• Google+
  • Commenta
29 agosto 2014

Serie-A calendario 2014: campionato e giocatori serie-A per Maradona

News Serie A

Serie-A 2014-2015: i club italiani, l’addio degli sponsor e le illusioni europee. Intervista esclusiva a Diego Maradona Junior

Calciatori Serie-A

Calciatori Serie-A

“Purtroppo oggi la Serie-A sta affondando nelle retrovie del calcio europeo. Va collocata a ridosso di campionati importanti come quello inglese, spagnolo e tedesco. Altri Paesi hanno investito su giovani e strutture. L’Italia, da questo punto di vista, ha ancora tanto da migliorare”.

E’ tutto pronto per il fischio d’inizio del campionato di Serie-A.

Sabato 30 agosto andrà in scena le vernissage della nuova stagione calcistica italiana. Alle ore 18:00, allo stadio Bentegodi di Verona, il Chievo di Corini e la Juventus di Allegri si affronteranno nel primo anticipo della Serie-A.

C’è grande attesa anche per il big match di domenica, Milan – Lazio. I bookmaker danno per favorito il team del neo tecnico Inzaghi, rimpinguato da due preziosi tasselli: gli ex Psg, Alex e Menez. Nella Lazio, invece, le principali insidie proverranno dalla verve del giovane Keita, e dall’esperienza di Miroslav Klose.

Prologo del torneo italiano ed epilogo europeo: crisi dei 7 anni

Il feeling tra le squadre italiane e le floride competizioni europee è, ormai, sempre più sfuggente. Dalla stagione 2006-2007 al 2014, soltanto due team sono riusciti a lambire almeno le semifinali di un grande torneo continentale. La recente sconfitta del Napoli, maturata nell’inespugnabile Catedral di Bilbao, non lascia ben sperare. I club di Serie-A, purtroppo, faticano a reggere il passo delle rivali europee. Quest’anno, infatti, soltanto due italiane (Roma e Juventus) assaporeranno il fascino della Uefa Champions League.

Campionato di Serie-A 2014

Calciatori di Serie-A

Calciatori di Serie-A

La Serie-A non è più quella di una volta. Le squadre italiane sono afflitte da una deleteria parabola discendente, e il divario tecnico-economico è ormai giunto a livelli siderali. I grandi campioni scelgono di approdare in campionati dotati di ben altro appeal, abbandonando manti erbosi dello stivale. Gli introiti relativi ai diritti TV non sembrano in grado di trainare il vegliardo sistema italiano al di fuori del pantano. E, come se non bastasse, gli sponsor, impressionati negativamente dagli stadi vuoti ed obsoleti, sono in procinto di abbandonare la nave.

A pochi giorni dall’inizio della stagione di Serie-A 2014-2015, infatti, sette squadre (Roma, Fiorentina, Lazio, Genova, Sampdoria, Palermo e Cesena) risultano ancora prive di sponsor.

L’inesorabile declino della Serie-A del resto, affonda le proprie radici, paradossalmente, nel decennio d’oro del calcio italiano. Dal 1988 al 1998, il nostro è stato il campionato più ricco ed ambìto del globo. I top player, gli sponsor e le grandi multinazionali ne erano, a dir poco, stregati. Tutto andava per il verso giusto. Poi, all’improvviso, la Serie-A è sprofondata in un baratro, in una voragine dalle dimensioni spropositate. Perché? Semplice. I grandi club non hanno pensato al futuro. Non hanno investito le cospicue ricchezze accumulate. Così, mentre Germania, Spagna ed Inghilterra hanno avuto il coraggio di attuare politiche di risanamento, l’Italia, accecata dai bagliori del successo, si è seduta sugli allori.

Pronostici e Futuro della Serie-A per Diego Armando Maradona Junior

Diego Armando Maradona Junior

Diego Armando Maradona Junior

Figlio del Dio del Calcio, il pibe de oro Diego Armando Maradona, Diego junior, al secolo Sinagra, dal leggendario padre non ha ereditato solo l’aspetto fisico, ma anche la passione per il calcio.

La sua, infatti, è una carriera di tutto rispetto. 7 anni nella primavera del Napoli, l’esordio con la maglia della nazionale under 17, poi la gloria e i bagliori televisivi del Cervia.Dal 2008, si è dedicato al beach soccer, divenendo uno dei più apprezzati giocatori della nazionale italiana, con la quale, del resto, a Marsiglia, ha conquistato una storica medaglia d’argento. Nel frattempo, ha indossato le maglie del Quarto, Forio, Arzanese, San Sebastiano e, infine, A.s.d. San Giorgio.

Diego, qual è il ricordo più bello della tua carriera? Dove giocherai quest’anno?

“Il ricordo più bello della mia carriera calcistica è, ovviamente, l’esordio con la maglia della nazionale. Per quel che concerne il beach soccer, invece, credo che i momenti più importanti siano stati la vittoria dello scudetto con il Napoli beach soccer (il più significativo della mia carriera), e la possibilità di giocare e segnare nella finale del mondiale. Non capita tutti i giorni di giocare una partita del genere, e ne sono stato davvero felice. Quest’anno non so ancora dove giocherò. Purtroppo sono reduce da un brutto infortunio al ginocchio. Mi sono operato tre mesi fa. Adesso sto recuperando, ma non so dirti nulla di preciso”.

Dalle giovanili del Napoli al Cervia di Ciccio Graziani. Che ricordi hai del Reality Show “Campioni il Sogno”? Sei rimasto in buoni rapporti con i tuoi ex compagni?

“Sono rimasto in buoni rapporti con Marco Pepe, Giuffrida e D’Innocenzo. A dire il vero, però, non ho un buon ricordo di quel reality, in quanto, all’epoca, prima di passare al Cervia, giocavo a Genova. Avevo 5 anni di contratto, stavo bene, e non so perché decisi di trasferirmi in Emilia Romagna. Credo che, dal punto di vista professionale, Campioni il Sogno non mi abbia lasciato niente. Dal punto di vista umano, invece, conservo dei buoni ricordi”.

E’ vero che, a breve, diventerai direttore tecnico di una scuola calcio di Castellamare di Stabia? Che progetti hai per il futuro? Parlaci delle tue ambizioni professionali.

“E’ un progetto davvero molto interessante. In realtà, si tratta di un’Academy cui parteciperemo io, Gennaro Iezzo, Alessandro Pacifico ed altre persone. Ci saranno due sedi: una a Castellamare e l’altra a Marigliano. Siamo molto fiduciosi. Si tratta di un progetto nuovo e speriamo che il messaggio venga recepito. Nella nostra Academy, allestiremo anche un corso d’inglese ed il dopo scuola per i bambini della nostra scuola calcio. Siamo convinti che il nostro programma possa andare a buon fine”.

Qual è la tua opinione in merito al calcio italiano ed alla Seria A? Secondo te il nostro è un calcio davvero malato?

“Se sia malato non lo so, però la Serie-A è sicuramente molto indietro rispetto al calcio inglese e, soprattutto, a quello spagnolo, anche se, a mio avviso, non difetta di qualità. Le squadre italiane, infatti, hanno degli ottimi giocatori. Purtroppo è il movimento che deve migliorare. Speriamo che la nuova nomina del Presidente Tavecchio possa cambiare qualcosa, anche se resto, in ogni caso, titubante. L’Italia è un Paese poco propenso ai mutamenti, però bisogna pensare che le cose possano migliorare”.

Secondo te qual è il miglior campionato al mondo?

“Purtroppo, oggi, la Serie-A stà affrontando nelle retrovie del calcio europeo. Va collocata a ridosso di campionati importanti come quello inglese, spagnolo e tedesco. Altri Paesi hanno investito su giovani e strutture. L’Italia, da questo punto di vista, ha ancora tanto da migliorare”.

Il tuo calciatore preferito?

“Credo che, attualmente, Messi sia il migliore al mondo. E’ un giocatore dotato di una classe superiore. Poi, mi piace molto David Silva del Manchester City”.

Che ne pensi di Conte C.T. della Nazionale?

“Penso che Antonio Conte sia un grande allenatore. L’ha dimostrato vincendo tre campionati di Serie-A consecutivi. Avrei preferito comunque Roberto Mancini, perché credo abbia una maggiore esperienza internazionale. Ha allenato squadre importanti in Europa, ottenendo degli ottimi risultati. Però, quella di Conte è, ad ogni modo, una scelta giusta. Spero possa costruire una buona nazionale per il prossimo Campionato Europeo”.

Chi vincerà il campionato di Serie-A quest’anno?

“Le due squadre favorite sono Roma e Juventus, finora le uniche vere regine del calciomercato. Ad oggi hanno fatto gli investimenti più importanti. Per quanto riguarda la mia squadra del cuore, il Napoli, attendo gli ultimi giorni. Sono fiducioso. Penso che la società acquisterà almeno un centrocampista tra Lucas Leiva e Sandro. E se dovesse partire Zapata, arriverebbe anche un altro attaccante. Mi aspetto almeno due/tre acquisti”.

Sei stato spesso ospite nel salotto di Barbara D’Urso. Il tuo, purtroppo, è un passato travagliato.

“Credo che mio padre, Diego Armando Maradona, abbia avuto una vita tribolata, caratterizzata da tante scelte errate. Però, ad oggi, io sono un ragazzo tranquillo. L’anno prossimo mi sposerò. Desidero costruire una famiglia felice e di diventare indipendente. Spero che il nostro legame, in futuro, possa migliorare. La speranza, ovviamente, è di riuscire ad avere dei rapporti più tranquilli con mio padre. Ma, in ogni caso, andrò avanti per la mia strada”.

Ti sposerai l’anno prossimo, giusto? Quindi le tue fan dovranno rassegnarsi?
“Nunzia è una ragazza stupenda. Con lei mi son trovato bene sin dal primo istante. E’ giusto fare questo passo. Non sono vecchio, però non sono nemmeno più giovanissimo”.

Le sfide della prima giornata di Serie-A

A breve, come detto, inizierà il torneo più atteso dagli italiani, il campionato di Serie-A Le prime della classe dell’anno scorso, scenderanno in campo negli anticipi di sabato 30 agosto, affrontando, rispettivamente, Chievo e Fiorentina. Di seguito vi proponiamo le date ed il programma della prima giornata del campionato di Serie-A 2014/2015.

  • Serie A: 30/08/2014 18,00 Chievo-Juventus
  • Serie A: 30/08/2014 20,45 Roma-Fiorentina
  • Serie A: 31/08/2014 18,00 Atalanta-Verona
  • Serie A: 31/08/2014 18,00 Milan-Lazio
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Cesena-Parma
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Genoa-Napoli
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Palermo-Sampdoria
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Sassuolo-Cagliari
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Torino-Inter
  • Serie A: 31/08/2014 20,45 Udinese-Empoli

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy