• Google+
  • Commenta
14 Maggio 2020

Disinfettare le mascherine: come igienizzarle per riutilizzarle

Foto per capire come disinfettare le mascherine
Foto per capire come disinfettare le mascherine

Foto per capire come disinfettare le mascherine

Tutorial che spiega come disinfettare le mascherine chirurgiche, ffp2, ffp3, con valvola e senza: come igienizzarle efficacemente per riutilizzarle, i metodi per usarle di nuovo anche quando non sono lavabili e quante volte si può fare.

Le mascherine e dispositivi di protezione, ormai, sono un must have di questa stagione, e lo saranno per un bel po’ di tempo, tanto che ne troviamo di tutti i tipi anche decorate.

Se abbiamo capito come si mette una mascherina in maniera corretta, è necessario sapere anche come fare a pulirla bene e disinfettarla.

Nonostante, nella maggior parte dei casi, le mascherine siano monouso, o comunque abbiano una durata limitata, per evitare sprechi, si possono igienizzare per riutilizzale almeno per un altro po’: come disinfettare le mascherine lavabili, chirurgiche, ffp2 ed ffp3, con valvola e senza? Quale disinfettante usare? Acqua e alcool?

Lo abbiamo chiesto alla dottoressa V.S., farmacista, che ci ha illuminati sulla questione. A lei abbiamo chiesto “cosa usare per disinfettare bene le mascherine?” , “quali errori non bisogna mai fare per non comprometterne l’efficacia?”.

Insomma, tutti i trucchi e rimedi per igienizzare al meglio questi DPI e renderli utilizzabili. L’uso della mascherina è, ormai, obbligatorio in tutta Italia, soprattutto dal momento in cui sono iniziate, e continueranno ad iniziare, le riaperture di tante attività, come i ristoranti, che necessitano la protezione individuale per salvaguardare la salute di tutti, e assicurare la ripresa economica.

Onde evitare sprechi, è possibile disinfettare le mascherine per riutilizzarle: come fare? Quante volte si può ripetere? Ecco tutti i consigli dell’esperta, e gli errori da non fare assolutamente.

Come disinfettare le mascherine chirurgiche monouso con o senza valvola i modo corretto

Prima di parlare di come disinfettare le mascherine chirurgiche, con e senza valvola, occorre fare una breve premessa. Ogni DPI ha una sua durata massima ed è, perciò, che occorre fare una specifica rispetto a come disinfettare le mascherine.

A risponderci è la farmacista V.S. “La mascherina chirurgica andrebbe utilizzata una sola volta (sono tutte monouso) perché l’impiego di disinfettanti o vapori di aria calda potrebbe danneggiare il tessuto e quindi esporre al contagio”.

Tuttavia se non se ne hanno a disposizione altre, si può correre comunque ai ripari. Come disinfettare, allora, le mascherine chirurgiche?

Il metodo più semplice per disinfettare le mascherine chirurgiche è quello di rimuoverle e lasciarle all’aria aperta.” – continua la farmacista“Tuttavia, questo sistema può essere adottato solo se non si è usufruito per molto tempo della mascherine e non si sono avuti contatti con altre persone. Per eseguire la sanificazione, invece, per prima cosa occorre lavare bene le mani. Togliere dal volto la mascherina appena utilizzata usando esclusivamente gli elastici cercando di evitare di toccarla sulla parte esterna con le dita. A questo punto bisogna lavarsi nuovamente le mani e indossare un paio di guanti monouso o in alternativa sanificare le mani con una soluzione idroalcolica al 75-85%.

“Poggiare la mascherina su una superficie lavata con acqua e sapone o disinfettante idoneo, e spruzzare dell’alcool al 70% sulla superficie della mascherina, compresi gli elastici, senza eccedere nella bagnatura. Girare quindi la mascherina e ripetere l’operazione. A questo punto occorre lasciare la mascherina per almeno 30 minuti in un luogo protetto fino alla completa evaporazione. Se dopo circa mezz’ora emana ancora un forte odore di alcool, bisogna lasciarla asciugare ulteriormente su una superficie pulita e sanificata, altrimenti riporla in una busta di plastica fino al nuovo uso”– specifica la dottoressa V.S.-.

Quante volte si può disinfettare una mascherina chirurgica / monouso

Per quanto riguarda, invece, la sanificazione delle mascherine non chirurgiche, ma con valvola e senza, il discorso è solo leggermente diverso. Ancora, una volta, parola all’esperta. “La disinfezione delle mascherine con il filtro, che ricordiamo essere monouso, prevede due soluzioni: l’esposizione da entrambi i lati della mascherina ad alta temperatura (superiore a 60°) ed il trattamento con soluzioni disinfettanti, rigorosamente spray, con alcol almeno al 70%. La procedura dettagliata è la medesima delle mascherine chirurgiche. Le suddette mascherine, tuttavia, sono più delicate (soprattutto se con valvola), per cui si consiglia parsimonia e limitazione nell’adozione di particolari misure di disinfezione, che mirano ad eliminare la carica virale ma possono danneggiare la capacità filtrante del DPI”. – Ci fa sapere la farmacista –

Ma quante volte può essere disinfettata la mascherina? “Non c’è un massimo per cui l’operazione può essere ripetuta. Lo spruzzo di alcool non deteriora particolarmente la mascherina come quando viene erroneamente immersa in acqua“- chiude la farmacista -.

Istruzioni per come disinfettare le mascherine bene ed errori da evitare

Vediamo le istruzioni per disinfettare bene le mascherine, con gli errori da evitare:

  • Lavare bene le mani.
  • Togliere dal volto la mascherina usando solo gli elastici e cercando di evitare di toccarla sulla parte esterna.
  • Lavarsi nuovamente le mani e indossare un paio di guanti monouso o in alternativa sanificare le mani con una soluzione idroalcolica al 75-85%.
  • Poggiare la mascherina su una superficie lavata o ben disinfettata e spruzzare dell’alcool al 70% sulla superficie della mascherina, compresi gli elastici, senza eccedere nella bagnatura.
  • Girare quindi la mascherina e ripetere l’operazione.
  • Lasciare la mascherina per almeno 30 minuti in un luogo protetto fino alla completa evaporazione.
  • La disinfezione delle mascherine con il filtro prevede due soluzioni. La prima è l’esposizione da entrambi i lati della mascherina ad alta temperatura (superiore a 60°). La seconda è il trattamento con soluzioni disinfettanti spray, con alcol almeno al 70%. La procedura dettagliata è la stessa delle mascherine chirurgiche.

Gli errori da evitare riguardano, innanzitutto, la corretta esecuzione dell’operazione di sanificazione. Inoltre, è necessario che durante la disinfezione delle mascherine con filtro si stia molto attenti a non danneggiarne la struttura. Ancora, è tassativamente sconsigliato toccare i dpi con le mani non ben igienizzate ed è sbagliato poggiarli su superfici potenzialmente contaminate.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy