Vacanze in Grecia estate 2020 al tempo del Coronavirus

Dalila D'Andrea 28 Luglio 2020

Ecco come organizzare delle vacanze in Grecia per l'estate 2020 al tempo del Coronavirus : quando andare e cosa visitare, regole e norme sanitarie, modulo localizzazione passeggeri e arrivi in traghetto, auto o aereo.

L’estate 2020 è nel pieno: stai pensando a delle vacanze in Grecia? La penisola è un paradiso terrestre per le famiglie con bambini, ma anche per i giovani e per i più anziani. La Grecia è famosa per la sua tradizione culinaria, per le sue acque cristalline e per il  suo ricco patrimonio artistico e culturale. Potrai lasciarti trasportare dai ricchi sapori della cucina greca o esplorare i resti di una civiltà millenaria.

Nonostante la quarantena, infatti, dal 1° Luglio la Grecia ha riaperto i battenti per ospitare turisti da tutto il mondo.

Se ti stai domandando quando andare in Grecia, il periodo migliore per visitare la Grecia è quello estivo, tra giugno e agosto, che però è anche il periodo più affollato. Se desideri una vacanza tranquilla,  opta per il periodo primaverile (aprile-giugno) o autunnale (metà settembre-metà ottobre).

Puoi raggiungere la Grecia in auto, per via aerea o via mare: numerose compagnie offrono offerte per voli low cost o traghetti economici per raggiungere la penisola velocemente e in sicurezza.

Qui troverai consigli sugli itinerari più interessanti e scoprirai dove andare e cosa fare in Grecia.

Se poi ti stai chiedendo quali sono le nuove regole e restrinzioni riguardo al coronavirus, qui troverai tutte le risposte.

Come funzionano le vacanze in Grecia estate 2020 al tempo del Coronavirus: regole da rispettare

Si è parlato molto della riapertura della Grecia ai turisti per l’estate 2020. Si potrà andare in vacanza? Con quali modalità e secondo quali regole? Quali sono le nuove norme sanitarie per andare in vacanza in Grecia ai tempi del Coronavirus?

È giunto il momento di fare chiarezza: ecco le risposte alle tue domande sulle vacanze in Grecia al tempo del Covid19.

Se ti stai domandando se potrai andare in Grecia, sappi che la Grecia accoglie i turisti internazionali, ma sottopone alcuni passeggeri in arrivo a un tampone secondo criteri randomici.

Non è possibile sapere in anticipo se si verrà sottoposti al test a campione, che viene somministrato secondo criteri randomici.

Ecco le restrinzioni per chi viene sottoposto al tampone: dovrai trascorrere 24 ore in autoisolamento. Ricorda inoltre che sono previste sanzioni (multa di 5000€) in caso di violazione dell’autoisolamento.

Se risulti positivo, verrai contattato dalle Autorità greche, altrimenti, passate 24 ore dal test, potrai continuare liberamente il tuo soggiorno in Grecia.

Per accedere al Paese dovrai compilare un modulo online (PLF). Riceverai un codice Quick Response (QR) dopo la compilazione. Attenzione: non potrai accedere al Paese senza il codice, ma verrai forzatamente rimpatriato.

Attenzione: tutti i viaggiatori devono inderogabilmente completare il PLF almeno 24 ore prima di entrare nel paese, per ricevere un QR code univoco.

Cosa serve per andare in Grecia per fare una vacanza

Per entrare in Grecia è necessario compilare il Passenger Locator Form (PLF). Dovrai completare il PLF almeno 48 ore prima di entrare nel paese, fornendo informazioni dettagliate.

Come arrivare in Grecia in traghetto: i traghetti tra Italia e Grecia sono nuovamente operativi dal 1° luglio 2020. Nel caso in cui un passeggero del tuo stesso volo/traghetto risultasse positivo al test, non sarai tenuto a sottoporti al periodo di quarantena a meno che non risulterai positivo a tua volta.

Stai organizzando delle vacanze in Grecia con bambini? Ecco le 5 isole greche più adatte ad una vacanza con bambini.

  1. Skiathos.
  2. Rodi.
  3. Zante.
  4. Creta.
  5. Santorini.

Stai organizzando delle vacanze in Grecia con il cane? Ricorda che Corfù è un’isola molto bella da visitare col proprio amico a quattro zampe. Offre diverse case vacanza in cui gli animali domestici sono ammessi. Nell’Isola Paros invece troverete facilmente case vacanza per voi e il vostro cane. Potrete girare con lui tranquillamente e fare il bagno assieme al mare.

Sogni vacanze in Grecia con amici? Ecco le mete greche più adatte ai giovani:

  • Mykonos: Mykonos è da sempre sinonimo di festa, di edonismo e di vita notturna.
  • Zante: famosa per Laganas, Zante è l’ideale per single in vacanza all’estero.
  • Rodi: Se ti piace festeggiare, Rodi fa per te. Alcuni superclub richiamano i migliori dj del mondo, e sono tanti anche i greci che li riempiono.
  • Ios: una delle isole greche per giovani e giovanissimi.

Ti domandi dove andare in Grecia al tempo del covid19? Ecco le mete più belle da visitare:

  1. Corfù
  2. Mykonos
  3. Patmos
  4. Milos
  5. Lefkada
  6. Cefalonia
  7. Zante
  8. Koufonissi
  9. Karpathos
  10. Kalymnos.

Se invece ti domandi come vestirti in vacanza in Grecia, opta per abiti freschi e comodi. Shorts, top o t–shirt con scarpe da ginnastica o sandali sono la scelta migliore.

Non sai cosa mettere in valigia per la tua vacanza in Grecia 2020? Ecco cosa non devi dimenticare:

  1. Costume e telo mare
  2. Una macchina fotografica subacquea
  3. Crema solare
  4. occhiali da sole
  5. Un impermeabile o giacca a vento
  6. Antizanzare
  7. La patente di guida
  8. Caricabatterie,
  9. portafogli
  10. documenti
© Riproduzione Riservata
avatar Dalila D'Andrea Sono una studentessa che si prepara a sostenere l'esame di maturità. Ho 18 anni e coltivo una passione per l'attuaità e per le lingue straniere. Conosco il tedesco (B1), il francese (B2), lo spagnolo e naturalmente l'inglese (C1/C2). Coltivo una passione per il giornalismo a partire dal 2015, quando ancora frequentavo la scuola media. La notizia dell'attentato alla sede del settimanale Charlie Hebdo sconvolse drasticamente la visione del mondo di quella bambina che credeva che la libertà di espressione fosse un diritto inalienabile. Era evidente che si sbagliava, e da allora conserva ancora una copia del numero 1178, uscito pochi giorni dopo l'attentato. Dopo il crollo delle mie certezze, e una volta realizzato con amarezza che nel mondo c'è ancora tanto per cui lottare, decisi che non avrei lasciato che alcuna voce venisse silenziata, in nome della giustizia che quella sera tra il 1° e il 2 Novembre 2015 era stata spietatamente decapitata. Nel rispetto di questa mia vocazione mi impegno a dare il massimo: senza demordere, senza esitare. Leggi tutto