• Google+
  • Commenta
23 Settembre 2019

Resoconto quarta giornata serie A: Inter inarrestabile, Juve seconda

Qualificazioni Euro 2020 Svezia Vs Spagna
Resoconto quarta giornata serie A

Resoconto quarta giornata serie A

Resoconto quarta giornata serie A 2019-2020: quello che c’è da sapere sul massimo campionato italiano di calcio dopo le prime quattro partite della stagione.

Inter inarrestabile, Juve e Napoli inseguono. Bene anche Roma e Lazio, Milan deludente.

Archiviata la quarta giornata di campionato che ha visto Cagliari e Genoa aprire il turno venerdì sera alla Sardegna Arena con i padroni di casa. Che hanno avuto la meglio sulla squadra di Andreazzoli per 3-1 e Lazio e Parma.

Andiamo a vedere più da vicino il resoconto della quarta giornata serie A nel weekend appena conclusosi.

Continua inarrestabile la marcia dell’Inter di Antonio Conte che dopo il mezzo scivolone di Champions contro lo Slavia Praga piega, nel Derby della Madonnina, un triste e opaco Milan grazie alle reti di Brozovic e Lukaku.

Inizio infatti non particolarmente sfavillante per i rossoneri di Giampaolo che sebbene i 6 punti in classifica ottenuti grazie alle vittorie contro Brescia ed Hellas Verona. Continuano a non convincere sul piano del gioco e soprattutto continuano a non trovare la via della rete. Dopo 4 partite sono infatti appena due i gol messi a segno dalla squadra del tecnico giuliese. Di cui uno, realizzato da Piatek, su calcio di rigore.

Resoconto quarta giornata serie A, Juventus, Napoli, Roma e Lazio subito dietro i nerazzurri

Secondo il nostro resoconto quarta giornata serie A, tiene il passo dei nerazzurri la Juventus di Maurizio Sarri. Che dopo il mezzo passo falso in Champions contro l’Atletico Madrid, piega un arcigno Hellas Verona, che era addirittura passato in vantaggio allo Stadium con un eurogol di Miguel Veloso, grazie alla prima rete in bianconero del gallese Ramsey e ad un rigore del solito Cristiano Ronaldo.

Bene anche il Napoli di Carlo Ancelotti che al Via Del Mare di Lecce piega senza problemi la squadra di Fabio Liverani. 1-4. Il punteggio a favore dei partenopei che trovano in Fernando Llorente, autore di una doppietta, l’uomo in più di queste prime giornate di campionato.

Blitz della Roma a Bologna che batte 1-2 i felsinei nel finale grazie ad un colpo di testa del sempre più determinante Edin Dzeko su assist di Lorenzo Pellegrini. I giallorossi, ricordiamolo, erano passati in vantaggio grazie ad un preciso calcio di punizione di Aleksander Kolarov prima di farsi raggiungere da un calcio di rigore di Nicola Sansone.

Ritorna alla vittoria anche la Lazio di Simone Inzaghi che dopo le sconfitte contro Spal e Cluj, ritrova la gioia del successo battendo 2-0 all’Olimpico, grazie ai gol di Immobile e Marusic, uno spento Parma che in 90 minuti non crea alcun pericolo alle porta di Strakosha.

Tutte le altre partite del campionato del weekend

Seconda vittoria consecutiva per il Cagliari di Maran che alla Sardegna Arena batte 3-1 il Genoa di Aurelio Andreazzoli. Nel resoconto quarta giornata serie A registriamo che torna al successo, dopo il 4-2 subito dalla Roma la scorsa settimana, il Sassuolo di Roberto De Zerbi che a Reggio Emilia batte con un incontestabile 3-0 la Spal di Leonardo Semplici.

Prima vittoria in campionato invece della Sampdoria di Eusebio Di Francesco che a Marassi sconfigge 1-0 il Torino di Walter Mazzarri grazie alla prima rete in campionato di Manolo Gabbiadini.

Seconda vittoria in campionato per il Brescia di Eugenio Corini che nella giornata di sabato sbanca la Dacia Arena di Udine battendo 0-1 i padroni di casa di Igor Tudor grazie ad un gol di Romulo.

Infine pari pirotecnico tra Atalanta e Fiorentina che al Tardini di Parma (i nerazzurri giocano le proprie partite casalinghe in Serie A lontani da Bergamo per via dei lavori di ammodernamento dell’Atleti Azzurri d’Italia) impattano 2-2 dopo una gara a dir poco spettacolare.

Doppio vantaggio viola con Chiesa e Ribery che illudono Montella di poter festeggiare la prima vittoria in campionato. La squadra del tecnico campano infatti dopo i due gol segnati si addormenta e prima permette ad Ilicic di accorciare le distanze e poi a Castagne, nel finale, di trovare la rete del definitivo 2-2 con un bel tiro al volo di destro.

Google+
© Riproduzione Riservata