• Google+
  • Commenta
17 novembre 2011

UNI(DI)VERSITÉ : Incontri italo francesi sullo Sviluppo sostenibile

Si terranno domani presso la sede di Architettura di Roma Tre due importanti incontri all’interno dell’Iniziativa « Uni(di)versité- Incontri italofrancesi sullo sviluppo sostenibile ». L’ambasciata di Francia in Italia in collaborazione con numerosi partner locali ha infatti programmato più di venti eventi tra convegni, tavole rotonde, caffè-scienza, conferenze e dibattiti incentrati sullo Sviluppo sostenibile e sulle tematiche ad esso relative, dalle questioni etiche alla presa in considerazione dei rischi, fino alle politiche pubbliche adottate.

La parola d’ordine di Uni(di)versité è “ interdisciplinarietà”: la filosofia e la fisica, l’urbanismo e la letteratura fino alla linguistica saranno coninvolte per approfondire un tema fortemente attuale ed urgente come quello dello Sviluppo sostenibile. Docenti e studenti universitari, ricercatori, protagonisti economici e istituzionali ma anche scrittori di Italia e Francia si confronteranno. Si cercherà di favorire nuovi progetti tra laboratori, scuole dottorali e lauree delle università dei due paesi e di valorizzare le ricerche e le sperimentazioni per creare un terreno di scambio e collaborazione.

Inauguratosi il 21 ottobre nell’ambito del Festival della Scienza di Genova nel quale Gérard Férey -chimico e premio Eni 2011- è intervenuto sui solidi porosi, materiali che possono fornire le soluzioni adatte ai problemi della società attuale nel campo dell’energia e dello sviluppo sostenibile, il ciclo di incontri di Uni(di)versité continuerà fino a gennaio 2012.

Domani alle 8.30 si terrà il seminario “Partecipazione, sostenibilità e appropriazione della città. Nuovi fenomeni, nuovi linguaggi” con la partecipazione di relatori italiani e francesi e realizzato grazie alla collaborazione di Lab TIPUS – Laboratorio sulle Tecnologie dell’Informazione per il Progetto Urbano Sostenibile, DICEA – Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale, Sapienza Università di Roma, Ecole nationale supérieure d’architecture de Nancy e Univeristé Paris Ouest – Nanterre La Défense.
Gli interventi focalizzeranno l’attenzione su percorsi di progettazione partecipata, sul recupero e la riqualificazione ambientale di spazi abbandonati o degradati, sull’agricoltura urbana, sui conflitti urbani, sulle pratiche di appropriazione e significazione degli spazi.

Alle 15,00, sempre l’ex mattatoio di Roma sede della Facoltà di Architettura di Roma Tre ospiterà l’istallazione “Arti Civiche e Nuovi linguaggi nelle narrazioni partecipative e sostenibili delle città”, nata dalla collaborazione tra il Lab TIPUS, DICEA, Sciences Po Paris, Exyzt e l’Università degli Studi Roma Tre. L’istallazione artistica sarà accompagnata da una rassegna di film e documentari che riporteranno le tematiche del confronto creativo e la partecipazione di nuovi soggetti nella
costruzione collettiva dei territori urbani.

Benedetta Michelangeli

Google+
© Riproduzione Riservata