• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2012

Gian Luca Rossi. Diventare giornalisti oggi non conviene perché

Questo “a tu per tu” vede protagonista il giornalista sportivo Gian Luca Rossi, nato a Milano nel ’66, da oltre 20 anni sugli schermi di Telelombardia (TL), l’emittente regionale più seguita in Italia.

Se non avesse fatto ciò che fa ora, forse sarebbe stato pilota d’aerei o ufficiale dei carabinieri ma, come ci dice lui stesso, questa è solo fantasia… la realtà ce la spiega nelle risposte che seguono.

Come è cambiato il giornalismo sportivo italiano nel corso degli anni? Cosa rende quello attuale migliore o peggiore rispetto a quello passato?

«Sicuramente peggiore, perché è cambiato il modo di parlare di calcio, oggi in Italia molto più conflittuale per agganciare un certo pubblico, più incline alla faida che alla tattica. Di buono c’è che oggi dichiarare la propria passione sportiva non è più uno scandalo e questo, se non altro, permette di avere un rapporto molto più sincero col pubblico.» 

Il web permette di esprimersi, condividere esperienze e pensieri, diffondere notizie. E’ anche per questi motivi che ha dato vita al suo sito http://www.gianlucarossi.it. Che tipo di rapporto ha con coloro che la seguono in tv e appunto in rete?

«Per la verità il mio sito è nato nel 2004 allo scopo di raccogliere come un archivio le mie esperienze di viaggiatore per il mondo. I viaggi sono da sempre una passione superiore al calcio. Poi, pian piano, il grande pubblico lo ha scoperto e di conseguenza ho dovuto per forza inserire sezioni dedicate al calcio e al mio lavoro. Ricevo qualcosa come 2.000 mail a settimana e rispondo, da solo, a tutti, tranne ai beceri. Ovviamente rispondo spesso in modo molto stringato e in ritardo, ma credo sia comunque gradevole ricevere una risposta dalla persona a cui si è scelto di scrivere.» 

A chi sogna di diventare giornalista sportivo cosa consiglia? Adesso è più difficile riuscire in questo intento rispetto a qualche anno fa?

«Di cambiare subito idea, a meno che non abbia una famiglia in grado di mantenerlo anche oltre i 40 anni. Oggi è molto più difficile perché l’offerta nel corso degli anni si è decuplicata rispetto alla domanda, col risultato che un giovane oggi non avrà quasi mai un contratto giornalistico e nella peggiore delle ipotesi resterà disoccupato. Molti giornali chiudono e le Tv sono sempre più in difficoltà.» 

La notizia calcistica più bella che ha avuto l’occasione di scrivere e/o commentare?

«Tante in 25 anni di Tv. Ricordo sempre con piacere quando Telelombardia si assicurò in esclusiva i diritti tv di un preliminare di Champions League nel 2002 tra Inter e Sporting Lisbona a San Siro, colpevolmente trascurato da RAI e Mediaset. Fui io a fare la telecronaca per tutta Italia. Anche Aldo Grasso sul Corriere della Sera spese belle parole per il mio lavoro.» 

Cosa pensa del diffuso scetticismo nei confronti delle donne che scrivono, parlano, trattano di calcio?

«Un luogo comune. Credo sia lo stesso per gli uomini che si occupano di pattinaggio artistico. Ho conosciuto colleghe che ne sanno più dei maschietti.» 

Chi le piacerebbe intervistare un giorno? E perché?

«Personaggi non legati al calcio. Ce ne sono tanti. Sarebbe un’occasione per cimentarmi nelle news e ogni tanto mi è capitato. È la fortuna di lavorare in una Tv regionale, dove all’occorrenza devi sapere fare tutto.» 

Lei è interista, dunque è d’obbligo chiederle come vede l’Inter di Stramaccioni. È da evitare, al momento, la definizione di “squadra anti-Juve”?

«La eviterei, almeno per un po’ di tempo. Juve e Napoli le conosciamo bene e sulla carta sono più forti. La bella cosa dell’Inter di Stramaccioni è che in alcune sue componenti è ancora tutta da scoprire, e potrebbe essere molto meglio di quella di oggi che sembra destinata al massimo al terzo posto.» 

 

fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy