• Google+
  • Commenta
16 dicembre 2016

Risultati esame avvocato 2016 prove scritte: indiscrezioni sugli ammessi

Risultati esame avvocato 2016
Risultati esame avvocato 2016

Risultati esame avvocato 2016

Ecco come conoscere i risultati esame avvocato 2016 prove scritte: indiscrezioni sulle date di quando usciranno gli esiti e sulle percentuali degli ammessi alle prove orali.

Le prove scritte dell’esame avvocato sono appena terminate. Il 13, 14 e 15 dicembre 2016 i candidati hanno dovuto sostenere il primo step del concorso di abilitazione alla professione forense. Migliaia di praticanti si sono dovuti cimentare alla redazione del parere civile, penale e dell’atto giudiziario. In tal ultimo caso avevano facoltà di scelta tra un atto in materia civile, penale o amministrativo.

L’iter per raggiungere l’agognato titolo di avvocato è ancora in salita. Nel caso di superamento degli scritti si dovrà affrontare la temibile prova orale. Il colloquio dinanzi ad una commissione composta da avvocati, professori universitari e magistrati si accompagna ad un carico di stress e tensione emotiva.

I candidati avvertono non solo il timore di fallire, ma anche quello di fare una pessima figura con colleghi che magari si incontrano giornalmente in Tribunale.

Quindi neppure il tempo di tirare un sospiro di sollievo che già ci si chiede quando usciranno i risultati esame avvocato 2016 relativamente alle prove scritte.

Ci sarà un abbinamento delle Corti d’Appello al fine di correggere i compiti. Sono 26 le Corti d’Appello incaricate della correzione. Il Ministero della Giustizia ha stabilito che la fase della correzione degli elaborati deve concludersi entro il 16 giugno 2017.

Di solito le quelle che correggono le Corti d’Appello con meno candidati pubblicano per prime. I risultati degli elaborati delle Corti d’Appello di Napoli, Milano, Roma, Bari, Palermo, Lecce vengono sempre pubblicate più tardi. Come pure quelli delle Corti d’appello di Salerno, Catanzaro, Torino, Firenze, Reggio Calabria, Catania. Ad essere pubblicati per primi sono gli esiti delle prove  delle Corti d’Appello con meno candidati. E’ il caso della Corte d’Appello di Ancona, Brindisi, Brescia, Bologna, Bari, Caltanissetta, Campobasso, Genova, L’Aquila. Come pure le Corti d’Appello di Perugia, Potenza, Trieste, Trento e Venezia.

Risultati esame avvocato 2016: come verrà assegnato il punteggio agli elaborati e data orali

Conclusasi la tre giorni dedicata alle prove scritte, inizia l’attesa per la pubblicazione degli esiti. I candidati iniziano ad interrogarsi sui risultati esame avvocato e sulla votazione che riceveranno gli elaborati. Lo scopo è ovviamente quello di raggiungere almeno la sufficienza per approdare al colloquio orale.

Di certo, giunti a casa confronteranno i compiti svolti con le soluzioni proposte sui vari siti e potranno valutare la bontà di quanto scritto. Ricordiamo che non esiste una soluzione univoca ai pareri da svolgere. L’importante è sostenere una tesi valida, suffragata da norme giuridiche ed argomentarla in maniera puntuale.

Quindi se pure la soluzione da voi prospettata non coincide con quelle con cui andate a confrontarvi, non disperate. I commissari potranno ritenere il vostro elaborato valido perchè ben strutturato ed argomentato. Attendete, quindi, fiduciosi i risultati esame avvocato 2016.

Il bando relativo al concorso di abilitazione pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 2 settembre 2016 disciplina le modalità di attribuzione della votazione. All’art. 6 stabilisce che la correzione deve essere collegiale. Ciascuno dei cinque commissari ha a disposizione 10 punti per ogni prova scritta. Il candidato supererà la priva scritta se raggiungerà la votazione complessiva di 90 punti. E’, tuttavia, necessario che in almeno due delle tre prove venga raggiunta una votazione non inferiore a 30 punti.

Quindi, emerge che se anche una delle prove fosse andata male, si potrà compensare con le altre due se sono state ben scritte.

Presumibilmente si dovrà attendere il mese di giugno per conoscere gli esiti. Nel frattempo è importante iniziare a prepararsi per il colloquio orale. Le materie interessate dal colloquio saranno cinque, oltre a dover dimostrare la conoscenza dell’ordinamenti forense e del codice deontologico degli avvocati.

Risultati esame avvocato 2016: percentuale di ammessi alle prove scritte

Uno dei crucci maggiori di chi si accinge a sostenere l’esame di abilitazione alla professione forense è l’alto numero di bocciati. Spulciando tra i risultati degli anni precedenti emerge con chiarezza che la percentuale di ammessi si aggira tra il 25 ed il 35 percento. Delle percentuali molto base se si considera l’alto numero di praticanti avvocato in Italia. Questo dato scoraggia i candidati. I risultati esame avvocato sono sensibili a molteplici fattori, tra cui la discrezionalità dei commissari nel giudizio. Tuttavia, un elaborato che presenta tutti i requisiti richiesti, ben argomentato e approfondito di certo non incorrerà in una bocciatura.

Le corti d’Appello più temute per la severità dei giudizi espressi negli scorsi anni sono Milano, Roma, Torino, Brescia e Caltanissetta. L’abbinamento ad una di queste Corti viene sempre accolta con preoccupazione dai candidati.

Nei prossimi giorni sarà possibile conoscere gli abbinamenti delle Corti d’Appello, così da scoprire dove verrà corretto l’elaborato svolto.


© Riproduzione Riservata