• Google+
  • Commenta
29 settembre 2012

Rallegratevi! News un po’ leggere, in Unical – 1a tornata

Parliamo nuovamente di Unical, interrotto, il nostro discorso sulle eccellenze ci riferiamo al mulinello di notizie non ancora esauste di colpevoli, responsabili, innocenti, fino a prova contraria, e ancora,di colpevolisti, innocentisti a oltranza, nell’accezione migliore, di una comunità accademica e studentesca che ha i numeri per superare anche le traversie più impervie.

Cominciamo col riferire della visita in ateneo dell’ambasciatore indonesiano in Italia, Priyo Iswanto, al 18 Settembre 2012.

A riceverlo, manco a dirlo, il rettore Unical, Giovanni Latorre con, tra gli accademici, Sebastiano Andò, preside di Farmacia e Scienze della Nutrizione e Salute, nonché  dell’area Rapporti Internazionali dell’Ateneo, Franca D’Ambrosio e Gianpiero Barbuto.

All’Unical, in grazia di convenzioni di scambio con le università di altre nazioni, non solo europee, proprio sulla scia di una politica di internazionalizzazione,  esterno>interno<esterno, portata avanti con grande entusiasmo dall’ufficio ‘Liaison International’ interuniversitario, abbiamo visto con grande favore l’evoluzione di una crescente comunità di studenti di ogni etnia — 18 luglio, da Bujumbura ad Arcavacata.

Eventi e incontri Unical:  programmi internazionali di studio dell’Ateneo

Anche studenti indonesiani, dunque, partecipano ai programmi internazionali di studio dell’Ateneo.

Felicitazioni augurali e ben auguranti di reciprocanza, nell’interazione tra nazioni così diverse, quelle tra il rettore Giovanni Latorre e Priyo Iswant, l’ambasciatore indonesiano in Italia.

La comunità indonesiana di studenti è andata rafforzandosi in università, dall’a.a. 2009 – 2010, con il primo arrivo di sei allievi iscritti.

Attualmente, frequentano corsi di Laurea Magistrale ben 37 studenti, con numeri in crescita per il consolidamento di ulteriori accordi internazionali, in corso di definizione.

Si tratta di un gruppo di giovani studenti motivati dalla volontà di favorire scambi culturali e integrazione reciproca, tra loro stessi e con gli studenti calabresi.  In tal guisa hanno costituito un’associazione di studi con diverse iniziative  in cantiere.

Buone pratiche” contro razzismo e antisemitismo? Frequentiamo il corso di Storia e didattica sulla Shoah che ci da appuntamento, nella sua quarta edizione,  dal 19 al 20 ottobre 2012, presso l’Unical.

Si svolgerà in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele in Italia, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria e il Museo della Memoria Ferramonti di Tarsia, nonché la SPI CGL Calabria.

È uno tra i cinque incontri organizzati dalla Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, con patrocinio del MIUR e dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

Gli altri quattro appuntamenti saranno ospitati in altrettante università italiane,  Trieste e Bologna-Forlì, Teramo e Bari.

Con un Corso di Storia e didattica della Shoah si può trasmettere la vicenda dell’esperienza della Shoah alle nuove generazioni, e anche alle generazioni precedenti e, a quelle attuali, che sembrano aver dimenticato cosa essa abbia comportato, — in termini di vite umane, lo sterminio sistematico degli ‘Ebrei d’Europa’ per mano nazista durante il  2° conflitto mondiale —, e permette di capire gli errori fatti, non ripetendoli ad libitum, oggi.

Responsabilità scientifica a cura di Viviana Burza e di Paolo Coen, mentre la segreteria organizzativa sarà curata da Maria Filosa.

Per la parte didattica del corso, al di là dei curatori scientifici, ci si avvarrà di studiosi interni ed esterni all’Unical,  fra cui la scrittrice israeliana, Nava Semel.

In base alla legge n. 211/2000, venne istituito il 27 gennaio, quale Giorno della Memoria, contro tutte le discriminazioni di tipo etnico, sessuale e religioso.

La Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, che organizza il corso, è nata nel marzo 2011, ed è stata presentata alla Camera dei Deputati a gennaio del 2012.

Nello stesso giugno 2012, sempre alla Camera dei Deputati, si sono svolti i primi tavoli tecnici, su Negazionismo, Museologia della Shoah e Didattica della Shoah.

Il corso per quest’anno trae spunto da tali esperienze, riprendendone in primo luogo l’articolazione pratica. Esso si rivolge, principalmente, a insegnanti delle scuole secondarie, di primo e di secondo grado.

La selezione, per l’accesso al corso,  di insegnanti di altro grado rientra nelle facoltà di valutazione dei responsabili scientifici.

Per l’organizzazione del corso si rimanda alle informazioni dettagliate qui .

Il modulo, reperito online, deve pervenire, entro il 10 ottobre 2012, all’attenzione della d.ssa Maria Filosa, a mezzo fax al numero 0984.494001 oppure a mezzo email, m.filosa@unical.it .

La partecipazione al Corso è gratuita e, per i due blocchi in cui saranno ripartite le lezioni, la location, quanto mai adeguata, sarà l’Ateneo e il Museo della Memoria Ferramonti di Tarsia, vicino alla città di Cosenza.

Presso il dipartimento di Filologia, già nello scorso maggio 2012  (gg. 15-17), si è tenuto un ciclo di seminari dal titolo “Come una rana d’inverno“-  Memorie di donne nella Shoah, con Lavinia D’Errico.

 

Un ‘Bo_40° Anniversary_Lide’ per l’Unical.  Aldo Costa, attuale direttore meccanico Mercedes, si è complimentato con i giovani ragazzi, universitari d’ingegneria meccanica e gestionale dell’Unical.

Hanno partecipato alla realizzazione  della moto da corsa per la prova di formula Ata 2012.  La competizione internazionale, che ha visto sul circuito “Riccardo Paletti” di Varano de’ Melegari, nel parmense, cinquanta squadre di altrettanti paesi del mondo.

Dal box numero 11 del circuito, dove i piloti sentivano la responsabilità e l’entusiasmo della gara, al primo posto per il design.

Giancarlo Michellone, presidente Centro Ricerche Fiat e Aldo Costa, direttore Ingegneria Mercedes GP,  dopo anni alla Ferrari, hanno esaminato la Anniversary, che ora porta sul ‘muso’ l’autografo di una celebrità nel campo della motoristica da competizione.

Ottimi tempi su pista; per affrontare l’autocross e la prova dell’otto, l’automobile è stata sottoposta, come da regolamento, a una sequela di test per tenuta strada, rumorosità e consumo  carburante.

Crediamo di far cosa gradita a chi ci leggerà, se per ora ci fermiamo qui. Continueremo il percorso, più tardi.  di certo ritornando a camminar tra le news in una seconda tornata’.

Melina Rende

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy