• Google+
  • Commenta
7 settembre 2013

Capo Verde. Vacanze Capo Verde, cosa fare e vedere: “spettacolo in mare aperto”

Capo Verde, un arcipelago di 10 isole vulcaniche che solo negli ultimi anni ha ottenuto la giusta visibilità grazie ad un turismo internazionale in costante aumento.

Capo Verde

Capo Verde

Le 10 isole di Capo Verde si dividono in due gruppi: quelle di Sopravento, Sal, Boavista, San Nicolão, Santa Luzia, São Vicente, Santo Antão, e quelle di Sottovento, che comprendono Maio, Santiago, Fogo e Brava.

Ecco tutto quello che in breve ti occorre sapere per trascorrere le tue vacanze a Capo Verde.

Capo Verde prende il nome da Cap-Vert , nell’attuale Senegal, ed è il punto più occidentale dell’Africa.

Capo Verde Storicamente – Ufficialmente la storia ci racconta che a scoprire e a colonizzare l’arcipelago, furono navigatori ed esploratori italiani, portoghesi e spagnoli intorno alla metà del 1400. L’arcipelago, disabitato, arido e selvaggio, comincia inizialmente ad essere utilizzato come scalo di navi che si spostano dall’America all’Europa e viceversa. Oltre al rifornimento e all’approvigionamento di navi, però, la seconda attività tristemente praticata a Capo Verde comincia ad essere la tratta degli schiavi. Qui, infatti, i mercanti trovarono un luogo più “comodo”e vicino rispetto alle coste più interne del continente africano.

L’attività agricola non darà mai i frutti sperati a causa della forte siccità che caratterizza il posto.

Capo Verde Climaticamente – Il clima, infatti, è di tipo tropicale secco e oscilla costantemente intorno ai 25° per tutto l’anno. I problemi climatici che affliggono da sempre Capo Verde sono le siccità periodiche portate ciclicamente da venti sahariani e la scarsità di piogge, in alcuni periodi totalmente e lungamente assenti.

Capo Verde

Capo Verde

Capo Verde Politicamente – Oggi Capo Verde è indipendente, lo è diventata nel 1975 dal Portogallo, le prime elezioni democratiche risalgono al 1991 e oggi è una Repubblica Parlamentare che cerca di valorizzare il territorio edificando strutture che consentano un sempre maggiore sviluppo del turismo locale, per garantire migliori condizioni di vita ai nativi. L’estrema povertà e l’altissimo livello di disoccupazione, infatti, rappresentano la maggiore sfida per chi negli ultimi anni si sta impegnando per la promozione del patrimonio storico, culturale e paesaggistico di Capo Verde.

Capo Verde Linguisticamente – La lingua ufficiale è il Portoghese anche se internamente è parlato il creolo capoverdiano, una lingua derivata dal portoghese.

Città principali di Capo Verde – A contare il maggior numero di abitanti sono la Capitale Praia (isola di Santiago), Santa Maria (isola di Sal) e Mindelo (isola di São Vicente), ribattezzata come capitale culturale dell’arcipelago.

Da non perdere a Praia: la vasta piazza Albuquerque, il Palazzo presidenziale, il Museu Etnografico e la zona del mercato. Sempre sull’isola di Santiago vi consigliamo le spiagge  di Prainha e di Quebra Canela e un’escursione a Tarrafal, a nord dell’isola, che ricorderete per la sua spiaggia bianca

Sull’isola di Sal invece, oltre alle occasioni di praticare sport d’acqua sulla spiaggia di Santa Maria, se siete appassionati di immersioni non potrete perdere la Grotta di Buracona e la possibilità di fare un bagno nelle acque altamente saline del cratere spento di Pedra de Lume.

Capo Verde

Capo Verde

La città di Mindelo, nell’isola di São Vicente, ospita il Carnevale che viene festeggiato da tutti gli abitanti dell’arcipelago, oltre che dai turisti. È la città più cosmopolita e attraente dell’arcipelago e troverete tante attività a sfondo ludico e culturale. La città ospita tra le altre attrattive anche: il Centro Culturale di Mindelo, per l’esposizione di mostre, prodotti  e spettacoli; Il passero: (rua de Lisboa) Monumento curioso in omaggio degli aviatori Gago Coutinho e Sacadura Cabrals, che dopo la traversata del Sud di Atlantico sostarono qui; Il Palazzo del Municipio (Câmara Municipal); Pracinha da Igreja; L’Avenida Marginal

Musica a Capo Verde – La fortissima identità del Paese si esprime musicalmente attraverso il genere della Morna, tipica canzone malinconica e cantata in creolo capoverdiano. Questo genere originalissimo e unico racchiude influenze portoghesi, africane, caraibiche e brasiliane, quasi a riunire in un unico stile le differenti culture che per motivi differenti si sono avvicinate storicamente a Capo Verde. L’artista capoverdiana internazionalmente più conosciuta è stata Cesária Évora, indimenticata interprete di Morna.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy