Piante per curare la bronchite: quali sono e controindicazioni

Bruna Esposto 7 Gennaio 2021

Come eliminare il catarro dai bronchi in modo naturale: ecco l’elenco completo delle piante per curare la bronchite e le erbe medicinali con proprietà espettoranti.

Curcuma, zenzero e liquirizia, sono alcune delle erbe e piante per curare la bronchite naturalmente. Grazie alle loro proprietà anticatarrali, bechiche, espettoranti, mucolitiche, antisettiche e antibiotiche sono in grado di curare la bronchite acuta, cronica ed asmatica, alleviandone i sintomi e migliorare la respirazione.

Prima di capire come eliminare il catarro dai bronchi in modo naturale, occorre capire che cos’è,  quali sono i sintomi della bronchite, come riconoscerla, le cause e come si cura.

La bronchite è l’infiammazione della mucosa che riveste internamente le pareti dei bronchi. Le cellule della parete dei bronchioli s’ingrossano, facendo diminuire lo spazio per il passaggio dell’aria. Ciò porta alla formazione di muco, nel tentativo di eliminare le sostanze irritanti. I sintomi sono la tosse secca, grassa, difficoltà respiratorie, motorie, naso chiuso, febbre e spossatezza generale.

Può essere di 2 tipi:

  • Acuta: quando ha un esordio improvviso. Può essere infettiva se è causata da virus o batteri, irritativa se la causa scatenante è lo smog o il fumo di sigarette, oppure asmatica quando si è in presenza di un soggetto asmatico.
  • Cronica: dovuta all’esposizione prolungata nel tempo ad agenti che hanno danneggiato i bronchi, con poche o nulle possibilità di recupero.

Cosa fare se si hanno i sintomi di questa patologia? Cambiare l’alimentazione. Una dieta ricca di zinco, selenio, omega-3 e vitamine (C, E, A) può aiutare a ridurre i sintomi e ad accelerare la guarigione. La fitoterapia ci viene in aiuto con rimedi fitoterapici e cure naturali che ci permettono di capire come curare la bronchite senza antibiotici, attraverso erbe officinali che fluidificano il muco e riducono la tosse.

Quali sono le piante per curare la bronchite e come usarle: elenco completo

Quali sono le migliori erbe e piante medicinali con proprietà espettoranti, bechiche e antibiotiche? Ecco la lista completa delle piante per curare la bronchite:

  • Curcuma: il migliore antinfiammatorio e antibiotico per bronchite naturale. Contiene vitamina C e ha elevate proprietà immunostimolanti, antitumorali ed espettoranti. Consigliato in caso infiammazioni alle vie respiratorie (mal di gola, tosse e polmonite) e raffreddore.
  • Zenzero: tra i migliori broncodilatatori in erboristeria e non solo, è in grado di alleviare la bronco-costrizione, aiutando a respirare meglio nei soggetti che soffrono di asma o di piccoli fastidi respiratori. Riduce il processo infiammatorio dell’organismo grazie alle sue proprietà antibiotiche e antinfiammatorie.
  • Altea: è tra le piante per curare la bronchite e aiutare la respirazione. Le foglie sono usate per il trattamento delle problematiche legate alle vie respiratorie (tosse e mal di gola), infatti ha proprietà antinfiammatorie, emollienti, bechiche e sedative per la tosse.
  • Piantaggine: ha proprietà antinfiammatorie ed espettoranti. Utile in caso d’infiammazioni delle mucose che rivestono bocca, gola e vie respiratorie, in caso tosse, catarro, br. cronica, allergia, sinusite.
  • Echinacea: ottima in caso di tosse e le problematiche a carico delle vie respiratorie. Dalle sue radici si ottengono degli estratti importanti sia per la prevenzione che per l’attacco alle malattie da raffreddamento.
  • Timo: grazie alle sue proprietà espettoranti, antisettiche e antibatteriche aumenta la produzione di secreto bronchiale, facilitandone l’espulsione, contrasta tosse, asma.
  • Elicriso: usato nel trattamento di alcuni disturbi delle vie respiratorie come tosse, asma e bronchite. Favorisce l’eliminazione del catarro e attenua gli spasmi e le infiammazioni di origine allergica della mucosa nasale.
  • Liquirizia: la sua radice ha un’azione espettorante, calmante e sedativa sulla tosse, in particolare contro la tosse grassa.
  • Eucalipto: ottimo in caso di infiammazioni dell’apparato respiratorio, svolge un’azione disinfettante e stimola la respirazione.

Quali sono le migliori erbe contro la bronchite

Qual è il più potente rimedio e cura naturale contro la bronchite? Non ne esiste solo uno, anzi, l’associazione di più piante favorisce la guarigione e la riduzione dei sintomi. Curare la tosse con la fitoterapia, come pure pulire e rafforzare i bronchi con piante medicinali, erbe balsamiche ed officinali, consente di ridurre il consumo di farmaci.

La parte da utilizzare dello zenzero, è la radice e può essere utilizzata fresca o secca,  sotto forma di tisane, decotti o semplicemente per insaporire deliziosi piatti. La curcuma, che insieme allo zenzero vengono spesso usate insieme per preparare una tisana per respirare meglio. Mentre se volete preparare un ottimo infuso balsamico occorrono 35g di pino (gemme), 30g di fiori di malva, 25g di radice di liquirizia, 10g di menta. Un cucchiaio di questa miscela va lasciato infondere in una tazza di acqua bollente per 20 minuti. Il timo e l’eucalipto possono essere assunti sotto forma di infusi, inalati attraverso suffumigi (acqua calda, bicarbonato e poche gocce di olio essenziale, oppure assunte in gocce sotto forma di gemmoderivati o estratti idroalcolici).

Tra le piante per curare la bronchite con rimedi naturali, c’è l’altea che si trova in commercio come tintura madre o come preparato secco per tisane. La piantaggine viene assunta sotto forma di sciroppi, infusi, estratti o tintura madre assumendo, in linea generale, 40 gocce per 2 volte al giorno. L’elicriso è assunto sotto forma di  sciroppo, tintura madre oppure di tisana, preparata ponendo 2gr di foglie in una tazza di acqua bollente, (2 volte al giorno). L’echinacea si trova in commercio come preparato per infusi, pura oppure in aggiunta ad altre erbe come l’erisimo e la salvia, oppure sotto forma di macerato glicerico, ottimo per fare degli sciacqui in caso di mal di gola.

Quando usare le erbe e piante per curare la bronchite e controindicazioni

Nonostante l’indiscussa efficacia di questi rimedi naturali contro la bronchite e gli innumerevoli benefici che le piante medicinali apportano alla salute occorre sempre fare comunque attenzione alle controindicazioni e effetti collaterali.

È buona regola, consultare il proprio medico curante prima di utilizzare un qualsiasi rimedio naturale. Specialmente in caso di malattie pregresse, assunzione di farmaci o integratori alimentari, in caso di gravidanza e allattamento, nei bambini, oppure in caso di allergia verso uno o più componenti che lo costituiscono. Ogni pianta, come è ovvio che sia ha delle proprie caratteristiche, proprietà controindicazioni ed effetti collaterali, ecco perché è fondamentale rispettare sempre le dosi consigliate.

Gli estratti della radice di altea contengono mucillagine che le conferiscono una forte attività ipoglicemica, quindi è controindicata ai soggetti in trattamento con insulina o ipoglicemizzanti orali, perché può ridurre ulteriormente i livelli glicemici.

L’assunzione di zenzero e curcuma è sconsigliata se si fa uso di farmaci per il diabete, antinfiammatori e anticoagulanti, specialmente prima di un’intervento. Lo zenzero può provocare gastriti e ulcere se si superano le dosi giornaliere. Non esistono particolari controindicazioni per l’assunzione della piantaggine. Si consiglia di evitarne l’uso in caso di allergia accertata verso le piante del genere Plantago. Per l’elicriso non sono noti effetti collaterali, controindicazioni o eventuali interazioni con altri farmaci. Può causare allergie solo in soggetti con ipersensibilità verso la pianta.

L’echinacea presenta pochi effetti collaterali. La sua azione immunostimolante la rende controindicata in pazienti in terapia immunosoppressiva (trapianti, malattie autoimmuni). È sconsigliata a chi è allergico alle piante della famiglia delle Asteracee. La liquirizia deve essere evitata da chi soffre di ipertensione,  ipopotassiemia e ipenatriemia, o ha problemi di grave insufficienza renale, cirrosi epatica e diabete.

© Riproduzione Riservata
avatar Bruna Esposto Sono una naturalista con la passione per la scrittura.Nel 2015 ha deciso di aprire un blog che le permettesse di unire la passione per la natura e la fotografia con la sua esigenza di raccontare e raccontarsi.Dal 2017 grazie al suo blog e al suo profilo instagram ha lavorato come Influencer marketing e content creator collaborando con oltre 100 brand in tutto il mondo, realizzando per loro articoli e fotografie.Grazie ai contatti su instagram ha potuto collaborare con giornali online. Questa esperienza è stata fondamentale in quanto l’ha spronata a migliorarsi e ad approfondire le tematiche relative alla Seo, l’html e Wordpress. Leggi tutto