• Google+
  • Commenta
2 aprile 2012

Chiara Daraio protagonista negli Usa

Chiara Daraio

La storia di Chiara Daraio è la storia di tanti studenti e ricercatori andati via dall’Italia, ma la vicenda di Chiara ha davvero dell’incredibile.

Chiara Daraio

Chiara Daraio

Dopo aver inviato due candidature per il Politecnico di Milano, entrambe rigettate per motivi ancora ignoti, decise di proseguire gli studi negli Stati Uniti. Infatti, dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica all’Università di Ancona (sua città natale) riesce grazie al suo relatore, ad ottenere dei contatti per svolgere uno stage negli Stati Uniti e proseguendo gli studi all’Università della California.

Negli States Chiara Daraio ha approfondito lo studio sui sistemi non-lineari e poi frequenta un dottorato in Scienza dei Materiali e Ingegneria. Tanto studio e tanta passione portano Chiara Daraio ad essere assunta come Assistente al California Institute of Technology (Caltech) e successivamente viene promossa docente di Aeronautica e Fisica applicata.

Breve biografia di Chiara Daraio

La giovane docente Chiara Daraio è stata premiata “Brilliant 10” come scienziata under 40. La donna è responsabile di un gruppo di ricerca all’Università nella quale insegna, che ha originato delle lenti acustiche in grado di generare segnali molto potenti. Il futuro impiego di queste creazioni faciliteranno le tecniche diagnostiche con una risoluzione ben definita.

La scelta di proseguire gli studi in America e di realizzare l’esperienza professionale, unita a quella personale, non ha per nulla turbato Chiara Daraio. Il sistema americano è molto diverso da quello italiano nell’ambito della ricerca e non a caso molti ricercatori abbandonano l’Italia proprio per mancanze di fondi destinati a questo settore.

Il sistema degli Usa si basa su una profonda meritocrazia ed offre opportunità ai giovani che in altre parti del mondo viene a mancare. Insomma, una serie di condizioni positive che hanno fatto decollare la carriera di Chiara, dalla sua vita studentesca a quella attuale di docente ordinario, di mamma e di moglie.

Questa è la storia di Chiara Daraio, una ragazza che è riuscita a crearsi il proprio futuro in una terra dove la ricerca è premiata. Invece, i ricercatori in Italia vivono tra mille difficoltà, da quelle economiche a quelle di emergere nel proprio campo eppure la volontà di rimanere nel Belpaese ci sarà sempre a costo di continuare a fare sacrifici.

Studenti che credono nel sistema italiano, lo stesso paese che ogni giorno sforna migliaia di cervelli geniali, a dimostrazione del fatto che in ogni clamorosa ricerca, nello staff c’è sempre uno scienziato di origini italiane. Non lasciamo che altri “cervelli” abbandonino l’Italia!

Google+
© Riproduzione Riservata