Giornata mondiale degli insegnanti: frasi e citazioni

Carolina Campanile 5 Ottobre 2020

Il giorno 5 ottobre, quando si celebra la Giornata mondiale degli insegnanti, frasi, citazioni e immagini servono a far capire origini e significato del World teachers' day.

I media e le nuove tecnologie devono essere usati per elevare la professione di docente. E per dimostrare la sua importanza per i diritti umani, la giustizia sociale e il cambiamento climatico. I governi devono anche migliorare l’occupazione e le condizioni di lavoro. Questo è tanto più urgente, data la carenze di giovani candidati per prendere il posto dei 48,6 milioni di docenti che probabilmente andranno in pensione nel prossimo decennio. Il messaggio dell’ex Direttore generale UNESCO Irina Bokova, definisce poi il compito come delicatissimo e di grande responsabilità. I docenti sono infatti una sorta di secondi genitori, che accompagnano i ragazzi nella loro crescita intellettuale e personale. Sono figure centrali di tutte le società, come ricorda la Giornata mondiale degli insegnanti. La ricorrenza, dedicata anche al futuro dei giovani, vuole celebrare la professione dei docenti in tutte le sfaccettature. Contribuisce alla celebrazione anche Google, che in occasione della giornata dedica un doodle a tutti i docenti.

La giornata mondiale degli insegnanti nasce così con l’obiettivo di celebrare questa professione che con gli anni è andata un po’ perdendo quel ruolo primario che le spetterebbe. E’ infatti nelle scuole che si formano i ragazzi, ed è da quelle aule che sono cresciute le menti più brillanti del mondo. Il merito, inevitabilmente, va anche a tutti quei docenti che, con passione e pazienza, hanno saputo svolgere il loro ruolo. Ma è anche una giornata dedicata alla riflessione delle situazioni spesso spiacevoli che devono affrontare. I governi di tutto il mondo sono così chiamati ad agire tempestivamente, al fine di garantire una corretta istruzione a tutti.

Origini Giornata mondiale degli insegnanti: perché si celebra il giorno 5 ottobre il World teachers’ day

Ogni anno il giorno 5 ottobre si celebra la Giornata mondiale degli insegnanti. Istituita nel 1994, essa vuole commemorare la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante. Avvenuta nel 1966, essa getta le principali basi di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti di tutto il mondo. Attraverso tale commemorazione vuole poi fornire il suo sostegno ai docenti, garantendo alle future generazioni che i loro bisogni continueranno ad essere soddisfatti. Ogni anno presenta un suo tema specifico, volti a sottolineare un concetto ben preciso: gli insegnanti formati e qualificati sono essenziali per il diritto all’istruzione. (tema 2018). Altro obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sulle sfide che questi devono affrontare quotidianamente, e sulle difficili condizioni di lavoro a cui spesso sono sottoposti. Il World teachers’ day è una ricorrenza dell’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura.

Per la realizzazione della Giornata mondiale degli insegnanti, l’UNESCO collabora con l’Education International, la federazione internazionale che raccoglie le sigle sindacali degli insegnanti. Essa inoltre si avvale della collaborazione dell’UNICEF e del PNUD (Dipartimento per le Politiche Europee). I docenti sono ufficialmente riconosciuti come soggetti chiave per l’attuazione dell’Agenda 2030 dell’ONU sull’educazione. Il riconoscimento avviene nel 2015 con l’adozione dell’Obiettivo 4 di Sviluppo Sostenibile: Istruzione di qualità. L’obiettivo è fornire un’educazione equa e di qualità, in modo da offrire a tutti opportunità di apprendimento e di incrementare il livello di alfabetizzazione globale. Così facendo si spera di raggiungere lo scopo ultimo: migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile. Per raggiungere questo obiettivo – si legge nel comunicato dell’UNESCO – i sistemi educativi hanno bisogno di nuove idee. Su come reclutare, formare, incentivare e trattenere le menti più brillanti nelle classi del 21° secolo. 

World Teachers’ Day: storia e significato di questa data

Sempre più docenti vedono sottrarsi le libertà ed il sostegno di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro. Questo causa un abbandono del posto, che il più delle volte resta vuoto. Come già evidenziato dallo stesso UNESCO la carenza di docenti è un tema che preoccupa sempre di più. Per colmare il vuoto servirebbero almeno 68,8 milioni, di cui 24,4 alle elementari e 44,4 alle superiori. Un problema che vede interessata anche l’Italia, come penso sia ben noto a tutti. Basti pensare alle 120 mila cattedre vuote in un solo anno. Complice sicuramente lo sono anche i 33 mila pensionamenti dovuti a Quota 100. Si tratta senza dubbio di un problema molto discusso, messo in evidenza nella Giornata mondiale degli insegnanti e che andrebbe risolto al più presto. Gli insegnanti costituiscono un fondamento essenziale della forza a lungo termine di ogni società. – afferma Irina Bokova.

Anche Papa Francesco, in occasione dell’udienza con i membri dell’UCIIM, sottolinea la bellezza e l’importanza di questa professione. Non si limita però a questo, ma approfondisce mettendo in luce anche gli aspetti più complicati. L’UNESCO lancia un appello chiaro ai governi di tutto il mondo: se la situazione non migliora, entro il 2030 si prevede un pensionamento di oltre 69 milioni di docenti. Ciò che urge, quindi, è far tornare questo ruolo come una professione di prima scelta. L’abbandono scolastico può essere combattuto in un solo modo: il raccordo con il territorio. A partire dal 2017 la riforma Buona Scuola ha introdotto numerose novità, tra cui i requisiti per diventare docenti. La speranza è che la Giornata mondiale degli insegnanti sia l’occasione giusta per esaltare questo importantissimo ruolo. Ma anche l’occasione per porre finalmente fine a tutte le complicazioni cui devono far conto i docenti di tutto il mondo.

Citazioni per la Giornata mondiale degli insegnanti: frasi

Le più belle frasi per la Giornata mondiale degli insegnanti del 5 ottobre, citazioni famose sulla scuola e aforismi da condividere per il World teachers’ day.

  • Nell’insegnamento non si può vedere il frutto di una giornata di lavoro. È invisibile e rimane così, forse per venti anni. – Jacques Barzun
  • Gli insegnanti ideali sono quelli che si offrono come ponti verso la conoscenza e invitano i loro studenti a servirsi di loro per compiere la traversata. Poi, a traversata compiuta, si ritirano soddisfatti, incoraggiandoli a fabbricarsi da soli ponti nuovi. – Nikos Kazantzakis
  • Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre. – Sydney J. Harris
  • Qualcuno ti dirà che la scuola serve solo se riesce a trovarti un lavoro. Non credergli. La scuola serve se riesce a fornirti gli strumenti per gestire un sentimento, smascherare un ciarlatano e ammirare un tramonto, non solo una vetrina. – Massimo Gramellini
  • L’insegnamento crea tutte le altre professioni. – Anonimo
  • L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di fare cose nuove, e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto. – Jean Piaget
  • La mia idea di scuola è quello di turbare le menti dei giovani e infiammare il loro intelletto. – Robert Maynard Hutchins
  • L’insegnante è la persona alla quale un genitore affida la cosa più preziosa che possiede suo figlio: il cervello. Glielo affida perché lo trasformi in un oggetto pensante. Ma è anche la persona alla quale lo Stato affida la sua cosa più preziosa: la collettività dei cervelli, perché diventino il paese di domani. – Piero Angela
Evento del giorno: Giornata mondiale degli insegnanti
Istituita nel 1994, la Giornata mondiale degli insegnanti vuole commemorare la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell'UNESCO sullo status di docente. Si tratta di una ricorrenza dell'UNESCO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura. Attraverso tale commemorazione vuole poi fornire il suo sostegno ai docenti, garantendo alle future generazioni che i loro bisogni continueranno ad essere soddisfatti.
Nome EventoGiornata mondiale degli insegnanti
Data istituzione05/10/1994
Data ricorrenza05/10/2020
Origine e significatoGiornata istituita dall'ONU e dall'UNESCO e rientra nel raggiungimento degli obiettivi 2030.
ScopoCelebrare il ruolo degli insegnanti e sensibilizzare sulle condizioni spesso sfavorevoli che devono affrontare quotidianamente.
Evento del giorno: Giornata mondiale degli insegnanti
Istituita nel 1994, la Giornata mondiale degli insegnanti vuole commemorare la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell'UNESCO sullo status di docente. Si tratta di una ricorrenza dell'UNESCO, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura. Attraverso tale commemorazione vuole poi fornire il suo sostegno ai docenti, garantendo alle future generazioni che i loro bisogni continueranno ad essere soddisfatti.
Nome EventoGiornata mondiale degli insegnanti
Data istituzione05/10/1994
Data ricorrenza05/10/2020
Origine e significatoGiornata istituita dall'ONU e dall'UNESCO e rientra nel raggiungimento degli obiettivi 2030.
ScopoCelebrare il ruolo degli insegnanti e sensibilizzare sulle condizioni spesso sfavorevoli che devono affrontare quotidianamente.
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto