• Google+
  • Commenta
28 marzo 2012

Donare il sangue con un videoclip

Donare il sangue è un gesto di solidarietà e umanità che consente anche un controllo accurato e costante del nostro stato di salute, troppo spesso trascurato per poca informazione o per paura.

Per questo, per sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto i giovani, il Centro Nazionale Sangue e Pubblicità Progresso, in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di sangue, che avverrà il 14 giugno,  daranno vita ad un nuovo concorso, sull’onda della larga partecipazione che i contest rilevano in qualsiasi campo, aiutati anche dai social network.

Il concorso è rivolto ai giovani tra i 18 e i 28 anni, i quali saranno invitati a realizzare un video che riesca a proporre, in modo originale, il messaggio dell’importanza della donazione.

Ogni video non dovrà superare i 5 minuti, e potrà essere di vario tipo, dal cortometraggio classico al videoclip musicale.

Finalità del messaggio dovrà essere la promozione di uno stile di vita sano, primo requisito per essere un perfetto donatore, e del ruolo importante del sangue nei casi d’emergenza e non solo.

I video prodotti saranno giudicati e selezionati da una giuria di esperti in comunicazione, i quali creeranno una lista degli elaborati migliori: tra questi si potranno votare, dal 23 maggio al 9 giugno, tramite i “Mi Piace” sui social network, quelli che a proprio gusto abbiano maggiormente rispecchiato il senso del concorso e trasmesso con successo il messaggio.

Dalla media dei voti social e quelli della Giuria di Qualità, verrà decretato il vincitore e l’attribuzione dei premi: un iPad 3, un iPhone 4 e un iPod touch.

La partecipazione al concorso è aperta fino al 20 maggio.

Lo slogan dell’evento, già utilizzato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sarà: “Every blood donor is a hero“.

Ogni donatore di sangue è un eroe, perché non solo manifesta la sua presenza attiva nel mondo, ma la comunica e la trasmette anche agli altri,  a chi ne ha bisogno, sia come messaggio educativo che come atto di partecipazione alla vita, propria e collettiva; è un eroe perché valica i pregiudizi e ogni tipo di timore, riconoscendo in questi atteggiamenti risultati di ignoranza ed indifferenza.

Is a hero” perché mette a disposizione una delle risorse più vitali del nostro corpo ad ogni emergenza, potremmo dire, quasi come un supereroe.

Google+
© Riproduzione Riservata