• Google+
  • Commenta
9 agosto 2012

Inferno nell’Isola: La Sicilia brucia

 La situazione nel palermitano è sempre più critica: tra la spazzatura, il caldo torrido e gli incendi, il capoluogo di regione e la sua provincia soffrono incredibilmente, ai danni dell’economia, della salute e del turismo.

Il risultato è che alla gran parte dei visitatori proprio non riesce di sostare a lungo: in molti, infatti, hanno  deciso di lasciare una Palermo preda di ratti, scarafaggi e immondizia sparsa dal centro storico fino alla zona residenziale – e da questa alle periferie.

L’AMIA (Azienda Municipalizzata Igiene Ambientale) è impegnata nella disinfestazione e nella derattizzazione del centro urbano, ma con le centinaia di tonnellate di rifiuti sparsi, le operazioni risultano sempre più dure. Il sindaco Leoluca Orlando, recatosi a Bellolampo per un sopralluogo nei pressi della discarica – nella quale, nei giorni scorsi si è verificato, come se non bastasse, un vastissimo incendio – esprime la sua preoccupazione in riferimento a dei presunti interessi criminali relativi a questo stato di emergenza.

Intanto l’Isola continua a patire questo infermo e gli incendi, che divampano senza sosta su tutto il territorio siciliano, sembrano non conoscere la tregua: il più grave è quello accaduto nel trapanese pochi giorni fa, dove è andata a fuoco un’intera area della Riserva Naturale dello Zingaro per la quale, inverosimilmente, non si è mossa nessuna squadra di soccorso.

Diversa la situazione a Collesano e a Piana degli Albanesi dove l’incendio divampato è stato domato grazie all’immediato intervento della Forestale. Questi avvenimenti repentini e dislocati, tragici e incontrollabili hanno lasciato alcune vittime: un operaio della Forestale è rimasto ferito nella provincia di Messina, hanno perso la vita un operaio della Forestale, Francesco Pizzuto, 42 anni di Castronovo di Sicilia, e un anziano di 82 anni a Castellana Sicula.

Le temperature infernali, il dolo dei piromani, le presunte infiltrazioni mafiose nel malaffare amministrativo, il rischio sempre incombente di pandemie continuano a straziare una regione già provata dal clima torrido che negli ultimi giorni ha sfiorato i 43° C, mettendo a dura prova la quotidianità degli isolani.

 

Immagine tratta da: www.gazzettadelsud.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy