Chi era Lucifero: vera storia dell’angelo caduto, prima e dopo

Ivonne Lamberti 23 Novembre 2020

Portatore di luce, la vera storia di Lucifero, chi era l'angelo caduto dal Paradiso, prima di cadere e dopo, significato del nome, fratelli e la battaglia contro l'arcangelo Michele.

Il suo nome in italiano significa ”Portatore di luce”. La parola deriva dal latino “lucĭfer”, composto di lux ovvero luce e ferre, portar, che deriva a sua volta dal greco “phosphoros” phos ovvero luce e phero cioè portare.

Da portatore di luce e dal più splendente degli angeli. Secondo la tradizione cristiana divenne principe delle tenebre trascinando con sé una schiera di angeli che osarono affrontare i piani di Dio.

Secondo i principali filoni teologici del cristianesimo, sarebbe perfettamente paragonabile alla figura di Satana, mentre secondo altri movimenti e dottrine esegetiche si tratterebbe di due entità diverse.

In ambito sia astrologico che pagano è associato alla stella del mattino e quindi, al pianeta e alla dea Venere. In ambiti dell’occultismo e dell’esoterismo, sarebbe il detentore di una sapienza inaccessibile all’uomo comune.

Nell’Antico Testamento il suo nome si menziona solo quando il profeta Isaia lo paragona al re di Babilonia. Solo successivamente, padri della Chiesa lo identificarono con il Satana di Giobbe e dei Vangeli.

Non solo dal significato del suo nome sapremo chi era Lucifero, la sua vera storia, perché si ribellò a Dio, chi sono i fratelli, e la presunta battaglia con l’arcangelo Michele, lo leggeremo nella Bibbia e nei Vangeli.

Chi era Lucifero: la vera storia dell’angelo caduto dal paradiso, prima e dopo, e differenze con Satana

Dalla Bibbia alla Divina Commedia, dire chi era Lucifero prima della caduta dal paradiso e dopo, è un lavoro ancora aperto oggi per molti storici ed esperti di religione, la vera storia e le differenze con Satana sono tutt’oggi oggetto di studio.

E’ identificato come Cherubino prima della caduta. Il principe degli angeli e il più bello fra tutti, divenuto, in seguito, un essere di natura eminentemente maligna.

La sua caduta sulla terra, in Antartide, proprio dove sono state scopre le piramidi avrebbe creato il Monte Purgatorio sulla cui cima viene collocato il Paradiso Terrestre, l’antico Eden perduto dell’umanità.

Nell’Antico Testamento si cita solo in un passo del profeta Isaia che lo paragona al re di Babilonia caduto. Menzionato anche dal profeta Ezechiele, il quale, paragona la caduta del re Tito con quella dell’angelo: ”Tu eri un modello di perfezione, pieno di sapienza, perfetto in bellezza. Eri come un cherubino ad ali spiegate a difesa; io ti posi sul monte santo di Dio”.

La Tradizione racconta di come abbandonò il suo stato angelico a causa della sua superbia, del suo desiderio di usurpare Dio.

La causa di tutto ciò fu la rivelazione di Dio rispetto all’unione del Verbo Eterno con la Natura umana. Un vero e proprio affronto per gli angeli adorare gli uomini, anche se figli di Dio.

D’altra parte, sempre nel Nuovo Testamento l’angelo caduto è indicato come stella del mattino e in senso traslato corrisponde alla figura di Gesù, la cui futura seconda venuta in terra segnalerà l’inizio di un mondo nuovo di luce.

Alcuni passi dell’Apocalisse del Nuovo Testamento narrano della guerra nei cieli. Si parla di Satana, un dragone che guida una rivoluzione contro il volere di Dio, accompagnato da una schiera di angeli. Di fronte a questa offensiva, tuona l’arcangelo Michele “Quis ut Deus?” Chi è come Dio? L’arcangelo, comandante delle milizie celesti, sconfigge chi osava scindersi da Dio e uccide Satana, il dragone rosso dalle sette teste e dieci corna.

L’angelo caduto è stato paragonato al diavolo, ma gli unici passi biblici che contengono riferimenti a Satana e all’angelo sono molto discussi.

Non ci limiteremo solo agli scritti della Bibbia sull’angelo caduto, ma a dirci chi era Lucifero, la sua vera storia e se è davvero Satana saranno anche antichi miti e leggende.

Chi è l’angelo caduto dall’Eden, e differenze con il diavolo

Tutti conoscono la storia di Lucifero con quella di Satana ma pochi sanno che esistono delle differenze tra l’angelo caduto e il diavolo, lo vedremo oltre che nei testi sacri anche nelle antiche leggende.

La teologia cristiana mantenne l’idea che Satana fosse un ex angelo, rifacendosi a un passo del Libro di Isaia.

L’angelo caduto rappresenterebbe un’entità diversa da quella del diavolo: nel nuovo testamento, Satana o il diavolo, infatti, è citato più volte come tentatore e oppositore di Gesù, ma nulla che si riferisca al suo passato da angelo.

Secondo una leggenda, un giorno Dio presentò un nuovo incarico alle sue schiere angeliche. Questo incarico sarebbe stato il più arduo e ingrato tra tutti. Bisognava infatti che qualcuno si attribuisse tutte le colpe e i peccati degli uomini, che rinunciasse a tutte le sue virtù e alla sua bellezza.

Questo ruolo doveva essere svolto fin quando l’uomo non si sarebbe reso conto che ogni male è originato unicamente dal proprio egoismo. Secondo la leggenda Lucifero accettò l’incarico e per questo motivo fu mandato in Terra, per questo ci si riferisce alla ”Caduta dell’Angelo”.

Significato, chi era Lucifero per la religione ieri e oggi

Ma qual è il significato di Lucifero, chi era ieri e chi è oggi per la religione, lo raccontano non solo gli scritti sacri, ma anche arte, letteratura e cinema.

Nella Vecchia Religione si identifica con Dianus,  dio, fratello, figlio e consorte della dea Diana, Signore della Luce e del Mattino. Inoltre è l’antico nome di una divinità romana, identificata con il greco “Eosforo” il portatore di luce.

Conosciuto anche come Dis (Kern) nell’aspetto di Dio della morte e dell’aldilà, e come Lupercus nell’aspetto di “Figlio della Promessa”, portatore di speranza e luce.

Con l’avvento del Cristianesimo fino ad oggi, l’angelo è stato identificato con il diavolo, il re degli inferi. Attribuendogli un significato malvagio e identificandolo con un essere di natura maligna, pericoloso per gli uomini e per il Creato.

Nella letteratura, Dante Alighieri lo menziona nella ”Divina Commedia” dove lo descrive direttamente nel Canto XXXIV dell’ ”Inferno”, come un’enorme e orrida creatura. Nell’arte è stato raffigurato da Giotto nella Cappella degli Scrovegni e da Coppo di Marcovaldo nel Battistero di Firenze.

Inoltre riportato al cinema, tra i film più conosciuti come Constantine con Keanu Reeves e nella più recente serie Netflix, Lucifer.

Anagrafica Principale
Lucifero, angelo di Dio, il suo nome letteralmente significa portatore di luce. Secondo la tradizione Cristiana è stato l'angelo caduto chi si è ribellato al volere del Signore, guidando una schiera di angeli nella battaglia contro l'Arcangelo Michele. Infine, sconfitto, viene punito da Dio che lo scaraventa sulla Terra. Identificato dalla religione cristiana anche come Satana e re degli Inferi. Contrariamente alla Vecchia Religione e alle religioni pagane che lo identificano come Portatore di Luce e Stella del Mattino.
Nome e CognomeLucifero
Anagrafica Principale
Lucifero, angelo di Dio, il suo nome letteralmente significa portatore di luce. Secondo la tradizione Cristiana è stato l'angelo caduto chi si è ribellato al volere del Signore, guidando una schiera di angeli nella battaglia contro l'Arcangelo Michele. Infine, sconfitto, viene punito da Dio che lo scaraventa sulla Terra. Identificato dalla religione cristiana anche come Satana e re degli Inferi. Contrariamente alla Vecchia Religione e alle religioni pagane che lo identificano come Portatore di Luce e Stella del Mattino.
Nome e CognomeLucifero
© Riproduzione Riservata
avatar Ivonne Lamberti Studentessa universitaria, appassionata di scrittura e informazione. Il mio interesse è rivolto in particolar modo a quei problemi di carattere ambientale e sociale. Sono convinta che il giornalismo sia un potente mezzo per comunicare e informare in quanto riporta avvenimenti che hanno la necessità di essere divulgati ogni giorno. Leggi tutto