• Google+
  • Commenta
4 Marzo 2019

Artonauti: le nuove figurine che raccontano arte e storia

Figurine Artonauti
Figurine Artonauti

Figurine Artonauti

Artonauti è il titolo della nuova raccolta di figurine che raccontano arte e storia.  Il nuovo album la cui edizione è WizArt esce il 15 Marzo,  costo di tre euro: in omaggio 3 pacchetti di figurine.

I protagonisti della raccolta saranno le opere dei più grandi artisti della storia dell’arte: un percorso che accompagna bambini e ragazzi, dai 7 agli 11 anni, nei meandri della bellezza artistica. Lo scopo del nuovo album di immagini d’arte è educare le nuove generazioni all’arte, in un viaggio divertente e appassionato da collezionare e condividere con tutti. Le figurine non passano mai di moda e gli Artonauti  sfruttano il passatempo più cult di sempre per uno scopo socioculturale e pedagogico.

Monet, Michelangelo e Klimt tolgono lo scettro a calciatori, principesse e supereroi e si preparano ad essere scambiati, barattati, incollati e collezionati.

Tra le pagine non mancheranno indovinelli, curiosità e consigli per creare mini-opere d’arte.

Artonauti:  album di figurine sulla storia dell’arte, idea e progetto di Daniela Re e Marco Tatarella

216 figurine, 64 pagine: il nuovo album raccoglie 65 opere e 28 illustrazioni dei grandi maestri della storia dell’arte.

Il progetto nasce dall’idea di Daniela Re, insegnante specializzata nella riabilitazione cognitiva, e Marco Tatarella, a capo della casa editrice 22publishing. Insieme hanno creato l’impresa no profit WizArt S.r.l.i.s, vincitrice della quarta edizione di “Innovazione Culturale“.

«L’idea è nata una sera a cena, parlavamo di come è importante avvicinare i bambini alla bellezza fin dalla più tenera etàaffermano i vincitori – e così abbiamo pensato “Sarebbe bello se ci fosse un album che al posto dei calciatori proponesse le opere d’arte. Dipinti che si svelano completando l’album!” Ci siamo guardati negli occhi e senza un attimo di esitazione abbiamo detto “facciamolo”! Era il 2015 e oggi tutto questo è diventato realtà!»

Il nuovo progetto di immagini d’arte da incollare sull’album la cui edizione WizArt pone svago e divertimento al servizio dell’arte: educare le giovani generazioni al bello e al gusto estetico è direttamente proporzionale all’arricchimento culturale.

Daniela Re, sul sito ufficiale Artonauti, spiega che l’album nasce come «un prodotto che avvicini i bambini all’Arte fin da piccoli, facendo leva sul meccanismo di apprendimento più naturale che esista: il gioco.»

Il progetto vede i suoi primi albori già nel 2016, quando l’album fu portato nelle scuole di Milano registrando un risultato sorprendente: i genitori raccolsero l’idea con approvazione. I bambini interagirono al nuovo gioco con passione e attenzione, scambiando con naturalezza le diverse figurine.

Sempre Daniela Re spiega come le radici di queste nuove figurine siano solide. Perché è un progetto nato sul campo, nelle scuole, dall’esperienza di insegnanti e genitori che vivono e conoscono il mondo della scuola.

Quali sono le pagine e le principali figurine Artonauti sulla storia dell’arte.

Vediamo qual è il significato del nome Artonauti. Nasce dall’unione di “arte” e “astronauti”. Con chiaro riferimento ai mitici Argonauti alla ricerca del vello d’oro. I bambini, accompagnati da Ale, Morgana e il cane Argo, viaggeranno nelle diverse epoche alla ricerca dei capolavori dell’arte.

Le principali figurine completano le opere d’arte più famose come la Primavera di Botticelli o la Creazione di Adamo nella Cappella Sistina, le ballerine di Degas o la Scuola di Atene di Raffaello. Le pagine principali dell’album percorrono diverse ere storiche che spaziano dall’antico Egitto alle Avanguardie del ‘900.

All’interno di ogni pacchetto di figurine uscirà una Twin Card. Sono 25 coppie di carte che creano un ulteriore gioco per memorizzare facilmente le opere.

L’arte si è trasformata in un gioco da ragazzi: giocare e amare la bellezza sono la chiave di successo degli Artonauti.

Google+
© Riproduzione Riservata