• Falco
  • Antonucci
  • Ward
  • Andreotti
  • Bruzzone
  • Chelini
  • Barnaba
  • Casciello
  • Ferrante
  • Quarta
  • Catizone
  • Dalia
  • Crepet
  • Coniglio
  • Meoli
  • Bonanni
  • Leone
  • Romano
  • Romano
  • Califano
  • Paleari
  • Scorza
  • de Durante
  • Liguori
  • Pasquino
  • Carfagna
  • Cocchi
  • Miraglia
  • Napolitani
  • Buzzatti
  • Santaniello
  • Alemanno
  • di Geso
  • Tassone
  • Cacciatore
  • Boschetti
  • Grassotti
  • Quaglia
  • De Leo
  • Rinaldi
  • Baietti
  • Gnudi
  • Algeri
  • Rossetto
  • De Luca
  • Valorzi
  • Mazzone
  • Bonetti
  • Gelisio

Chi è Alessandro Roja: età, altezza, fidanzata, film e serie tv

Letizia Liguori 8 Febbraio 2022
L. L.
18/05/2022

Dai film ai programmi tv e, chi è Alessandro Roja oggi: età, fisico, altezza, peso, origini, genitori, fidanzata e vita privata dell'attore.



Esordisce al cinema nel 2008 nel film di Paolo Virzì “Tutta la vita davanti”. Seguono “Feisbum- il film”, “Tutto l’amore del mondo”, “L’erede – The Heir” di M. Zampino e “I più grandi di tutti”.

Nel film “Magnifica Presenza” di Ferzan Ozpeteck recita al fianco di Vittoria Puccini con la quale si ritroverà più tardi sul piccolo schermo in “Non mi lasciare”. Altri film a cui ha partecipato degni di menzione sono Diaz – Don’t Clean Up This Blood, regia di Daniele Vicari, L’ora legale, regia di Ficarra e Picone e Ma cosa ci dice il cervello, di Riccardo Milani.

Inoltre lavora al cinema con i fratelli Manetti prima in “Song’ e Napule” (2013), film che gli è valso la candidatura ai Nastri D’argento e poi in “Diabolik” (2021).

In televisione esordisce nel 2004 accettando piccoli ruoli da comparsa in diverse serie tv come “Incantesimo”, “Distretto di Polizia”, “Don Matteo” e “Crimini 2: Neve sporca”. Il ruoli che gli forniscono maggiore visibilità sono il Dandi di Romanzo criminale e l’architetto imbranato di È arrivata la felicità al fianco di Simona Tabasco.

Altre produzioni televisive di successo a cui ha partecipato sono “L’olimpiade nascosta”, “La farfalla granata” ispirato alla vita di Gigi Meroni, “Di padre in figlia”, “La compagnia del Cigno”, “Mai scherzare con le stelle!” e “Non mi lasciare”.

Ma a parlarci di lui non saranno solo fiction, la sua filmografia, serie tv e film,  Alessandro Roja chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, moglie, figli sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Alessandro Roja oggi: età, altezza, fisico, origini, genitori, fidanzata e vita privata dell’attore

Per focalizzare al meglio la biografia e sapere chi è Alessandro Roja, Instagram, Facebook e Twitter ci saranno utili per scoprire età, peso, altezza, origini, moglie e vita privata dell’attore.

Nasce a Roma il 4 gennaio del 1978 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 175 cm, il peso non è noto.

L’attore ha 44 anni ma non li dimostra affatto. É alto, muscoloso, pelle chiara e gli occhi azzurri sono la sua caratteristica. Il sorriso enigmatico e lo sguardo magnetico sono senza dubbio i suoi punti di forza. Cambia spesso look ma in ognuno è sempre riconoscibile la sua innata bravura nel destreggiarsi in ruoli sia comici che drammatici.

L’attore è vissuto in un quartiere popolare della Capitale, assieme ai genitori ed al fratello maggiore. Dice di sé stesso di non essere saggio ha mille paturnie, però cerca di farsele passare in 24 ore, non si crogiola in esse. Le sue insicurezze gli danno la forza di guardare al futuro.

Il profilo Instagram di Alessandro Roja è seguito da 135 mila follower. L’attore condivide con i suoi fan sia i successi lavorativi, pubblicando foto di set e dei film ma anche della sua vita privata con la moglie e i figli.

Circa la sua vita sentimentale, sappiamo che la moglie di Alessandro Roja è Claudia Ranieri, imprenditrice, addetta stampa dell’attore e figlia dell’allenatore di calcio Claudio Ranieri. Da questa storia d’amore sono nati due figli Orlando nel novembre del 2014 e Dorotea nell’aprile del 2019.

Formazione e titoli di studio dell’attore Roja

Nonostante oggi molti lo conoscano per le sue continue apparizioni sul piccolo e grande schermo nelle fiction e film, Alessandro Roja chi è oggi come attore, sono in pochi a saperlo. Cerchiamo insieme di ricostruire la sua formazione e capire come ha compiuto i primi passi nel mondo dello spettacolo.

Nel 2004 si diploma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia. Lì come dichiara egli stesso non era molto considerato. L’unico che si espresse pubblicamente in suo favore fu Paolo Virzì, durante un laboratorio dell’ultimo anno. Lo caricò molto, racconta “quando stai per finire sei confuso, per tre anni vivi in una situazione protetta poi all’improvviso ti ritrovi fuori e non sei nessuno”.

La svolta è nel 2008 quando diventa famoso come coprotagonista di Romanzo criminale – La serie ispirata alla vera storia della banda della Magliana, nel ruolo del Dandi. Prima ci sono voluti anni di gavetta dove non aveva nessuna conoscenza, nessun aggancio. Aveva piccoli ruoli al cinema e in un episodio di Distretto di Polizia, un altro di Don Matteo. 

Filmografia, film e serie tv, Alessandro Roja chi è oggi in tv

Dalle fiction al teatro sino al cinema, chi è Alessandro Roja oggi come attore, chiaramente lo dimostreranno i suoi film, serie tv e il talento. Quali sono i suoi ultimi lavori e cosa è cambiato nella sua vita? Iniziamo conoscendolo meglio nel ruolo di Daniele Vianello nella fiction “Non mi lasciare”.

Interpreta il vicequestore aggiunto Daniele, vecchia fiamma di Elena Zonin (alias Vittoria Puccini) e marito di Giulia (alias Sarah Felberbaum). Padre di tre figli di cui uno in arrivo, dato che la moglie è incinta. Ama molto il suo lavoro ma nonostante ciò non trascura la famiglia. Si fa coinvolgere umanamente in un omicidio riguardante la morte di un bambino ma grazie alla sua determinazione riesce a trovare i colpevoli. Ciò anche in virtù dell’arrivo di Elena, alla quale si affiderà per risolvere il caso.

In televisione ultime produzioni a cui ha partecipato sono “Mai scherzare con le stelle!” regia di Matteo Oleotto  un film  per la TV (2020) con Pilar Fogliati e “La compagnia del cigno” nel ruolo di Daniele Trani. Al cinema è invece Orlando un quarantenne svogliato ed inconcludente in “Si muore solo da vivi” regia di Alberto Rizzi (2020) nel cast  con Alessandra Mastronardi, Neri Marcorè e Franesco Pannofino.

Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 4 gennaio del 1978 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 175 cm. Esordisce nel 2004 in televisione con "Incantesimo" ma è solo con la fiction "Romanzo Criminale" nel 2008 nel ruolo del Dandi che giunge la popolarità. Al cinema debutta con Paolo Virzì nel film "Tutta la vita davanti". Protagonista del film dei Manetti Bros "Song'e Napule". Le fiction di successo a cui ha partecipato sono È arrivata la felicità, La compagnia del Cigno e Non mi lasciare.
Nome e CognomeAlessandro Roja
Data di nascita04/06/1978
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttore
Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 4 gennaio del 1978 sotto il segno zodiacale dei Gemelli. É alto 175 cm. Esordisce nel 2004 in televisione con "Incantesimo" ma è solo con la fiction "Romanzo Criminale" nel 2008 nel ruolo del Dandi che giunge la popolarità. Al cinema debutta con Paolo Virzì nel film "Tutta la vita davanti". Protagonista del film dei Manetti Bros "Song'e Napule". Le fiction di successo a cui ha partecipato sono È arrivata la felicità, La compagnia del Cigno e Non mi lasciare.
Nome e CognomeAlessandro Roja
Data di nascita04/06/1978
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttore
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto