• Google+
  • Commenta
3 giugno 2013

Maturità Pedagogica 2013: come svolgere la seconda prova e tracce

Che fare dopo il Liceo
Maturità Pedagogica 2013

Maturità Pedagogica 2013

Tutto sull’esame di maturità Pedagogica 2013: come svolgere la prova, consigli dei professori sulle prove e tracce d’esame.

Tra poco più di due settimane inizieranno gli esami di maturità conclusivi del corso di studio d’Istruzione secondaria superiore.

Sono circa mezzo milione i maturandi italiani che nei prossimi giorni riapriranno i libri per dedicarsi ad uno studio intenso e meticoloso degli argomenti relativi all’Esame di maturità.

La leggendaria “notte prima degli esami” non è ancora giunta. E i maturandi italiani hanno ancora del tempo per preparare nel migliore dei modi il primo vero esame della loro vita: la maturità.

Lo scorso 28 gennaio, il Miur ha reso note, in un comunicato stampa, le materie relative alla seconda prova dell’Esame di Maturità

Programma relativo all’esame di maturità: L’esame di stato si compone di tre prove scritte ed una orale. Le prove scritte dell’Esame di maturità dell’anno scolastico 2012/2013 si terranno il 19 giugno (prima prova) e 20 giugno (seconda prova).

  • La prima prova della maturità avrà un carattere nazionale e concernerà la lingua italiana; per ogni istituto varranno le stesse tracce fornite dal Ministero dell’Istruzione.
  • La seconda prova della maturità, invece, concernerà argomenti e materie che varieranno a seconda del tipo di istituto.
  • La terza prova della maturità, che dovrebbe tenersi dopo qualche giorno, concernerà materie ed argomenti scelti dalle commissioni interne istituite presso ogni istituto scolastico. Infine ci sarà la prova orale.

Esame di maturità pedagogica: come svolgere la seconda prova: consigli

Anche quest’anno, il Ministero dell’Istruzione ha attribuito alla pedagogia il rango di seconda prova scritta di maturità. Inutile dire quanto sia difficile, se non impossibile, predire ed individuare, prima dell’apertura degli ormai famosi plichi telematici, le quattro tracce ministeriali. Ad ogni modo, il retaggio e l’esperienza acquisita negli anni passati offrono al maturando nevralgici indizi. Negli ultimi anni, infatti, la seconda prova scritta è stata scalfita da argomenti inerenti alla socio psicopedagogia contemporanea ed, al contempo, edulcorata dalle opere di autori di fama internazionale come Bruner, Montessori e Don Milani. Per quel che concerne gli argomenti, invece, non sembra del tutto inverosimile ipotizzare che almeno una delle tracce dell’Esame di maturità di Pedagogia possa avere ad oggetto Internet.

In cosa consiste la seconda prova dell’esame di maturità pedagogica?. Gli studenti dei Licei Pedagogici dovranno scegliere ed analizzare due delle quattro tematiche selezionate dal Ministero dell’Istruzione.

Ciascuno dei quattro quesiti è caratterizzato dalla presenza di una spiegazione dell’argomento da analizzare e dalla traccia vera e propria. Secondo gli esperti, al fin di superare nel migliore dei modi la prova d’esame, gli studenti non dovrebbero limitarsi soltanto allo studio dei libri di testo, ma ampliare i propri orizzonti culturali attraverso la lettura di quotidiani. In tal modo, essi non dovrebbero riscontrare grandi difficoltà nel superare il vero ostacolo della prova di pedagogia: la capacità di effettuare un collegamento analitico fra due tematiche inserite in un’unica traccia. Al di là dei principali autori della storia della pedagogia, dunque, i maturandi dovranno approfondire anche i principali temi sociali dell’epoca moderna.

Consigli dei professori sulla maturità pedagogica: come prepararsi

Al fin di comprendere nel migliore dei modi l’utilità scientifica e didattica del Liceo Socio Pedagogico ed al contempo di comprendere l’importanza dell’esame di maturità e della seconda prova di pedagogia, abbiamo deciso d’intervistare la Prof.ssa Rosanna Di Dia, docente dell’Istituto Regina Margherita.

A breve si svolgeranno gli esami di maturità. Quali consigli darebbe ad un maturando del Liceo Socio Pedagogico? Secondo Lei, come potrebbe essere redatta una tesina di Pedagogia?

“Generalmente non parliamo di tesine, ma di un lavoro pluridisciplinare di ricerca preparato dal candidato al fin di superare nel migliore dei modi l’esame orale”.

Anche quest’anno, la seconda prova di maturità relativa ai Licei Socio Pedagogici italiani concernerà la Pedagogia. In cosa consiste la seconda prova pedagogia?

“La seconda prova relativa alla pedagogia consiste in quattro quesiti inviati on line dal Ministero dell’Istruzione.  Il candidato dovrà sceglierne due da svolgere in sei ore. Generalmente è costituito da un testo e da un percorso da utilizzare al fin di effettuare un’analisi del testo”.

Qual è la sua opinione in merito al toto traccia di quest’anno? Quali potrebbero essere, secondo Lei, gli argomenti e gli autori inerenti alla seconda prova pedagogia dell’esame di maturità 2013?

“Gli autori più frequentati dal Ministero dell’Istruzione sono quelli relativi alla psicopedagogia contemporanea come Montessori, Bruner e Don Milani. Gli argomenti principali concernono la pedagogia contemporanea, l’istruzione programmata e i mezzi di comunicazione di massa”.

L’opinione espressa dalla Prof.ssa Di Dia ha il pregio di evidenziare l’importanza gnoseologica della pedagogia, l’utilità dell’orientamento scolastico e lavorativo ed, al contempo, di porre in risalto i principali autori ed argomenti relativi alla seconda prova dell’esame di stato.

Google+
© Riproduzione Riservata