• Google+
  • Commenta
16 agosto 2012

I cinesi premiano gli atenei americani: è polemica!

Le migliori università al mondo? Sono quelle americane! A dirlo è la classifica stilata dalla “Jiao Tong” University di Shangai, in Cina. I cinesi premiano Harvard al primo posto come il miglior ateneo del mondo, mentre la britannica Cambridge è solo quinta.

Nell’elenco dei 500 atenei migliori al mondo, gli USA si piazzano al primo posto con 150 atenei, di cui 17 hanno raggiunto i primi 20 posti della classifica. Ad aggiudicarsi il secondo posto è la Cina con 42 atenei, di cui nessuno arrivato tra i primi 100. Terzo posto per il Regno Unito con 38 atenei e quarto per la Germania (37).

L’Italia si piazza all’ottavo posto, a pari merito con la Francia. I primi nostri atenei in classifica, piazzati oltre il 100° posto, sono l’Università di Pisa e La Sapienza di Roma. A seguire si trovano l’Università degli Studi di Milano e quella di Padova. Tra il 201° ed il 300° si sono piazzati il Politecnico di Milano, la Normale di Pisa e gli atenei di Bologna, Firenze e Torino.

La classifica ha suscitato numerose particolari, riguardanti in particolare la metodologia ed i criteri di rilevazione utilizzati nello studio per redigere la classifica: “Ci sorprende vedere che Germania, Francia ed Italia abbiano così pochi atenei in questa classifica tra i primi cento o duecento posti – ha spiegato Genevieve Fioraso, Ministro francese dell’Insegnamento Superiore e per la Ricerca – Lo studio cinese ignora in gran parte le scienze umane e sociali e non tiene conto della qualità dell’insegnamento”.

I criteri utilizzati nel redigere la classifica privilegiano infatti le scienze esatte a quelle sociali ed umane, prendono in considerazione i premi Nobel attribuiti ad allievi o ricercatori dell’ateneo da valutare e la quantità di articoli pubblicati su autorevoli riviste scientifiche anglosassoni come “Nature” e “Science”.

Come quella della Jiao Tong University, in passato molte classifiche universitarie sono state oggetto di polemica e critica a causa della scelta di criteri errati e poco trasparenti nel valutare gli atenei. Per questo l’Unione Europea ha confermato che già dal 2013 si occuperà di redigere una nuova classifica mondiale delle università con metodologie di valutazione degli atenei più chiare e limpide.

Fonte immagine: http://www.areaderz.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy