• Google+
  • Commenta
26 ottobre 2012

Incredibile a Napoli: 600 studenti sospesi perchè la ricreazione è troppo corta

Sciopero studenti 15 e 16 novembre

Cos’è successo? Ben 600 studenti di un liceo sono stati sospesi, tutti insieme. Ecco cosa è successo.

Sciopero studenti

Sciopero studenti

Accade a Napoli, il liceo in questione è il “Labriola”. Cos’ha spinto la preside del liceo a prendere questa decisione così importante quanto bizzarra? O meglio: che cosa hanno combinato non 2, non 10, ma addirittura 600 studenti per essere sospesi immediatamente?

La storia è semplice: la preside nei giorni scorsi aveva ridotto l’intervallo (la famosa “ricreazione”) da 20 minuti a 10 minuti. Ossia esattamente alla metà. Probabilmente se avesse ridotto l’intervallo a 15 minuti, ossia togliendo solo 5 minuti, tutto questo baccano non sarebbe successo, ma quei 10 minuti tolti da un giorno all’altro non sono andati proprio giù a 600 alunni, i quali, nonostante la circolare scolastica, il giorno dopo hanno pensato bene di fare comunque i 20 minuti d’intervallo, come sempre.

Ma cosa c’è a monte? Perché tale riduzione della ricreazione? Sostanzialmente per motivi di “sicurezza”, poiché il liceo è frequentato da ben 800 studenti, i quali, appena suonava la tanto amata campanella, si riversavano negli spazi antistanti al liceo. E quegli spazi chi li controlla? Nessuno: e appunto per questo meno ci si sta meglio è. Nasce qui l’esigenza di tagliare l’intervallo da 20 a 10 minuti.

Eufemia Spinosa, vicepreside del liceo, ha commentato così all’Ansa la decisione della dirigente scolastica dell’istituto, Luisa Vettone: “Vogliamo far capire ai ragazzi che non si tratta di un intervento punitivo ma educativo. Le regole ci sono e vanno rispettate. La questione è chiara, abbiamo circa 800 studenti ed è pericoloso che si riversino tutti nei cortili. Si tratta di una questione di sicurezza visto che durante l’intervallo non c’è alcuna sorveglianza”. Che dire? Nel mezzo sta la virtù: forse 20 minuti erano troppi, e forse 10 minuti sono pochi: forse la decisione più saggia sarebbe stata quella di ridurre l’intervallo a 15 minuti, così erano contenti un po’ tutti.

Di certo i 600 studenti sospesi rispetteranno l’orario che è stato deciso, in quanto l’opzione che hanno è: o fai 10 minuti d’intervallo in meno al giorno o sei ripetutamente sospeso e quindi sei bocciato. Voi cosa scegliereste? Esatto.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy