• Scorza
  • Gelisio
  • Rinaldi
  • Gnudi
  • Cocchi
  • Barnaba
  • Andreotti
  • Carfagna
  • Casciello
  • Buzzatti
  • Valorzi
  • Mazzone
  • Napolitani
  • Liguori
  • Meoli
  • Cacciatore
  • Catizone
  • Romano
  • Rossetto
  • Santaniello
  • Pasquino
  • Grassotti
  • Romano
  • Leone
  • Bonetti
  • Alemanno
  • Bruzzone
  • Chelini
  • Miraglia
  • Dalia
  • Boschetti
  • De Leo
  • Crepet
  • Paleari
  • Califano
  • Quaglia
  • di Geso
  • Baietti
  • De Luca
  • Quarta
  • Algeri
  • Ferrante
  • Bonanni
  • Falco
  • Tassone
  • Coniglio
  • Ward

Spostamenti tra regioni a Natale e Capodanno: regole e divieti

Martina Sapio 21 Dicembre 2020
M. S.
22/09/2021

Quali sono gli spostamenti tra regioni a Natale e Capodanno possibili e consentiti, cosa si può fare, dove è possibile andare e dove no, quali sono i divieti.



Con l’arrivo delle festività  le famiglie che si riuniscono, genitori che si ricongiungono con i figli, amici che si ritrovano rendono più dinamica la mobilità in Italia. Quest’anno ci saranno però specifici limiti agli spostamenti tra regioni a Natale e Capodanno. Per chi intendesse muoversi lungo il paese è necessario sapere quali sono effettivamente i viaggi in auto consentiti e dove si può andare. Parallelamente, bisogna sapere quale mobilità è vietata dal  nuovo DPCM e quali sono i divieti. Le regole valgono per tutte le regioni, variando per gli spostamenti tra regioni gialle, arancioni o rosse.

La pandemia di Coronavirus non allenta la sua stretta, e i governi degli stati di tutto il mondo sono costretti a correre ai ripari. Un po’ ovunque sono state istituite rilevanti limitazioni alla mobilità e alla circolazione delle persone. L’Italia non è da meno. A partire dal 3 dicembre, infatti, l’esecutivo ha fissato nuove regole per il periodo festivo, in particolar modo per il 25 dicembre e per il 31 dicembre e 1 gennaio.

Quali sono gli spostamenti tra regioni a Natale e Capodanno permessi secondo nuovo DPCM: regole

Opera una serie di limitazioni agli spostamenti tra regioni il nuovo DPCM. Bisogna per questo conoscere in maniera approfondita quali restrizioni ci colpiranno in questo senso.

Il nuovo DPCM vieta a Natale e Capodanno addirittura la mobilità tra comuni. Questo sottintende, ovviamente, anche il divieto in questi due giorni di muoversi al di fuori della propria regione. Tuttavia, mentre per i piccoli comuni c’è un allentamento delle restrizioni, per le circoscrizioni regionali la linea sembra inflessibile. Per i cittadini delle zone arancioni non cambierà molto.

Gli spostamenti tra regioni in Campania, per dirne una, erano già vietati. Grande cambiamento invece per le zone gialle. Per esempio in Veneto gli spostamenti tra regioni dello stesso colore erano consentiti senza bisogno di giustificazione.

Allo stato dei fatti chi ha intenzioni di muoversi tra regioni diverse vede le sue possibilità limitate. Non è consentito uscire dalle regioni in questi due giorni, neanche per raggiungere le seconde case o andare a visitare parenti o amici. Unica deroga applicata in via generale è quella dell’autocertificazione.

Chi si sposta per motivi giustificati (cioè per comprovate esigenze lavorative, di salute, familiari o di necessità) può farlo anche tra regioni, anche nelle giornate di Natale e Capodanno. Attenzione però: i motivi familiari non coincidono con la semplice volontà di riunirsi in famiglia per le feste. La normativa di base dice che è  permesso muoversi per assistere un familiare non auto-sufficiente, per esempio. Così come è permesso circolare in alcuni casi specifici, come i genitori separati per incontrare i figli minorenni o i coniugi che convivono abitualmente.

Il nuovo DPCM prevede espressamente queste possibilità come applicabili anche il 25 dicembre e 1 gennaio. In questo senso, quindi, sarà permesso spostarsi indipendentemente dal colore della regione, dato che si tratta di un comprovato motivo giustificato.

Cosa non si può fare a Natale e Capodanno nelle regioni: divieti

Per le giornate più importanti delle festività invernali il governo ha previsto una rilevante stretta sulla mobilità. Vediamo meglio quali viaggi interregionali non sono possibili e quali sono i divieti.

Di base il nuovo DPCM vieta, in questi giorni specifici, di spostarsi anche all’interno del proprio comune; valgono quelle che sono le regole per la zona rossa. Vengono fatte salve, come sempre, le ragioni dell’autocertificazione, per ogni tipo di mobilità. Quindi solo quando si avrà un giustificato motivo sarà possibile muoversi tra regioni. Per esempio, prestare assistenza ad un parente o amico non autosufficiente.

In questo senso, quindi, qualunque trasferimento dovrà essere giustificato con l’autocertificazione. È stata però considerata un ulteriore deroga: la possibilità di avere in casa, per il tradizionale pranzo di Natale e la cena del 31 dicembre, due congiunti non conviventi.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Martina Sapio Studentessa di Giurisprudenza alla Federico II di Napoli, scrivo per la sezione Attualità e vedo nel giornalismo il modo migliore di mettere in pratica le mie conoscenze. Ho sempre amato scrivere così come ho sempre amato informarmi sul mondo che mi circonda, sul suo modo di cambiare e di evolversi. Per questo ho deciso di iniziare ad esplorare questo mondo. Capire da quali meccanismi è mossa la nostra società. Mi interesso in particolar modo di politica e di tematiche economiche, sia di carattere nazionale che internazionale, di come queste costanti influenzino tutti noi. Nello scrivere cerco di essere quanto più diretta e chiara possibile: un lavoro di ricerca e di rifinitura che ha come obiettivo la sola, vera informazione. Leggi tutto