• Google+
  • Commenta
20 settembre 2013

Esami Avvocato. Come affrontare e superare gli esami avvocato orali: elenco ammessi 2013

Potersi fregiare del titolo di avvocato non è certo semplice. 5 anni di studio ed esami nella facoltà di giurisprudenza, la pratica, ancora studio e alla fine gli esami avvocato.

Cosa vuol dire arrivare alla fine di questo percorso lo sanno bene tutti i ragazzi che hanno superato le prove scritte degli esami avvocato e si preparano ad affrontare le prove orali degli esami avvocato 2013.

Cerchiamo di capire in cosa consiste la parte orale degli esami avvocato.

La prova orale degli esami avvocato si svolgerà a porte aperte, come in qualsiasi altro concorso o esame di stato, quindi attenzione a non farvi prendere dall’emozione. I tempi in cui si svolge la parte orale degli esami avvocato è orientativamente di quarantacinque minuti sempre che fili tutto liscio. Il punteggio di valutazione dell’orale degli esami avvocato si basa su 10 punti a materia, per un totale di 300 punti, di cui dispongono i commissari. Ogni candidato dopo aver sostenuto tutti gli step dell’orale degli esami avvocato dovrà totalizzare un minimo di 180 punti, quindi dovrà conseguire dei voti mai inferiori a 30 nelle varie materie oggetto di valutazione.

Informazioni da conoscere riguardo la fase orale degli esami avvocato

Andiamo adesso ad osservare più da vicino in cosa consiste l’orale e come si compone questa fase degli esami avvocato.

  • 1ª parte della fase orale degli esami avvocato: Illustrazione e confronto sugli elaborati scritti
    • La prima parte della fase orale degli esami avvocato consiste nella discussione delle prove scritte che, cuna volta corrette hanno consentito ai candidati di raggiungere la fase orale. Gli elaborati verranno discussi e analizzati, il candidato dovrà dare prova alla commissione di conoscere a pieno tutti gli argomenti e le materie che sono state citate nella prova scritta degli esami avvocato.
  • 2ª parte della fase orale degli esami avvocato: La discussione
    • Dopo aver dimostrato che l’esame scritto è tutta farina del proprio sacco e che il lavoro è stato fatto con cognizione di causa, si passa al cuore pulsante degli esami avvocato. il candidato dovrà sostenere con la commissione delle brevi discussioni su cinque materie a scelta, una delle quali dovrà essere obbligatoriamente diritto processuale. Di seguito un elenco delle materie che possono essere oggetto delle brevi discussioni:
    • diritto costituzionale
    • diritto civile
    • diritto commerciale
    • diritto del lavoro
    • diritto penale
    • diritto amministrativo
    • diritto tributario
    • diritto processuale civile
    • diritto processuale penale
    • diritto internazionale privato
    • diritto ecclesiastico
    • diritto comunitario
  • 3ª parte della fase orale degli esami avvocato: La dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e del codice deontologico dell’avvocato.
    • La terza parte della fase orale degli esami avvocato rappresenta la parte più semplice. La commissione ipotizza da parte del candidato una perfetta conoscenza del tema base per ogni aspirante avvocato. Tutti coloro che vogliono fregiarsi di questo titolo si presuppone sappiano a menadito i loro doveri e a cosa vanno incontro.

Per poter arrivare pronti e preparati alla fase orale degli esami avvocato abbiamo preparato per voi degli utili consigli e abbiamo sentito avvocati che hanno sostenuto l’esame e membri della commissione degli esami avvocato.

  • Scelta delle materie
    • Nella seconda parte della fase orale degli esami avvocato è opportuno scegliere di sostenere brevi discussioni sulle materie dove si sa di essere più preparati e pronti.
    • Cercate di puntare sulle materie che vi permetteranno di fare una bella figura con la commissione di valutazione, senza correre il rischio di dover strafare. La conoscenza perfetta di una materia, per quanto possa sembrare semplice, è molto meglio di una conoscenza frammentaria di una materia ritenuta difficile.
  • Scegliere i testi di studio
    • Il numero di testi creati appositamente per la fase orale degli esami avvocato è elevatissimo. Si va da semplici dispense che riassumono le nozioni base di ogni materie fino a veri e propri manuali che analizzano fin nel minimo dettaglio ogni aspetto delle materie oggetto di esame. Ogni candidato deve fare i conti con la propria preparazione iniziale e dovrà decidere se vale la pena di fare un semplice ripasso sulle dispense oppure c’è bisogno di uno studio molto più approfondito.
  • Come approcciarsi all’esame
    • E’ sempre conveniente assistere alle sedute della fase orale degli esami avvocato della propria commissione, in modo da potersi annotare le domande più ricorrenti e i punti deboli su cui spesso si cade. In ogni caso è opportuno preparare almeno un argomento che funga da “apertura” all’interrogazione, per il caso, non infrequente, in cui venga posta la classica “domanda a piacere”.
    • Altrettanto fondamentale è la rilettura dei propri elaborati , poiché l’esame dovrà aprirsi proprio con un breve commento su di essi: prepararsi, dunque, un discorso ovvero essere pronti a correggere in sede di esame orale eventuali errori o sviste consentiranno già di partire con il piede giusto e di fare un’ottima impressione sulla Commissione.
  • La determinazione con cui si affronta la prova e la fiducia in se stessi costituiscono elementi indispensabile per il superamento di qualunque esame.

Per tutti i candidati e futuri avvocati abbiamo raccolto la dichiarazione di Paola C., neo-avvocatessa che ha superato l’esame avvocato nel 2011/12 in Emilia Romagna, che ha voluto dare qualche consiglio a tutti quelli che stanno per affrontare la fase orale degli esami avvocato.

”Ho già superato l’esame di avvocato e mi è venuta voglia di darvi un consiglio che potrebbe essere quello di non stancarsi troppo. Il giorno dell’orale è obbligatorio essere in perfetta forma fisica e mentale…. Quindi niente nottate in bianco per lo studio e/o per il nervosismo…. Bisogna dormire tanto, mangiare a sufficienza (anche se la tensione tende a saziare o addirittura a nauseare… In questo caso consiglio cioccolata fondente, che è energetica, stimola il buon umore e non danneggia la linea!), fare un minimo di sport…. Ricordiamoci sempre che in un’ora ci giochiamo mesi di studio…. Sforziamoci di arrivarci nelle condizioni migliori! E anche… di presentarci alla Commissione in modo conveniente: quindi, mi raccomando… cerchiamo di vestirci in maniera appropriata…. In quel giorno dobbiamo superare un esame per l’abilitazione alla professione di avvocato e dobbiamo dimostrare di sapercela cavare in qualsiasi situazione”

Il consiglio di un esperto è sempre il migliore ecco perché riportiamo la dichiarazione di un commissario d’esame avvocato 2013, impegnato a valutare i candidati di Brescia.

”Durante l’Esame Avvocato ognuno dei candidati sta dimostrando alle commissione di essere preparato e di poter essere considerato degno di superare l’Esame Avvocato. Come tutti gli anni in cui si svolge l’esame, anche durante l’Esame Avvocato 2013 molti dei candidati non hanno superato la fase scritta dell’esame, questo non deve scoraggiare i candidati che stanno per affrontare la fase orale, ma tutto questo deve infondere in loro fiducia e sicurezza de se. Tutti i futuri avvocati hanno già superato uno degli ostacoli più grandi e non c’è nulla che possa impedirgli di raggiungere la promozione e il superamento dell’Esame Avvocato, naturalmente partendo dal presupposto che tutti i candidati che affronteranno la fase orale siano perfettamente preparati su tutte le materie d’esame. Questo è uno degli esami di abilitazione professionale più difficile che c’è e quindi solamente i migliori lo supereranno, ma niente paura con impegno, dedizione e tanto studio tutti possono farcela. Il consiglio che posso dare a tutti coloro che affronteranno la fase orale dell’Esame Avvocato 2013 è quello di studiare in maniera approfondita le materie a scelta, riguardate i vostri elaborati scritti e correggete gli eventuali errori, in modo da fare una sorta di auto correzione prima che sia la commissione d’esame a farvi notare gli errori che avete commesso. Il diritto è una materia che necessita di uno studio costante e approfondito, quindi non prendete mai sotto gamba l’esame. Sicurezza di sé e fiducia nelle proprie possibilità possono fare la differenza, in fondo, state dimostrando di essere capaci di affrontare qualsiasi difficoltà giuridica e di poter tenere testa a qualsiasi aula di tribunale.

Leggi e Scarica l’elenco degli ammessi alla fase orale Esame Avvocato 2013:

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy