• Google+
  • Commenta
9 giugno 2012

Emilia: live, un successo anche senza Vasco

Ben 10.000 biglietti venduti in un solo giorno: questi i primi dati, resi pubblici da Assomusica, sulle prevendite per Emilia: live, il megaconcerto che si terrà allo stadio Dall’Ara di Bologna il prossimo 25 giugno a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto.

Di questo evento, largamente pubblicizzato, vi avevamo dato notizia qualche giorno fa, precisando che molti degli artisti invitati a parteciparvi erano ancora in forse. A distanza di quasi una settimana, molti di loro hanno confermato la loro presenza: tra i tanti che hanno aderito in questi giorni, vanno segnalati Ligabue, Zucchero, Laura Pausini, Samuele Bersani, i Modena City Ramblers, gli Stadio e Andrea Mingardi. Per l’occasione tornerà a cantare, dopo diversi anni, anche Caterina Caselli, che dovrebbe duettare con alcuni degli altri ospiti.

Oltre alle numerose adesioni, bisogna però dar conto di due pesanti forfait: al concerto, infatti, non parteciperanno Gianni Morandi e soprattutto Vasco Rossi. L’assenza del cantante modenese è senza dubbio quella più pesante, anche perché Rossi l’ha motivata con toni piuttosto polemici. Il motivo della mancata partecipazione al concerto è stato infatti spiegato da Rossi con queste parole sulla sua pagina Facebook ufficiale: “No. Non parteciperò a nessun concerto di beneficenza. Non amo quel modo di farla, poco costoso e poco faticoso. Certo rispetto chi la fa così, ci crede ed è sincero. Ma io penso che la beneficenza si debba fare tirando fuori i soldi dal proprio portafoglio, senza troppo spettacolo e pubblicità”.  Non è una novità, negli anni Vasco ha abituato il pubblico ad uscite controcorrente e sopra le righe, ma forse neppure i suoi fans più accaniti si sarebbero aspettati, in queste circostanze, una simile presa di posizione: superfluo precisare che i commenti in proposito, sia favorevoli sia critici, si sono sprecati, e c’è da pensare che la polemica si trascinerà ancora per un bel po’.

L’assenza dal cartellone di due artisti di grande fama come Vasco e Morandi non sembra però intaccare il successo del concerto: i primi dati sulle prevendite sono assai confortanti per gli organizzatori, e a quanto pare la vendita dei biglietti, acquistabili a 30 euro l’uno sui circuiti TicketOne, Booking Show e Charta Viva Ticket (che date le circostanze hanno rinunciato a percepire contributi), procede spedita, tanto che si sta già lavorando per allestire un secondo concerto di beneficenza il 15 settembre al Campovolo di Reggio Emilia. Sulla trasparenza delle procedure adottate per l’utilizzo dei proventi della serata del 25 giugno ha garantito in prima persona il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, che in una dichiarazione riportata dal Corriere di Bologna ha tenuto a precisare che “tutte le risorse saranno destinate alle aree terremotate e non ci saranno biglietti gratuiti”, aggiungendo che sarà approntato “un sistema trasparente e verificabile” di investimento non solo del ricavato del concerto, ma anche, per fare un esempio, dei 50.000 euro che la SIAE ha deciso di stanziare per sostenere gli abitanti delle zone colpite dal sisma.

Google+
© Riproduzione Riservata