• Google+
  • Commenta
3 giugno 2013

Commissioni Maturità 2013. On line elenchi commissioni esterne: commissari I e II prova maturità

Per circa 500.000 studenti italiani si avvicina il fatidico appuntamento con l’esame di maturità da sempre traguardo fondamentale nella vita di uno studente, un atto di passaggio che segna la fine di un’era e l’inizio di un nuovo cammino nella vita “vera”.

Ecco le date tanto attese degli esami di maturità 2013.

La seconda prova dell’esame di maturità, diversa per ogni indirizzo di studio, si terrà il 20 giugnoVogliamo offrire ai giovani studenti tutte le informazioni utili sulla maturità 2013

Una buona notizia per lo studente, una novità che verrà applicata a partire dall’esame di maturità 2013, è l’assegnazione di un determinato punteggio. Questo punteggio così detto “bonus” varia da 4 a 10 punti per coloro che conseguiranno un punteggio a partire da 80/100.

Un aspetto da non sottovalutare, soprattutto per chi ha deciso di iniziare una carriera universitaria, infatti, per alcuni test di ammissione universitari per poter accedere agli stessi test è necessario un punteggio alto, come per l’università di medicina.

È confermato l’utilizzo del “plico telematico” per l’invio alle scuole delle tracce per la prima e seconda prova scritta dell’esame di maturità.

Intanto il cerchio si è chiuso anche sulle commissioni. Ecco le commissioni esterne maturità 2013 online sul portale del Miur le commissioni esterne della maturità 2013.

Ma vediamo come sono strutturate e come funzionano le commissioni per l’esame di maturità. Le Commissioni degli esami sono miste, sono costituite per metà da commissari esterni e per metà da commissari interni della classe.

Il numero dei commissari – Il numero dei commissari nelle commissioni è di 6 al massimo, anche se in alcuni indirizzi di studio ne vengono assegnati soltanto 4.

Il Presidente – Il presidente delle commissioni è un membro esternoVengono nominati, per ogni due classi, un presidente unico e i commissari esterni comuni alle classi stesse. Ad ogni classe sono assegnati non più di trentacinque candidati.

Nomina delle Commissioni – Le commissioni per l’esame di maturità, vengono nominate dal Miur che nomina i commissari esterni per ciascun indirizzo, e dai consigli di classe che nominano i membri commissioni interne.

Competenze delle Commissioni – I membri delle commissioni interni ed esterni, possono interrogare in tutte le discipline per le quali hanno titolo di insegnamento. Il docente nominato nelle commissioni per la materia oggetto di seconda prova scritta non può essere designato per altra materia.

Ecco l’elenco competo delle materie della seconda prova scritta degli esami di maturità 2013:

  • Liceo Classico: Latino
  • Liceo Scientifico: Matematica
  • Liceo Linguistico: Lingua straniera
  • Liceo Pedagogico: Pedagogia
  • Liceo Artistico: Disegno geometrico, Prospettiva, Architettura
  • Licei artistici e Istituti d’arte: la materia di seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale (architettura, ceramica, mosaico, marmo, oreficeria ecc.) e si svolge in tre giorni.
  • Istituto Tecnico Commerciale: Economia Aziendale
  • Istituto Tecnico per il Turismo: Lingua straniera
  • Istituto Tecnico Geometri:Tecnologia delle costruzioni
  • Istituto Tecnico delle Industrie meccaniche: Macchine a fluido
  • Istituto Professionale dei Servizi Alberghieri e della Ristorazione: Alimenti e alimentazione
  • Istituto Professionale per i Servizi Sociali: Psicologia generale e applicata

Giorni intesi quelli degli studenti alle prese con lo studio le ripetizioni e preparazioni dei testi appunti e tesine. Ricordiamoci che per realizzare le tesine maturità 2013 occorre conoscere le mappe concettuali.

Come negli anni passati la seconda prova della maturità potrà essere svolta per questo non solo in aula ma anche nei laboratori degli istituti di appartenenza.

Ecco come arrivare preparati alla seconda prova della maturità. La seconda prova porta con sé il vantaggio di conoscere già da mesi le materie e quindi con uno studio sistematico, una buona ripetizione e i consigli dei propri docenti non dovrebbero esserci grosse difficoltà. Inoltre un ulteriore vantaggio è rappresentato dal fatto che alla seconda prova sono ammessi tutti gli strumenti necessari alla risoluzione dei quesiti e quindi vocabolari, calcolatrici, righe e così via.

La cosa importante quando ci si trova davanti il plico con la documentazione è mantenere la calma e leggere attentamente le tracce. Dopo aver capito con chiarezza ciò che la traccia richiede rispondere in maniera precisa senza divagare in modo da evitare di andare fuori argomento. Non fossilizzarsi, inoltre, su domande, quesiti o parti del testo che non sono chiare, è necessario proseguire per non perdere tempo prezioso e poi alla fine ritornare sulle parti lasciate in sospeso. Una volta terminato il lavoro bisogna rileggere con attenzione controllando che non ci siano errori di ortografia e poi ricopiare.

[adsense]

Non dimentichiamoci infine che per superare l’esame di maturità 2013 senza farsi cogliere dall’ansia, quello che serve è anche una buona dose di sicurezza, cosa che possiamo assicurarci a patto che si facciano una serie di considerazioni preliminari. Innanzitutto la preparazione e lo studio necessari per sostenere un esame.

Cerca Leggi e Scarica Gratis da qui Appunti e Tesine per la tua Maturità 2013

Google+
© Riproduzione Riservata