Giornata universale del bambino: frasi per i bambini piccoli

Carolina Campanile 20 Novembre 2020

Il 20 novembre, quando si celebra la Giornata universale del bambino, frasi e citazioni servono a far capire origini e significato dell'Universal children's day.

Istituita non tanti anni fa, sin dalle origini la Giornata universale del bambino ha come obiettivo quello di proteggere i diritti dell’Infanzia. L’Universal children’s day è anche un giorno per riflettere sulle strategie da attuare nel campo degli interventi a favore dei più piccoli. A tal proposito è doveroso citare le associazioni che da sempre sono al primo posto nella battaglia per i diritti e la protezione dei bambini. Parliamo ad esempio di Telefono Azzurro e Save The Children, giusto per citare i più noti. In collaborazione, sin dalle origini, con la Giornata universale del bambino, queste associazioni onlus fanno di tutto per dare a questi fanciulli la spensieratezza della loro infanzia. Tuttavia, non sempre è possibile.

La strada da fare è ancora molto, troppo lunga. Ancora troppo diritti sono ignorati, o addirittura calpestati. Genitori, insegnanti, leader di governo e attivisti.. tutti noi possiamo svolgere un ruolo importante nella Giornata mondiale dei diritti dei bambini. Non continuiamo a rubare loro la possibilità di vivere questo magico periodo della vita che è l’infanzia. Che questa ricorrenza sia per tutti noi un’occasione per dare una mano, che sia direttamente o indirettamente (si pensi ad una donazione monetaria). Essere bambini è un diritto. Rispettare tale diritto è un nostro dovere.

Origini Giornata universale del bambino: perché si celebra il 20 novembre l’Universal Children’s Day

Ogni anno il giorno 20 novembre si celebra la Giornata universale del bambino. Istituita il 14 dicembre 1954 con la Risoluzione 836, essa è fortemente voluta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. La Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza rappresenta un’importante celebrazione annua, volta a promuovere la solidarietà internazionale. E’ l’occasione per sensibilizzare sulle problematiche dei fanciulli e del miglioramento del loro benessere. Perché il 20 novembre? Si tratta di una data molto importante, che richiama alla memoria l’anno 1959.

Quell’anno, infatti, l’Assemblea generale dell’ONU adotta la Dichiarazione dei Diritti del Bambino. Trent’anni più tardi, nel 1989, sarà invece adottata la Convenzione sui diritti del fanciullo. Tale Convenzione è composta da 54 articoli, ed è basata su 4 principi ispiratori, che ricordiamo in occasione della Giornata universale del bambino. Non discriminare, sancito dall’articolo 2, impegna gli Stati membri ad assicurare diritti sanciti per tutti i minori, senza distinzione. Superiore interesse del minore, sancito dall’articolo 3, prevede che in ogni decisione l’interesse superiore del fanciullo dev’essere considerazione preminente.

Diritto alla vita, sopravvivenza e sviluppo, sancito dall’articolo 6, prevede il riconoscimento del diritto alla vita del fanciullo. E l’impegno ad assicurarne, con tutte le misure possibili, la sopravvivenza e lo sviluppo. Ascolto delle opinioni del fanciullo, sancito dall’articolo 12, prevede il diritto dei fanciulli a essere ascoltati in tutti i procedimenti che li riguardato. Tra i diritti fondamentali troviamo, oltre ai già citati, il diritto all’istruzione, al gioco, alla famiglia e alla protezione dalla violenza. Diritti, purtroppo, sempre più calpestati. Si pensi, ad esempio, al problema delle violenze o aggressioni sui fanciulli, siano esse fisiche o psicologiche. Abusi, abbandoni, sfruttamenti, matrimoni precoci, e potremmo andare avanti. Ecco allora che la Giornata universale del bambino s’impone, sin dalle origini, come un’importante opportunità per sensibilizzare la società e i governi di tutto il mondo. Un’opportunità per rivendicare questi diritti calpestati, e per ridare a centinaia di fanciulli la loro infanzia.

Universal Children’s Day: storia e significato

Se tutti i fanciulli del mondo hanno gli stessi diritti lo si deve, come abbiamo visto, alla Convenzione. Tuttavia esistono ancora delle eccezioni, e purtroppo parliamo di coloro che hanno avuto la sfortuna di nascere nei Paesi più poveri del mondo. Le previsioni sono infatti allarmanti, con un totale di 700 milioni di fanciulli che vive sotto la soglia di povertà. Un numero che la Giornata mondiale dell’Infanzia ricorda che è destinato ad aumentare, se non si corre subito ai rimedi. Questo fa sì che tanti diritti fondamentali vengano meno, come quello all’istruzione. Troviamo poi il caso dei figli di genitori separati. La separazione è probabilmente la seconda causa di discriminazione tra i fanciulli, dopo il colore della pelle. Così per tutelare la crescita senza problemi psicologici di questi, l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha redatto la Carta dei diritti dei figli nella separazione. 

Si tratta di un documento di 10 articoli che sanciscono altrettanti diritti dei fanciulli coinvolti in questo periodo difficile, che è il divorzio dei genitori. La Giornata universale del bambino è l’occasione per ricordare ai genitori separati, dov’è che potrebbero sbagliare.

E’ inoltre importante citare Custodire l’infanzia, un testo pubblicato in spagnolo e portoghese e poi tradotto in lingua italiana. Esso affronta nello specifico, e in modo schietto, il problema degli abusi sui minori, già precedentemente citati. Il testo considera anche gli aspetti psicologici della violenza, le legislazioni in materia di protezione dei minori e gli aspetti pedagogici. Vuole infatti essere uno strumento di studio e di lavoro per educatori e per quanti operano con i minori (sono inclusi, quindi, anche i genitori). Lo scopo è promuovere le buone prassi che favoriscono una crescita integrale dei minori. Altro scopo è sensibilizzare e formare una comunità in grado di prevenire situazioni di violenza di qualsiasi tipo.

Citazioni per la Giornata universale del bambino: frasi

Le più belle frasi per la Giornata universale del bambino, citazioni famose e aforismi per i bambini da condividere il 20 novembre per capire le origini dell’Universal children’s day.

  • Un neonato rappresenta il convincimento di Dio che il mondo debba continuare. – Carl Sandburg
  • Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori. – Fabrizio Caramagna
  • L’infanzia è come un cuore: i suoi battiti troppo veloci ci spaventano. Facciamo di tutto perché il cuore s’infranga. Il miracolo è che sopravvive a tutto. – Christian Bobin
  • I bambini sono frammenti di polvere di stelle soffiati dalla mano di Dio. – Larry Barretto
  • Ci sono solo due lasciti inesauribili che dobbiamo sperare di trasmettere ai nostri figli: delle radici e delle ali. – Harding Carter
  • I fanciulli sono continuamente ebbri: ebbri di vivere. – Paul-Jean Toulet
  • Non c’è alcun fiore, in nessun giardino del mondo, bello come un fanciullo seduto sulle ginocchia della madre. Nel cielo ci sono stelle splendenti, sul fondo dei mari perle meravigliose, ma la bellezza del mondo è nel loro sorriso. – Romano Battaglia
  • Forse nell’arco di una giornata esistono tanti cieli e la missione di un bimbo è toccarli tutti con un dito. – Fabrizio Caramagna
  • Mentre cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto sulla vita, i nostri figli ci insegnano che la vita è tutto. – Angela Schwindt
  • I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto. – Giacomo Leopardi
Evento del giorno: Giornata universale del bambino
Istituita nel 1954, la Giornata universale del bambino è fortemente voluta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il giorno di ricorrenza ricorda due tappe importanti per i fanciulli di tutto il mondo: l'adozione della Dichiarazione dei Diritti dei Bambini (1959) e la Convenzione sui diritti del fanciullo (1989). La giornata è un'importantissima celebrazione annua, volta a promuovere la solidarietà internazionale, nonché la sensibilizzazione dei fanciulli e del miglioramento del loro benessere.
Nome EventoGiornata universale del bambino
Data istituzione14/12/1954
Data ricorrenza20/11/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoSensibilizzare sull'importanza di proteggere i bambini ed i diritti fondamentali che gli spettano.
Evento del giorno: Giornata universale del bambino
Istituita nel 1954, la Giornata universale del bambino è fortemente voluta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il giorno di ricorrenza ricorda due tappe importanti per i fanciulli di tutto il mondo: l'adozione della Dichiarazione dei Diritti dei Bambini (1959) e la Convenzione sui diritti del fanciullo (1989). La giornata è un'importantissima celebrazione annua, volta a promuovere la solidarietà internazionale, nonché la sensibilizzazione dei fanciulli e del miglioramento del loro benessere.
Nome EventoGiornata universale del bambino
Data istituzione14/12/1954
Data ricorrenza20/11/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoSensibilizzare sull'importanza di proteggere i bambini ed i diritti fondamentali che gli spettano.
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto