Prestiti a fondo perduto imprese e partite Iva: modulo richiesta 25.000 euro

Carmela Sansone 29 Aprile 2020

Coronavirus, come richiedere prestiti a fondo perduto per imprese, partite Iva e  privati, come richiedere i 25 mila euro del decreto liquidità e modulo richiesta 25.

000 euro da scaricare in pdf.

Il Covid 19, e le difficoltà già esistenti, hanno messo alle strette privati e liberi professionisti.

Il Governo, quindi, ha varato un decreto liquidità per sostenere le imprese in questo momento delicato: ecco come ottenere prestiti garantiti e agevolati di 25.000 e il modulo da scaricare, con i dettagli.

Il “salvataggio” della vita economica dell’Italia non è affatto una manovra facile. La situazione economica di molto non era già florida. Dal lockdown, poi, il Paese è praticamente paralizzato e, oltre ad essere vietati gli assembramenti e gli spostamenti non necessari, è stata disposta la chiusura di migliaia di aziende.

Ad essere maggiormente colpiti dal disagio sono, soprattutto professionisti, imprese, titolari di partite iva e privati, che non hanno rinunciato a farsi sentire. Proprio in questo contesto poco sereno, il governo ha varato il decreto liquidità, pubblicato in gazzetta l’8 aprile 2020. Il decreto prevede vari provvedimenti a sostegno della liquidità di grandi e medie aziende, stremate dal Covid 19 e non solo. Si parla di prestiti coronavirus, finanziamenti agevolati per far fronte all’emergenza.

Sono stati previsti dei prestiti a fondo perduto per Covid per giovani e non solo. Sono  garantiti dallo Stato e destinati ad alcune categorie. Per la domanda ai finanziamenti a fondo perduto i requisiti sono indicati nel Decreto di aprile.

Per capire quali sono ne abbiamo parlato con la dottoressa Anna Calabrese, responsabile di una Filiare bancaria, che ci ha gentilmente illuminato sulla faccenda.

A lei abbiamo chiesto: cosa sono e come richiedere i prestiti garantiti di 25.000 euro per imprese e privati? Quali sono i requisiti e quale modulo scaricare in pdf?

Coronavirus, come richiedere prestiti a fondo perduto > modulo richiesta 25.000 euro in PDF

Abbiamo chiesto, innanzitutto, alla dottoressa Calabrese, cosa sono i prestiti a fondo perduto e garantiti dallo Stato, inseriti nel decreto liquidità. Come funzionano i finanziamenti agevolati per Covid-19 e chi ne può usufruire. “I prestiti garantiti dal decreto liquidità sono dei finanziamenti alle imprese che, erogati dalla banca, ma con la garanzia dello stato, ovvero, con la garanzia del medio credito centrale. Lo stato garantisce l’eventuale insolvenza da parte del beneficiario” Quali sono i requisiti per fare la richiesta? “Per ottenere un prestito agevolato, come impresa, occorre, essere titolari di partita iva. L’importo erogato non può superare il 25% del fatturato dell’anno precedente e non può essere superiore ai 25.000 euro” -specifica Calabrese.

Come fare, allora, per fare concretamente la richiesta? “Tutte le banche hanno creato una loro area dedicata. Bisogna accedere, inserire i dati anagrafici e fare direttamente la richiesta del finanziamento. Con un apposito modulo, da compilare e allegare, si fa la richiesta al Medio Credito Centrale, per ottenere la garanzia da parte dello stato” – conclude la dottoressa. Insomma, si tratta di un’operazione facile e per niente dispendiosa. Il tasso di interesse, inoltre, al momento della restituzione del denaro “tiene conto della sola copertura dei soli costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria”, pertanto, dovrebbe essere basso, come si evince dal decreto.

Come richiedere 25 mila euro di finanziamento imprese e partite Iva

Dopo aver scaricato il modulo per richiedere prestiti a fondo perduto è necessario capire come compilarlo in maniera corretta.

Il documento presenta una prima parte in cui inserire i dati anagrafici del richiedente e della sua impresa. Seguono varie dichiarazioni, da sottoscrivere nella parte finale del modulo. Tra queste, si dichiara di non essere destinatario di certi provvedimenti giudiziari e di accettare di ricevere in ogni momento dei controlli in sede da parte del Fondo di Garanzia. L’ultima parte, invece, è dedicata al prospetto per i parametri dimensionali, che variano a seconda del tipo di impresa che si possieda.

Alla fine, bisogna procedere con la richiesta del finanziamento vero e proprio, inserendo la cifra richiesta, la data e la firma, e sottoscrivendo l’informativa per il trattamento dei dati. Importante: il modulo può essere tramesso con pec, o con posta elettronica non certificato, allegando un documento di riconoscimento in corso di validità.

© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto