• Google+
  • Commenta
2 giugno 2017

Commissari esterni maturità 2017: nomi al Miur, come sapere chi sono

Commissari esterni maturità 2017
Commissari esterni maturità 2017

Commissari esterni maturità 2017

Ecco come conoscere i commissari esterni maturità 2017:  scopriamo come sapere chi sono.

Le ultime novità che riguardano l’esame di Stato interessano le commissioni d’esame. A quanto pare, manca ormai pochissimo alla  pubblicazione dei nomi dei commissari chiamati dalle altre scuole per lo svolgimento degli esami.

Per il momento il Miur non ha indicato una data ufficiale in cui saranno resi noti i nominativi dei membri esterni. Stando alle ultime indiscrezioni che girano online, la pubblicazione dei nomi commissari esterni 2017 dovrebbe avvenire nella giornata di martedi 6 giugno. Questo sarebbe il primo giorno utile in cui il Ministero della Pubblica Istruzione potrebbe mettere online le formazioni delle commissioni miste. Escludendo infatti le giornate di sabato e domenica, nonché il lunedì di Pentecoste, tra il 6 e 7 giugno potrebbero quindi esserci delle novità.

Conoscere i nomi dei membri esterni è diventato l’obiettivo condiviso di quasi tutti i maturandi. In queste ore gli studenti si stanno organizzando per cercare di scoprire quante più cose possibili sui docenti chiamati ad esaminarli. La maggior parte cercherà informazioni direttamente online. Il social network Facebook potrebbe essere particolarmente utile per tutti coloro i quali vogliono “indagare” a fondo sui professori esterni. Ma oltre al profilo personale del nuovo docente, molte informazioni potrebbero essere fornite anche dai loro stessi alunni. Molti dubbi relativi a domande frequenti, argomenti preferiti o disponibilità verso gli studenti potrebbero quindi risolversi prima dell’inizio degli esami di maturità.

Nomi commissari esterni maturità 2017: come sapere chi sono, data pubblicazione del MIUR

Le liste con i nomi dei componenti delle commissioni di Maturità 2017 saranno pubblicate dal Ministero della Pubblica Istruzione. Non è stata indicata una data precisa. Ma in genere, durante la prima settimana di giugno, vengono svelati gli ultimi particolari che riguardano la maturità. Infatti manca ormai poco al 21 giugno, data di inizio degli esami di Stato. Lo scorso anno l’elenco delle commissioni è uscito il 7 giugno proprio sul sito del Miur. Come pure negli anni precedenti, i nominativi sono stati resi noti nelle prime giornate di giugno, precisamente il 5 (2015) ed il 3 giugno (2014).

Anche quest’anno non resta che tenere sotto controllo il sito istituzionale del Ministero, dove avverrà la pubblicazione dei nomi commissari esteri 2017. Le commissioni d’esame saranno miste anche quest’anno. Metà commissione sarà formata dai commissari interni, e l’altra metà da docenti chiamati da altre scuole. In tutto i maturandi saranno giudicati da 6 docenti e da un presidente di commissione, sempre esterno.

A completare la commissione d’esame potrebbero esserci il preside di una scuola elementare, ad esempio. Oppure potrebbe essere chiamato un docente universitario. Anche per questo motivo la curiosità dei maturandi è tanta. Soprattutto perchè i commissari non interni possono fare domande su tutte le materie per le quali sono abilitati. Questo particolare potrebbero quindi rendere il colloquio orale particolarmente insidioso.

Consigli dei commissari esterni maturità 2017: come superare gli esami

La raccomandazione più frequente che i professori fanno ai maturandi è quella di non ricordarsi degli esami nelle ultime settimane che precedono l’inizio. “Dell’esame non ci si deve ricordare all’ultimo momento. Ma ci si deve cominciare a pensare qualche anno prima. L’esame, in pratica, comincia già dal terzo anno dei “superiori”. Infatti la media andrà direttamente ad incidere sul suo voto finale. E’ molto importante, perciò, preparare con cura il “percorso”. Bisogna ripeterlo a voce alta, anche aiutandosi con carta e penna per evidenziare i punti più rilevanti“.

Un altro consiglio utile è quello di essere sicuri nell’esposizione della tesina. Questo atteggiamento evita problemi all’orale con i commissari esterni ed interni.

E’ importante mostrare alla commissione un senso di sicurezza. Quest’ultima non deve mai sconfinare nella spavalderia. Bisogna essere cauti, perchè “qualcuno” potrebbe raccogliere la sfida. Essere invece tranquillo e riflessivo, mai precipitosi nelle risposte. E se si becca la domanda infame è bene pensare che tutte le situazioni sono recuperabili. Anche con un po’ di faccia tosta e presenza di spirito.”

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy