• Google+
  • Commenta
21 luglio 2012

Test Invalsi: difficoltà in italiano e matematica per gli studenti stranieri

Test Invalsi: gli studenti stranieri hanno riportato risultati peggiori rispetto a quelli italiani.

Secondo i risultati dei tanto commentati e criticati test Invalsi, sottoposti negli scorsi mesi a circa tre milioni di alunni delle scuole italiane, gli studenti stranieri avrebbe conseguito risultati in media peggiori rispetto a quelli dei ragazzi italiani.

Difficoltà sono state riscontrate soprattutto in matematica e italiano. Ad essere stati penalizzati, non solo i figli di immigrati che hanno trascorso i primi anni di scuola nel paese d’origine, ma anche i ragazzi nati e cresciuti in Italia.

L’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione ha valutato in particolare gli studenti di seconda e quinta elementare e quelli di seconda media, stilando quindi un rapporto che presenta le diverse distribuzioni nazionali dei punteggi degli allievi distinti in base alla loro origine.

Sono state distinte diverse categorie: alunni con cittadinanza italiana e alunni stranieri di prima o seconda generazione. Gli alunni stranieri di prima generazione sono quelli che, nati nel paese d’origine dei genitori, vi hanno anche trascorso i primi anni di scuola, per poi giungere in Italia; quelli di seconda generazione sono invece quelli trasferitisi nel nostro paese in età prescolare o nati in Italia.

Dal rapporto Invalsi si legge: “Come era in parte da attendersi, gli allievi stranieri di prima generazione conseguono risultati medi più bassi e sono più rappresentati nelle parti basse della distribuzione dei punteggi. Gli studenti di seconda generazione mostrano un andamento simile a quello degli alunni stranieri di prima generazione, sia nella prova di Italiano che nella prova di Matematica, anche se i loro risultati tendono ad esser un po’ più vicini a quelli degli studenti di nazionalità italiana.”

Il rapporto continua prendendo quindi in esame i punteggi stessi riportati nelle prove: “In generale, a livello dell’Italia, lo scarto medio tra studenti di prima generazione e studenti italiani è di 23 punti in meno in Italiano e di 16 punti in meno in Matematica, mentre fra studenti stranieri nati in Italia e studenti italiani il gap si riduce, rispettivamente, a 16 punti in meno nella prova di italiano e 12 punti in meno nella prova di Matematica. Tutte le differenze sono in ogni caso significative.”

Google+
© Riproduzione Riservata