• Google+
  • Commenta
16 novembre 2015

Esame Avvocato 2015: tototracce e sentenze per le prove scritte

Master in Applicazioni in Scienze Forensi

News esame avvocato 2015 ad un mese dall’inizio, si torna a parlare di tototracce: ecco alcune sentenze per esercitarsi un vista delle prove scritte

Esame Avvocato 2015

Esame Avvocato 2015

Le tracce delle prove scritte saranno note solo il giorno in cui ci si misurerà con la redazione dei pareri dell’atto giudiziario per l’esame avvocato 2015.

Nel frattempo è possibile mettersi alla prova con le sentenze più recenti ed importanti del 2015, utili per esercitarsi al meglio in vista degli scritti dell’esame da avvocato 2015/2016.

Dal 15 dicembre le aspiranti toghe saranno chiamate a dimostrare le loro capacità e la loro preparazione attraverso le tre prove scritte dell’esame avvocato 2015.

Saranno tre giorni carichi di tensione e di fatica, e per esercitarsi ed evitare il più possibile di commettere errori, il consiglio migliore è quello di concentrarsi al massimo in questa ultima fase della propria preparazione.

Lo studio dei testi universitari può essere integrato anche con l’aggiornamento delle sentenze, come quelle della Corte Suprema di Cassazione, o attraverso un’analisi critica di cause e problematiche risolte nell’ultimo periodo.

Come da tradizione, è questa la fase delle tototracce dell’esame d’avvocato 2015, e molto spesso tra gli argomenti probabili ci sono alcune delle cause risolte nell’ultimo mese, alcune addirittura nei giorni precedenti alla prova. Vediamo alcune delle sentenze più importanti del 2015 ed altre che riportano vicende molto attuali che potrebbero essere oggetto delle prove scritte.

Esame avvocato 2015: le sentenze più recenti per il tototracce per le date di dicembre

Ottenere l’abilitazione per l’esercizio della professione forense è il sogno di molti aspiranti avvocati che, dopo numerosi anni di studio e sacrifici, arrivano all’appuntamento delle prove scritte piuttosto tesi e carichi di dubbi. Ricordiamo che dalle tracce esame avvocato anni precedenti è facile notare come spesso gli argomenti proposti non entrano nello specifico ma restano sul generico, e ciò potrebbe essere un’arma a doppio taglio per chi si accinge a redigere un parere o un atto giudiziario. E’ necessaria dunque un’elevata concentrazione durante lo svolgimento per non commettere errori.

A tal fine consigliamo di rivedere alcuni consigli su come superare le prove scritte, per evitare di commettere errori comuni che possono essere dettati anche da un momento di tensione e di stress.

Un aiuto, in vista delle prove scritte dell’esame forense, lo offrono sicuramente le sentenze che trattano alcuni degli argomenti probabili per le tracce delle prove scritte. Vediamone alcune che possono essere un ottimo spunto per riflettere s alcune delle questioni più attuali, come spesso è successo per le tracce svolte negli anni precedenti.

La sentenza n. 18213 del 17/09/2015 dichiara che le Sezioni Unite hanno affermato che, ai sensi dell’art. 13, comma 1, della l. n. 431 del 1998, in ipotesi di locazione ad uso abitativo registrata per un canone inferiore al reale, il contratto resta valido per il canone apparente, mentre l’accordo simulatorio relativo al maggior canone è affetto da nullità, insanabile dall’eventuale registrazione tardiva.

In merito alle continue novità che interessano il Lavoro, in vista delle prove scritte dell’esame avvocato 2015 segnaliamo la sentenza n. 21069 del 19/10/2015 afferma che i criteri per la determinazione dell’indennità in caso di trasformazione di contratto a tempo determinato, di cui all’art. 28 del d.lgs. 15 giugno 2015, n. 81, si applicano ai soli contratti di lavoro stipulati dalla data di entrata in vigore del detto d.lgs. (25 giugno 2015), così perdurando l’applicazione dell’art. 32 della l. n. 183 del 2010 in relazione ai giudizi pendenti aventi ad oggetto i contratti precedenti.

Le sentenze più importanti o probabili per il tototracce esame avvocato 2015

Altro probabile tema dell’esame per l’abilitazione della pratica forense è certamente la separazione tra coniugi. La Corte di Cassazione, Sezione 6 civile, con la sentenza n. 16859 ha affermato che l’inosservanza dell’obbligo di fedeltà coniugale rappresenta una violazione particolarmente grave, la quale costituisce, di regola, circostanza sufficiente a giustificare l’addebito della separazione al coniuge responsabile, sempreché non si constati, la mancanza di nesso causale tra infedeltà e crisi coniugale, tale che ne risulti la preesistenza di una crisi già irrimediabilmente in atto, in un contesto caratterizzato da una convivenza meramente formale.

Oppure ancora, per i candidati chiamati a sostenere l’esame avvocato 2015, segnaliamo anche la sentenza n. 16296 che afferma che il genitore ha sempre l’obbligo di procurarsi i mezzi di mantenimento dei figli, non assumendo alcun rilievo il fatto che stia ancora completando gli studi universitari. La Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di merito che aveva imposto al padre trentacinquenne di versare un contributo di mantenimento di 450 euro mensili in favore della figlia nata da una relazione ormai conclusa. Gli studi universitari, dunque, non possono costituire un alibi e, nel caso di specie, la mancanza di risorse economiche proprie dello studente per i giudici ben può essere sostituita dall’aiuto dei nonni o dal denaro ricavato dalla vendita di beni mobili e immobili di proprietà. (Il Sole 24 Ore, Guida al Diritto)


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy