• Google+
  • Commenta
9 settembre 2012

Stretta sull’immigrazione universitaria a Londra

Aggiornamenti riguardanti la situazione di espulsione dal paese per gli studenti stranieri che avevano ricevuto un visto di studio alla London Metropolitan University nel territorio britannico.

Sono oltre 2600 gli studenti a cui è stato revocato il permesso di permanenza sul suolo britannico.
La UK Border Agency ha stabilito determinati criteri per capire quanti studenti iscritti alla London Met siano provvisti di permesso di soggiorno e quanti conoscano l’inglese.

Dati presi dal Daily Telegraph confermano che

25 su 100 studenti presi come campione, che hanno frequentato corsi tra il dicembre 2011 e il maggio 2012 sono sprovvisti di permesso di soggiorno.

Solo 30 su 50 hanno avuto verifiche sulla loro comprensione e capacità di utilizzo dell’inglese.

57% sul campione di 250 studenti non frequenta le lezioni.

L’unica opportunità, come era già stato riportato QUI, verrà data dal primo ottobre; gli studenti saranno costretti ad andarsene da Londra o a trovare un’altra università che li ospiti.

Per circa 500 studenti che sono ritenuti colpevoli di infrazioni più gravi ancora è stata decisa l’espulsione immediata.

Già in precedenza la London Metropolitan University era stata messa in difficoltà dall’UKBA.
Nel 2009 era stata accusata di falso in bilancio e le era stato richiesto il pagamento di una multa di 36,5 milioni di sterline.
Questo nuovo provvedimento di controllo da parte della UK Border Agency vedrà nascere nuovi attriti. La realtà Accademica accusata di avere avuto manica larga subirà una perdita stimata sui 30 milioni di sterline, senza contare le possibili richieste di rimborso da parte degli studenti che verranno espulsi.

Buona parte di coloro che stanno manifestando, fuori dal palazzo del Ministero degli interni in questi giorni, sono studenti che hanno avuto una carriera scolastica impeccabile e che hanno impiegato molte risorse per rimanere sul territorio inglese.

Alcune considerazioni riportate dal Daily Telegraph suggeriscono che questa sia una presa di posizione politica nei confronti dell’università londinese e che personaggi di spicco del ramo conservatore stiano spingendo questò ritrovato controllo burocratico per dare un’ulteriore stretta all’immigrazione straniera nel paese britannico.

Fonte Foto: www.telegraph.co.uk

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy