• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2014

Test Medicina 2014: test di ammissione medicina e chirurgia ad Aprile

Corsi preparazione test di ammissione


Gli esami di ammissioni alle facoltà di medicina sono alle porte e molti studenti stanno lavorando sodo per entrare in una delle facoltà del nostro Paese.

Recenti indagini compiute da Doxa per Alphatest, ci mostrano il profilo tipo dello studente di medicina.

Liceali oggi, futuri medici domani – Secondo i dati delle indagini il 94% degli studenti che proviene dal liceo riesce a superare il test di ammissione.

I dati Doxa sono ancora più precisi svelandoci che il 68% di coloro che riescono a superare il primo ostacolo del test proviene dal liceo scientifico mentre il 29% dal liceo classico.

Vi sembrerà scontato considerando che la mole di studio al liceo è più alta ed intensa rispetto ad altri istituti ma, in realtà, è stato dimostrato che molti degli aspiranti medici compiono degli studi mirati appositamente per superare il test d’ingresso e quindi il test di ammissione a medicina.

La scuola non basta per superare i test di ammissione a medicina e chirurgia e facoltà a numero chiuso. Gli aspiranti medici, svolgono test di medicina, esercitazioni e simulazioni online. L’84% degli studenti ha, infatti, acquistato libri specifici mentre, il 37% ha svolto corsi specifici ai test medicina.

Figli d’arte? – Dai dati emerge che solo il 31% di coloro che hanno uno dei due genitori medico aspiri a diventare un futuro medico mentre, un buon 27% ha già provato a superare il test d’ingresso almeno una volta.

La maggioranza di coloro che sembrano voler intraprendere questo cammino lungo e difficoltoso, sulla spinta di sogni, aspirazioni e desideri sono i “non figli d’arte” ma, di questi, solo il 73% riescono ad entrare al primo tentativo ai test per medicina e chirurgia.

La motivazione –  sappiamo bene quanto i sogni e i nostri desideri più profondi ci spingano ad andare oltre ogni ragionevole rischio, a trovare la forza di andare avanti. Così, l’81% di questi studenti che ha una media pari o superiore ad 80/100 si prepara ai test con ogni mezzo possibile ed immaginabile.Gli studenti ammessi a Medicina e Chirurgia si sono mostrati motivati e coscienti della difficoltà di passare uno dei test più selettivi per rapporto tra numero di candidati e posti disponibili.

A proposito del test di ammissione – I quesiti dei test di medicina e chirurgia, infatti,  spaziano da argomenti di biologia a quelli di chimica, passando per la matematica e la fisica, materie studiate in maniera approfondita anche negli istituti tecnici da cui proviene, però, solo una bassissima percentuale di immatricolati. Questo perché probabilmente nei test per Medicina e chirurgia, i quesiti di logica e cultura generale possiedono maggiore rilevanza rispetto alle conoscenze tecniche, visto che in ogni prova di ammissione trenta dei sessanta quesiti sono di cultura generale.

Le procedure stabilite dal Miur per i test di accesso – Per evitare “disguidi” di ogni tipo, il MIUR stabilirà, per tutti gli Atenei d’Italia, procedure e modalità del test per l’ingresso ai corsi di Medicina e di Odontoiatria con successivo decreto. Inoltre, se avete altri quesiti o curiosità sono lieta di potervi dire che su facebook, il social network per eccellenza, è stata realizzata la pagina “Gruppo Test d’ammissione medicina 2014-2015” già seguita da più di quattro mila persone che condividono lo stesso sogno.

La critica – Molti studenti si sentono penalizzati dalla decisione del MIUR di far svolgere i test medicina ad aprile. Infatti, svolgendo i test medicina ad aprile gli studenti non acquisiscono tutte quelle importantissime nozioni che sono prerogativa dell’ultimo anno e degli ultimi mesi di scuola.

Per quanto concerne  tutti quegli studenti che lo scorso anno non sono stati ammessi a causa di un punteggio  insufficiente, grazie al bonus di maturità sono stati ricollocati in graduatoria con un punteggio più alto.

La domanda è: anche i giovani che ad aprile si appresteranno ad affrontare il test potranno usufruire del bonus maturità? In realtà, non ci è dato saperlo. Altro aspetto che vale la pena di affrontare è, senza dubbio, la mancata comunicazione di coloro che pur passando il test decidono di rinunciare. Quindi, questo ho comportato che molti candidati che avevano diritto ad ascriversi sono rimasti fuori. Dalla parte degli studenti c’è il CODACONS che ha messo in evidenza i nei dei criteri di valutazione utilizzati fino ad ora nelle prove in primis la mancanza dell’anonimato.

Inoltre, il Codacons ha invitato gli stessi studenti ad aderire al ricorso collettivo contro il numero chiuso per le facoltà di medicina e odontoiatria così da far valere il proprio diritto allo studio. Questa realtà risulta essere davvero complessa, confusa e, soprattutto, imprevedibile. Possibile che non ci siano mai delle regole chiare e valide per tutti? I giovani sono il futuro del nostro Paese, è mai possibile che anche nello studio debbano subire il peso dell’incertezza del loro futuro?


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy