in questo modo la spinta sui pedali. Per una salita decisamente più impegnativa, vi propongo la Standing Climbing riservata agli spinmen più atletici e preparati. Con il corpo sollevato e spostato in avanti e le mani sul manubrio anch’esse molto avanti, questa posizione e la sua elevata resistenza vi consentono 70 pedalate massimo.

Infine c’è il Jumping che prevede scatti improvvisi e continuati del busto: quest’ultimo si solleva di continuo dalla sella della bici, posizionando il corpo centralmente. Il ritmo durante tutta questa posizione può rimanere invariato a seconda di ciò che decide l’istruttore oppure si potrebbe modificare la potenza lavorando alternativamente sui pedali. Ora siete dei veri esperti in materia, non vi resta che saltare in sella e pedalare!

Fonte immagine: http://www.judosakuraosimo.it/spinning.html

Google+
© Riproduzione Riservata