• Califano
  • Boschetti
  • Falco
  • Algeri
  • Barnaba
  • Liguori
  • Bonanni
  • Ferrante
  • Scorza
  • Napolitani
  • Miraglia
  • Santaniello
  • Andreotti
  • Bonetti
  • di Geso
  • Tassone
  • Gnudi
  • Alemanno
  • Coniglio
  • Rinaldi
  • Rossetto
  • Chelini
  • Cacciatore
  • Quarta
  • Meoli
  • Bruzzone
  • Grassotti
  • Leone
  • De Leo
  • Dalia
  • Romano
  • Paleari
  • Pasquino
  • Baietti
  • Crepet
  • Ward
  • Quaglia
  • Catizone
  • Gelisio
  • Mazzone
  • Casciello
  • Valorzi
  • De Luca
  • Romano
  • Cocchi
  • Carfagna
  • Buzzatti

Giornata internazionale eliminazione della violenza contro le donne

Carolina Campanile 25 Novembre 2020
C. C.
16/09/2021

Il giorno 25 novembre, quando si celebra la Giornata internazionale dell'eliminazione della violenza contro le donne, frasi e citazioni servono a far capire le origini dell'International day for the elimination of violence against women.



“La violenza sulle donne è un tema estremamente sensibile e importante.” – affermava Matteo Renzi durante il suo intervento a L’ago della bilancia su Rai2. “Dev’essere intesa come fisica, ed è quella sulla quale bisogna intervenire immediatamente. Ma può essere anche psicologica. Richiama così alla memoria i continui episodi di revenge porn, video o foto private che terze persone fanno girare sul web. Questa, dice il ministro, è una gravissima violazione della privacy e dei diritti umani, oltre che un’enorme mancanza di rispetto. La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza che va ricordata. Ed è una ricorrenza che deve partire dagli uomini, dobbiamo essere noi maschietti ad osservarla, ricordarla e diffonderla.” E noi non potremmo riassumere in un modo migliore gli ideali della Giornata contro la violenza sulle donne.

Origini Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: 25 novembre

Istituita nel 1999, ogni anno il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La ricorrenza, fortemente voluta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, è istituita tramite la Risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999. Una volta designata la data ufficiale, l’Assemblea invita tutti i Paesi membri, così come le organizzazioni internazionali, le ONG e i governi, ad organizzare attività. Attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo enorme problema che attanaglia sempre più l’universo femminile.

La data scelta per la Giornata contro la violenza sulle donne segna inoltre l’inizio dei 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere, che precedono la Giornata mondiale dei diritti umani del 10 dicembre. Promossi, nel 1991, dal Center for Women’s Global Leadership, e sostenuti dall’ONU, queste giornate voglio sottolineare come la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. Si tratta inoltre di un periodo che comprende altre date significative.

Come la Giornata internazionale dei difensori dei diritti umani delle donne (29 novembre), o la Giornata mondiale contro l’AIDS (1° dicembre). O anche quella del 6 dicembre, in occasione del massacro del Politecnico di Montreal, quando 14 studentesse furono uccise da un venticinquenne che affermò di voler combattere il femminismo.

Nella risoluzione del 1999 si precisava che per violenza contro le donne s’intende qualsiasi atto di violenza di genere, che possa provocare danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche, alle donne. Comprese le minacce di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà. Sia che avvengano nella vita pubblica che in quella privata. Sin dalle origini, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro lo donne vuole far aprire gli occhi su questa problematica globale. Sottolineando che si tratta di uno dei meccanismi sociali cruciali, che vede molte donne sono costrette ad una posizione subordinata rispetto all’uomo.

International Day for the Elimination of Violence against Women: ragioni nella giornata contro la violenza sulle donne

Ogni 15 minuti una donna, in Italia, subisce un maltrattamento, che sia fisico o psicologico. Ogni giorno sono circa 88 le persone colpite, e nell’82% dei casi questi atti avvengono da parte dei partner. Atti che vanno dallo stalking ai maltrattamenti, a vere e proprie violenze sessuali e percosse.

Questi sono i dati e le statistiche della Polizia di Stato, che continua a segnare un aumento sulla percentuale di vittime per femminicidio. Una su due, lascia dei figli piccoli, e per di più nelle mani del proprio assassino. Nel 18% dei casi, invece, l’autore dell’atto si toglie la vita. Parlando invece a livello mondiale, una su tre è stata picchiata, forzata ad avere rapporti sessuali. O comunque ha subito un qualche tipo di abuso, almeno una volta nella sua vita. Queste le fonti statistiche dell’ONU. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci rivela l’esatta percentuale: il 35% a livello mondiale.

Ed è doveroso sottolineare, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, che sono ancora troppe le donne che non denunciano. Probabilmente ciò avviene perché, a quanto ci dicono i dati ISTAT, il 93,4% dei casi di violenza avviene fra le mura domestiche. A bloccare le vittime, è quindi prettamente la paura. O semplicemente chi tace lo fa perché non sa cosa fare.

Ma alle molestie si impara a reagire. Ecco allora che nasce tutta una serie di campagne volte a sensibilizzare quanto più possibile l’opinione pubblica. E soprattutto a ricordare i numeri da contattare, in caso di maltrattamenti. Sono più di 100 i Paesi, a livello mondiale, a non avere una legislazione specifica contro questo problema.

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si presenta così, sin dalle origini, come una giornata importantissima. Sia per sensibilizzare l’opinione pubblica, ma soprattutto per sollecitare i governi ad attivarsi in materia.

Citazioni Giornata internazionale eliminazione violenza contro le donne: frasi

Le migliori frasi per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, citazioni famose e aforismi da condividere in occasione dell’International day for the elimination of violence against women.

  • La donna è uscita dalla costola dell’uomo, non dai piedi perché dovesse essere pestata. Né dalla testa per essere superiore. Ma dal fianco per essere uguale. Un po’ più in basso del braccio, per essere protetta. E dal lato del cuore per essere Amata. – William Shakespeare
  • Siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise, solo perché donne. – Alda Merini
  • Un uomo che ci picchia è uno stronzo. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. L’amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia. Pensiamo mica di avere sette vite come i gatti? Ne abbiamo una sola. Non buttiamola via. – Luciana Littizzetto
  • Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subito, per il suo corpo che avete sfruttato. Per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato. E per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna! – William Shakespeare
  • Il mostro non dorme sotto il letto. Il mostro può dormire accanto a te. – Anonimo
  • E’ mai esistito qualcuno così maltrattato, così vilipeso, così insultato, tanto crudelmente e ingiustamente calpestato come noi donne? – Jane Anger
  • Quanto più la donna cerca di affermarsi come uguale in dignità, valore e diritti all’uomo, tanto più l’uomo reagisce in modo violento. La paura di perdere anche solo alcune briciole di potere lo rende volgare, aggressivo e violento. Michela Marzano
Evento del giorno: Giornata internazionale eliminazione della violenza contro le donne
La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita partendo da un punto molto importante: si tratta di una violazione dei diritti umani. Questa violazione è anche una conseguenza della discriminazione contro le donne, da qualsiasi punto di vista la si voglia intendere. E anche, ma non tema meno importante, delle disuguaglianze tra uomo e donna, che ancora oggi persistono. La violenza di genere, inoltre, influisce negativamente e rappresenta un grave ostacolo nel raggiungimento degli obiettivi più importanti dell'Agenda 2030, come l'eliminazione della povertà.
Nome EventoGiornata internazionale eliminazione della violenza contro le donne
Data istituzione17/12/1999
Data ricorrenza25/11/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoSensibilizzare i governi e l'opinione pubblica sull'importanza di affrontare quotidianamente questo problema.
Evento del giorno: Giornata internazionale eliminazione della violenza contro le donne
La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita partendo da un punto molto importante: si tratta di una violazione dei diritti umani. Questa violazione è anche una conseguenza della discriminazione contro le donne, da qualsiasi punto di vista la si voglia intendere. E anche, ma non tema meno importante, delle disuguaglianze tra uomo e donna, che ancora oggi persistono. La violenza di genere, inoltre, influisce negativamente e rappresenta un grave ostacolo nel raggiungimento degli obiettivi più importanti dell'Agenda 2030, come l'eliminazione della povertà.
Nome EventoGiornata internazionale eliminazione della violenza contro le donne
Data istituzione17/12/1999
Data ricorrenza25/11/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoSensibilizzare i governi e l'opinione pubblica sull'importanza di affrontare quotidianamente questo problema.
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto