Giornata europea delle lingue: frasi e citazioni famose

Carolina Campanile 26 Settembre 2020

Il 26 settembre, quando si celebra la Giornata europea delle lingue, frasi, citazioni, aforismi e immagini servono a far capire le origini e il significato dell'European day of languages.

Istituita nel 2001 in occasione dell’Anno europeo delle lingue, ogni anno vengono organizzati numerosi eventi anche nei giorni precedenti o successivi il 26 settembre. E’ questa la data della Giornata europea delle lingue i cui obiettivi sono spesso indicati anche nel materiale didattico rivolto agli studenti, per promuovere l’inattiva. Dai corsi di lingua ai giochi, dalle conversazioni alle conferenze. Scopo della giornata è richiamare l’attenzione sull’enorme varietà e diversità linguistica e culturale in Europa. Diversità che dev’essere non solo preservata, ma anche incoraggiata e promossa.

La GEL riconosce l’importanza di approcci pedagogici che, differenziati in base alle esigenze della persona, permettono di valorizzare e fornire un’educazione adeguata. Sostiene inoltre i professionisti nella loro ricerca e nel loro tentativo di rispondere a sfide sempre più complesse per un approccio inclusivo.

Tra gli obiettivi della ricorrenza troviamo: informare il pubblico sull’importanza dell’apprendimento di nuovi idiomi. Ma anche promuovere la diversità, preservarla e anche favorirla.

Scopri ora le origini e il significato dell’European day of languages, e le migliori frasi e citazioni famose da condividere in occasione della Giornata europea delle lingue del 26 settembre. 

Origini Giornata europea delle lingue: perché si celebra il 26 settembre l’European day of languages

Ogni anno il 26 settembre si celebra la Giornata europea delle lingue, proclamata dal Consiglio d’Europa, che rappresenta 800 milioni di europei in 47 Paesi diversi. Essa è inoltre patrocinata dall’Unione Europea. Istituita il 6 dicembre del 2001, il suo scopo è incoraggiare l’apprendimento delle lingue nel vecchio continente.

In occasione della Giornata europea delle lingue negli stati che coinvolge ogni anno si organizzano numerosi eventi, un po’ in tutto il continente europeo: eventi per bambini, ma anche programmi radiofonici e televisivi e conferenze. Tali eventi non sono organizzati né dal Consiglio né dall’UE; questi ultimi stanziano solo dei fondi per l’occasione. Ad occuparsene sono gli stessi Stati membri, che per l’occasione sono chiamati a nominare dei referenti nazionali. Ogni anno l’UE investe oltre 30 milioni di euro per promuovere l’apprendimento delle lingue e la diversità linguistica. Ciò avviene sin dal 1990 grazie a programmi come Socrates.

Da sempre l’UE difende una politica multilinguistica, sia per i suoi lavori istituzionali sia per i suoi cittadini. Tra gli obiettivi dell’European day of languages vi è la sensibilizzazione dell’apprendimento delle lingue, in modo da migliorare ed incoraggiare lo studio delle lingue. Ma anche promuovere il plurilinguismo, la comprensione interculturale e la diversità linguistica. Che aspettate allora a festeggiare questa ricorrenza? Vi può partecipare chiunque, sia come singolo che come gruppo.

La Giornata europea delle lingue è senza dubbio di un’ottima occasione per sfoggiare le proprie competenze linguistiche, ma anche di un’opportunità per imparare. Ognuno può contribuire al successo e alla promozione della giornata, sia partecipando alle attività organizzate sia organizzandone di proprie. La EDL, sigla di European day of languages, ha un proprio sito internet, come tutte le ricorrenze importanti. Sul sito è possibile trovare tutti gli eventi organizzati, ma anche spunti per organizzarli da sé.

European day of languages: storia e significato

In Europa si contano circa 225 lingue indigene, ossia il 3% di quelle mondiali. La maggior parte di esse è di origini indoeuropea. L’arrivo di immigrati e di rifugiati ha inoltre permesso l’accrescimento del multilinguismo.

Secondo un sondaggio chiamato Eurobarometro speciale 243: Gli europei e le loro lingue, il 56% dei cittadini parla un idioma diverso dalla propria lingua madre. Il 28% padroneggia tre idiomi stranieri, di cui il 38% conosce l’inglese e il 14% il francese o il tedesco. Il cittadino medio che parla più lingue è uno studente, un manager o è nato in un Paese diverso da quello dei genitori.

Le nostre città sono senza dubbio il luogo ideale per osservare questa bellissima varietà linguistica e culturale. Solo a Londra, ad esempio, si parlano oltre 300 idiomi. Tra tutti, l’inglese resta quello dominante non solo nell’UE ma in tutto il mondo.

La Giornata europea delle lingue si unisce al Label. Un’iniziativa ormai consolidata che contribuisce alla diffusione e promozione dell’insegnamento e approfondimento di altri idiomi. Si tratta di un premio che vuole incoraggiare lo sviluppo di nuove tecniche ed iniziative nel campo dell’insegnamento. Vuole inoltre rafforzare l’idea dell’importanza del multilinguismo e multiculturalismo.

Tra gli esempio di iniziative troviamo Wise words, che in Danimarca informa alunni, genitori ed insegnati sui vantaggi del plurilinguismo. O anche Happy together, che a Malta aiuta i bambini di scuola primaria a rafforzare la conoscenza del proprio idioma. Recentemente è stata scoperta anche una tecnica per capire cosa succede al nostro cervello quando apprendiamo un nuovo idioma, come reagisce e come assimila le informazioni. Dai benefici sul cervello alla possibilità di conoscere amici in tutto il mondo, imparare un nuovo lessico non è mai stato così importante.

Citazioni per la Giornata europea delle lingue: frasi

Le migliori frasi per la Giornata europea delle lingue del 26 settembre, citazioni famose e aforismi da condividere in occasione dell’European day of languages.

  • Imparate una nuova lingua e avrete una nuova anima. – Proverbio Ceco
  • È necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci e non combattere ciò che è diverso, che è “altro” da noi. – Nilde Iotti
  • E’ bello pensare che gli uomini hanno migliaia di linguaggi estremamente complessi per esprimere i loro pensieri più seri. E che un Europeo, un Indiano ed un Arabo esprimono la loro gioia ridendo esattamente nello stesso identico modo. – Anonimo
  • Un popolo comincia a corrompersi quando si corrompe la sua grammatica. – Octavio Paz
  • Parlo spagnolo a Dio, italiano alle donne, francese agli uomini, e tedesco al mio cavallo. – Imperatore Carlo V D’Asburgo
  • Non è affascinante che il pensiero non possa esistere senza il linguaggio? – Paul Auster
  • C’è un dire che non è per il detto. – Angel Frutos de Salvador
  • E’ tempo che i genitori insegnino presto ai giovani che nella diversità c’è bellezza e c’è forza. – Maya Angelou
  • La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande. – Hans Georg Gadamer
Evento del giorno: Giornata europea delle lingue
Un'iniziativa ormai consolidata che contribuisce alla diffusione e promozione dell'insegnamento e approfondimento di altri idiomi. Si tratta di un premio che vuole incoraggiare lo sviluppo di nuove tecniche ed iniziative nel campo dell'insegnamento. Vuole inoltre rafforzare l'idea dell'importanza del multilinguismo e multiculturalismo.
Nome EventoGiornata europea delle lingue
Data istituzione06/12/2001
Data ricorrenza26/09/2020
Origine e significatoLa giornata è proclamata dal Consiglio d'Europa con il patrocinio dell'Unione Europea proclamata dal Consiglio d'Europa con il patrocinio dell'Unione Europea.
ScopoSensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza dell'apprendimento delle lingue per promuovere il plurilinguismo, la comprensione interculturale e la diversità linguistica.
Evento del giorno: Giornata europea delle lingue
Un'iniziativa ormai consolidata che contribuisce alla diffusione e promozione dell'insegnamento e approfondimento di altri idiomi. Si tratta di un premio che vuole incoraggiare lo sviluppo di nuove tecniche ed iniziative nel campo dell'insegnamento. Vuole inoltre rafforzare l'idea dell'importanza del multilinguismo e multiculturalismo.
Nome EventoGiornata europea delle lingue
Data istituzione06/12/2001
Data ricorrenza26/09/2020
Origine e significatoLa giornata è proclamata dal Consiglio d'Europa con il patrocinio dell'Unione Europea proclamata dal Consiglio d'Europa con il patrocinio dell'Unione Europea.
ScopoSensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza dell'apprendimento delle lingue per promuovere il plurilinguismo, la comprensione interculturale e la diversità linguistica.
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto