Election Day 20 Settembre 2020: cos’è, significato e come funziona

Mario Ragone 29 Giugno 2020

Ecco cos'è e come funziona l'Election Day di Settembre 2020 in Italia: significato, news sulle date, dove si vota per le elezioni regionali e comunali.

La pandemia Covid-19 ha comportato enormi disagi non solo per le filiere produttive pubbliche e private, ma anche in termini economici e politici. Proprio in quest ultimo caso è stato possibile assistere allo slittamento della date riguardanti le elezioni amministrative comunali e regionali e non solo. Per rimediare a questo ritardo è stato stabilito dal governo (col decreto elezioni 2020) un Election Day: ma cos’è l’Election Day, quale il suo significato e come funziona? Quando e dove si terranno le votazioni in Italia?

Per rispondere a questa serie di interrogativi abbiamo coinvolto nella nostra disamina il Manager Antonio Ansalone, laureato in Scienze Politiche. Insieme a quest ultimo abbiamo preso in esame i seguenti punti: news sulle date delle elezioni comunali, regionali e circoscrizionali, referendum su riduzione posti parlamentari e rinnovo consigli comunali e regionali. Tutti elementi, questi, che faranno parte della prossima chiamata alle urne degli italiani nel nostro Paese. Per tanto andiamo a fare chiarezza e mettere ordine in merito alla sopracitata questione di carattere politico. Una piccola parentesi vedrà anche un focus sulla terminologia di carattere anglosassone legata alla giornata delle elezioni.

Significato Election Day: cos’è e a cosa serve in Italia e come funziona le elezioni in unico giorno

Muoviamo nella nostra analisi dal cos’è e a cosa serve l’Election Day in Italia: significato e caratteristiche di tale evento politico. L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus ha rappresentato una di quelle circostanze che solitamente comportano l’utilizzo del suddetto strumento elettorale. Una via d’urgenza per rimediare ai ritardi sul piano temporale rispetto alle scadenze di mandati e cariche politiche di diversa natura. Nel nostro caso ci riferiamo ad elezioni comunali, regionali, circoscrizionali e referendum confermativo. Più in generale con questo termine si fa riferimento ad uno o due giorni di elezioni generali di un Paese.

La terminologia, di chiara derivazione anglosassone, chiama in causa gli Stati Uniti, in quanto Election Day è un vocabolo utilizzato negli Usa. Esso serve a definire la tornata elettorale di Novembre in cui ogni quattro anni si rinnova il mandato per la Presidenza degli States. Questa parola è entrata così anche nel nostro vocabolario, ricco di anglicismi o francesismi che contaminano da tempo il nostro comunicare. Fatta luce sulla matrice straniera del termine in questione, lo scopo dell’elemento da esso definito è di natura esclusivamente politica.

La suddetta giornata delle elezioni coinvolge poi a sua volta il decreto elezioni 2020, emanato dal governo. Un DL avente la finalità di ratificare e fissare la due giorni alle urne nel nostro territorio per il 20 e 21 Settembre. Una domenica ed un lunedi roventi, poichè gli italiani saranno chiamati ad esprimersi su vari argomenti: consultazioni comunali, regionali, suppletive e referendarie. Un mix di cariche politiche e decisioni su di esse di notevole importanza poichè cambieranno il volto del Paese in modo incisivo.

Date elezioni amministrative in un giorno: quando e perchè

Spostiamo l’attenzione ora su quando e perchè le prossime elezioni amministrative avverranno in questa due giorni incandescente. Per fissare al meglio date e motivazioni alla base di una scelta simile abbiamo chiesto il parere ad un esperto, il Manager Antonio Ansalone, laureato in Scienze Politiche:

“Per ciò che riguarda l’ormai noto Election Day, l’ultimo decreto elezioni con la legge di conversione ha prorogato i termini per la chiamata alle urne degli italiani. Il 20 e 21 Settembre, quindi, saranno due giorni che ingloberanno al proprio interno una molteplicità di scelte politiche su cui dovremo esprimerci mediante voto. Un qualcosa che avrebbe dovuto già verificarsi ma che causa Covid-19 ha subito uno slittamento di tempistiche. Oggetto della prossima votazione saranno: amministrative, regionali e referendum confermativo. Le prime coinvolgono i Consigli Comunali ed i Sindaci, le seconde i Presidenti di Regione ed i Consigli Regionali, ed il terzo infine la riduzione del numero di parlamentari. Il 4 e 5 Ottobre, poi, si svolgeranno eventuali ballottaggi delle amministrative. Infine si svilupperanno anche elezioni suppletive previste per Camera e Senato”.

© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto