• Gelisio
  • Dalia
  • Leone
  • Paleari
  • Napolitani
  • Andreotti
  • Gnudi
  • De Luca
  • Mazzone
  • Valorzi
  • Pasquino
  • De Leo
  • Buzzatti
  • Grassotti
  • Miraglia
  • Bonetti
  • Barnaba
  • Ferrante
  • Algeri
  • Bruzzone
  • Boschetti
  • Coniglio
  • Chelini
  • Meoli
  • Antonucci
  • Ward
  • di Geso
  • Scorza
  • Rinaldi
  • Catizone
  • Baietti
  • Romano
  • Quaglia
  • Carfagna
  • Romano
  • Casciello
  • Quarta
  • Liguori
  • Rossetto
  • de Durante
  • Crepet
  • Cacciatore
  • Bonanni
  • Santaniello
  • Tassone
  • Cocchi
  • Alemanno
  • Califano
  • Falco

Bonus asilo nido 2022: quando fare domanda, requisiti INPS e scadenza

Flavia de Durante 21 Aprile 2022
F. d. D.
20/05/2022

Novità bonus asilo nido 2022: come funziona, quanto spetta a chi ne ha diritto e come fare domanda, tutte le informazioni necessari sui pagamenti dell'agevolazione INPS.



L’INPS ha annunciato l’arrivo di una proroga per il bonus asili nido 2021 al 2022, ma cos’è questa agevolazione a chi spetta e come funziona? Facciamo chiarezza.

Il bonus è un aiuto economico che, come stabilito nei documenti Inps, “prevede l’erogazione di un contributo di massimo 3.000 euro per sostenere le spese per le rette degli asili nido.” E non solo. La cifra può coprire anche le rette di servizi di assistenza domiciliare per minori con patologie. Per il variare dei pagamenti bonus asilo nido 2022, l’ISEE è il valore da considerare perché, come previsto dai regolamenti della misura, gli importi sono strettamente dipendenti dalla presentazione dell’Indicatore dei redditi.

L’Inps ha pubblicato le date e le istruzioni su come presentare domanda, oltre che i requisiti di chi ne ha diritto. Rircordiamo, inoltre, che il bonus in questione è l’unico ad essere rimasto compatibile con l’assegno unico. 

Vediamo nel dettaglio tutta le regolamentazione della misura, come funziona e come presentare la domanda tramite sito INPS.

Come funziona il bonus asilo nido 2022: requisiti e a chi spetta, informazioni sui pagamenti INPS

Se facciamo riferimento a questa somma, ci colleghiamo al contributo economico rivolto ai genitori di figli nati, adottati o affidati fino a tre anni d’età (i tre anni devono essere compiuti nel periodo tra gennaio e agosto 2022 ) da utilizzare per:

  • le spese di frequenza dell’asilo nido;
  • per spese di babysitter  presso la propria abitazione, in caso di bambini che non possono frequentare l’asilo perché affetti da gravi patologie. Questi rientrano in un’altra fascia d’età: si tratta dei piccoli che compiono tre anni entro il 31 dicembre 2022.

Per gli importi del bonus asilo nido 2022 l’ISEE è l’indicatore da tenere in considerazione:

  • nel caso di nuclei familiari con un valore ISEE  fino a 25.000 euro, il contributo per l’asilo è di 3mila euro all’anno; una cifra pari a 270 euro mensili;
  • per i nuclei familiari con un ISEE da 25.001 euro fino a 40.000, il contributo è di 2.500 euro all’anno;
  • per tutti gli altri, con ISEE oltre  40mila euro, l’importo è di 1.500 euro annui. Una cifra pari a circa 137 euro mensili.

Se non si presenta l’ISEE valido, INPS erogherà l’importo minimo.Per l’invio della domanda si può utilizzare personalmente il  servizio online dedicato sul sito INPS. Oppure ci si può rivolgere  ai patronati. Vediamo nel dettaglio.

Come richiedere il contributo per frequentate l’asilo

Per l’Inps il bonus asilo nido 2022 con domanda online può essere richiesto o sul sito dell’ente o presso i patronati. Nel caso in cui sia già presente in procedura una domanda di bonus asilo nido 2021, la richiesta per il 2022 potrà essere inoltrata confermando o modificando i dati esistenti. Per usufruire del beneficio per più figli è necessario presentare una domanda distinta per ciascun bambino.

La domanda per il bonus nido deve essere presentata dal genitore che sostiene l’onere del pagamento delle rette scolastiche. Nel documento bisogna indicare le mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica, compresi tra gennaio e dicembre 2022, per le quali si richiede il beneficio. Per ottenere il contributo è necessario presentare l’avvenuto pagamento delle singole rette.

La domanda di bonus della retta asilo 2022 per l’introduzione di forme di supporto domiciliare, invece, deve essere presentata dal genitore convivente con il figlio per il quale è richiesta la prestazione. Questa dev’essere accompagnata da un’attestazione del pediatra che dichiari per l’intero anno l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili causa di una grave patologia cronica.

La domanda online del bonus asilo nido 2022 Inps prevede che sia presentata esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • online sul sito Inps. Questo, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto; oppure di Spid di livello 2 o superiore; o, ancora, di una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE), o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • presso i patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

L’Inps fornisce ulteriori istruzioni:

  • il servizio online di presentazione della domanda è raggiungibile digitando nel motore di ricerca del sito Inps “bonus nido”;
  • nella domanda il richiedente dovrà indicare a quale dei due benefici intende accedere. Il richiedente che intende fruire del beneficio per più figli deve presentare una domanda per ciascuno di essi.

Scadenza bonus asilo nido 2022: entro quando richiederlo e documenti

Quali scadenze e termini, quando si può richiedere il bonus asilo nido 2022  e come presentare la domanda?

Innanzitutto, per l’erogazione dell’assegno bisogna inviare all’Inps uno dei seguenti documenti che attestino l’effettivo pagamento della retta:

  • ricevuta o quietanza di pagamento;
  • fattura quietanzata;
  • bollettino bancario o postale;
  • per i nidi aziendali, attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido;
  • nei nidi aziendali, ancora, in alternativa al punto precedente, l’avvenuto pagamento della retta o trattenuta in busta paga.

Per via della proroga dell’agevolazione, per i genitori che hanno già presentato domanda di bonus nido nel 2021, la domanda sarà precompilata sulla base delle informazioni contenute nella richiesta di bonus preesistente. La domanda nel 2022, dunque, potrà essere inoltrata e confermata.

Questo, attraverso un check o modifica dei dati precaricati in procedura. Sarà necessario sottolineare, in questa fase, le mensilità per le quali si intende richiedere il bonus per l’anno 2022.

Nella documentazione da inviare all’INPS per beneficiare del bonus nido relativamente alle rette pagate nel 2021 dovranno essere contenute le seguenti informazioni:

  • la denominazione e la Partita Iva dell’asilo nido;
  • il codice fiscale del minore;
  • il mese di riferimento,
  • gli estremi del pagamento o quietanza di pagamento;
  • il nominativo del genitore che sostiene l’onere della retta.

Quando i termini? La scadenza per presentare la domanda è fissata al 31 dicembre 2022. Per trasmettere le fatture, però, c’è tempo fino al 1° aprile 2023.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto