• Google+
  • Commenta
10 Aprile 2019

Borsa Italiana oggi 10 aprile 2019: quotazioni e previsioni

Borsa Italiana oggi 10 aprile 2019
Borsa Italiana oggi 10 aprile 2019

Borsa Italiana oggi 10 aprile 2019

Andamento della borsa Italiana oggi 10 aprile 2019: informazioni di giornata, relative alle quotazioni e previsioni di titoli e azioni.

La Borsa Italiana oggi 10 aprile, apre la mattinata con l’indice FTSE MIB con un valore del 21.834,35.

I titoli in rialzo stando alle prime variazioni, sono il CNH INDUSTRIAL, AMPLIFON, BANCO BPM, POSTE ITALIANE e AZIMUT. Difficile invece la situazione per i ribassi che riguardano in particolare PRYSMIAN, A2A, LEONARDO-FINMECCANICA, CAMPARI e MONCLER. Stabile resta al momento lo spread tra BTP e Bund nel campo telematico Mts dei Titoli di Stato. L’andamento delle Borse Europee stamani, non registra grandi differenze; tutte  attendono sviluppi  nell’ambito del commercio internazionale. Gli Stati Uniti mirano ad imporre dazi  di circa 11 miliardi sulle esportazioni Ue e sulla Brexit.

In calo questo mercoledì, anche l’andamento dei mercati di Francoforte e di Parigi. Il valore dell’euro non si sposta dall’ 1,1262 rispetto al dollaro e del 125,44 verso lo yen.

A Milano il titolo di maggior preoccupazione di giornata, è quello Prysmian, che deve i suoi problemi al cavo sottomarino WesternLink, che collega Scozia e Galles. In aumento, ancora i prezzi dei carburanti, infatti le quotazioni dei prodotti petroliferi nel Mediterraneo sono alti e molto prevedibilmente continueranno a salire. Bankitalia rileva che i prestiti da parte delle imprese continuano a indebolirsi e spera che questo possa in qualche modo agevolare invece domande da parte delle famiglie.L’economia resta ferma sul problema crisi e inflazione e si dibatte intorno al reddito di cittadinanza e a chi ne spetti il reale bisogno.

Borsa Italiana oggi 10 aprile 2019: quotazioni e previsioni di titoli e azioni del giorno

Stamani la Borsa Italiana apre con l’indice FTSE MIB pari a circa il 21.834,35. Rispetto alla settimana scorsa, in rialzo troviamo il CNH INDUSTRIAL, AMPLIFON,BANCO BMP, POSTE ITALIANE E AZIMUT. Difficile la situazione per A2A, LEONARDO-FINMECCANICA ed in particolar modo per la PRYSMIAN. Questa infatti sta attraversando a quanto pare un periodo complicato per mezzo del cavo sottomarino comunicante tra Scozia e Galles. Nel generico stando alle previsioni mattutine, i valori della Borsa Italiana non differiscono al momento dalle coetanee europee. I prezzi delle materie prime continuano a lievitare, in particolare il petrolio e conseguentemente in rialzo stamani seppur di un centesimo, sono i prezzi dei carburanti.

I valori dei metalli oscillano  senza mostrare grandi cenni di avanzamento.  Gli imprenditori continuano a tenere il mercato sotto controllo, investendo in titoli e azioni che cambiano in pochi millesimi di secondi. Attualmente il calo di alcune banche, si lega al fatto che gran parte delle imprese, abbiano smesso di chiedere prestiti. Ci  si affida allora alle famiglie, senza ben considerare il reale indebolimento pubblico. Si spera che nel corso della giornata le quotazioni possano essere favorevoli al mercato finanziario e che si possano stabilire nuovi accordi per un risanamento delle tasche nazionali.

Quotazioni e previsioni dei titoli e azioni in borsa in questa giornata

Stando all’inizio di giornata di questo 10 aprile, non si prevedono grandi movimenti all’interno della borsa. L’Ftse Mib apre abbastanza in positivo pur registrando azioni in rialzo come quelle di poste italiane, ed altre in calo come quelle di finmeccanica. L’Euro apre con un valore di circa l’1,1262 rispetto al dollaro. Abbastanza stabile, la situazione si presenta almeno per ora sul  tutto il fronte dei mercati nazionali ed internazionali.

L’America sta valutando come aumentare i dazi per le materie di esportazione e per la Brexit. L’Italia differentemente dal resto del mondo, resta ancora nelle sue incertezze, ed è difficile dire se dall’alto del governo arriveranno buone nuove, che ridestino la situazione. Nulla è prevedibile, per cui come sempre, non ci resta che aspettare!

Google+
© Riproduzione Riservata