• Google+
  • Commenta
21 giugno 2012

Notti bianche all’UniCal – Università della Calabria: stasera l’inizio

DotNetCampus 2012 a Unical
Notti bianche all’UniCal

Notti bianche all’UniCal

Avrà inizio stasera il tanto atteso programma dell’evento Notti bianche all’UniCal che avrà luogo presso l’Università della Calabria, dal 21 al 23 giugno.

Si tratta di una tre giorni di fitti incontri culturali e formativi, in cui avranno luogo mostre, seminari e rassegne artistico-musicali che interesseranno l’intera struttura del grande campus cosentino.

Come ha riportato nella conferenza stampa di presentazione il rettore dell’ateneo calabrese, prof. Giovanni Latorre, la manifestazione è stata sottoscritta appieno dalla totalità dell’area direttivo-amministrativa ed ha trovato favorevole riscontro sia nell’ambiente studentesco che in quello, più generale, delle variegate strutture associative e culturali.

L’idea che è stata alla base della manifestazione che quest’oggi avrà il via è quella di rendere accessibile il campus non solo agli studenti tout court, bensì anche alla restante comunità calabrese ed al suo territorio. Il tutto, poi, nelle suggestive panoramiche delle ore notturne.

Una cornice di certo affascinante che tocca l’apice delle attività e manifestazioni messe in piedi per il traguardo dei 40 anni dell’ateneo calabrese. Le “Notti bianche” si svolgeranno in più luoghi specifici (Centro Residenziale, piazzale aula magna, centro sportivo, anfiteatro polifunzionale, Teatro Auditorium, ecc.) e permetteranno di assistere a rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali e musicali, osservazioni astronomiche, presentazioni di libri e mostre, visite di laboratori e centri d’eccellenza e, altresì, alle partite del Campionato Europeo di calcio in corso.

La manifestazione avrà sin da subito un ospite di eccellenza: il paroliere e poeta di successo Giulio Rapetti Mogol, protagonista, a partire dalle ore 21, della conferenza sul tema “Identità e valore della cultura popolare” presso lo University Club della stessa università cosentina.

Google+
© Riproduzione Riservata