• Google+
  • Commenta
1 Luglio 2019

Elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018-2019: risultati

Elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018-2019
Elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018-2019

Elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018-2019

Percentuale ed elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018: risultati degli scritti per ogni corte d’appello in PDF aggiornato in tempo reale ecco quali sono le news ad oggi.

Pubblicati anche gli esiti dei candidati che hanno sostenuto l’esame avvocato 2019 a Trento.

I praticanti possono verificare l’ammissione all’orale nella propria area personale. Al momento non sono stati ancora pubblicati i nomi dei promossi. Non mancano novità sugli esiti esame avvocato 2018/2019. I nomi degli ammessi sono diffusi dalla corte di appello di appartenenza. Le ultime novità riguardano i risultati della corte di appello di Trento e Caltanissetta.

Si sono già conosciuti gli esiti invece per i candidati di Salerno, Catanzaro, Torino e Perugia. All’oggi so conoscono anche i nomi dei candidati ammessi a Bologna, Trieste, Brescia e Reggio Calabria.

Su questa pagina sarà possibile verificare l’elenco ammessi prove orali e gli aggiornamenti relativi anche ai risultati relativi alla corte di Ancona, Cagliari e Catania. Ancora non ci sono news per la Corte di Appello di Genova e L’Aquila e Lecce. Come pure all’oggi venerdì 28 giugno 2019 mancano novità relative agli aggiornamenti di Messina, Milano, Napoli, Potenza, Roma e Venezia. Seguiranno aggiornamenti sempre su questa pagina nel corso della giornata di oggi lunedì 1 luglio 2019.

La professione di avvocato è molto impegnativa, e bisogna dimostrare di avere molte qualità. L’avvocato deve essere molto organizzato nel suo lavoro, ed essere in grado di assimilare facilmente una grande quantità di informazioni perché la legge è vasta e talvolta complicata da interpretare. Chi desidera esercitare questa professione, è spinto dal desiderio di sostenere la legge.

Deve essere irreprensibile, motivo per cui l’etica e la deontologia sono al centro di questa professione. Il difensore deve essere affidabile e rispettare il segreto professionale nei confronti dei suoi clienti. Un avvocato è anche un bravo oratore, è eloquente e deve convincere il pubblico con argomentazioni valide e ragionamenti logici.

Elenco ammessi prove orali esame avvocato 2018: scarica aggiornamento risultati PDF

Aggiornamento ore 11:30 di lunedì 1 Luglio 2019:

I candidati che hanno superato le prove presso la Corte di Appello di Caltanissetta sono 100. Hanno sostenuto lo scritto 229 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 43,66%.

Si stanno lentamente conoscendo tutti i risultati esame avvocato 2018. Le ultime notizie riguardano la Corte di Appello di Trento dove hanno superato la prova scritta in 38, ovvero il 37,25% dei partecipanti. Le prove sono state corrette dalla Corte d’Appello di Perugia.  A sostenere l’esame scritto sono stati 102 aspiranti toghe ma solo il 37,25% è stato ammesso all’esame orale. I candidati ammessi alla prova orale dovranno aspettare la comunicazione della Corte d’Appello di Trento circa data e ora dell’esame.

La prova orale è pubblica e deve durare non meno di 45 e non più di 60 minuti per ciascun candidato. Lo svolgimento degli orali prevede inizialmente una succinta illustrazione delle prove scritte. La valutazione del candidato avviene al termine del colloquio in maniera distinta per ogni materia. Il segretario della commissione registra il punteggio del candidato per ogni materia, oltre che la valutazione numerica di ciascun commissario. Nel caso in cui non venga superato l’esame orale, la commissione è tenuta a motivare il suo giudizio negativo.

Risultati esami avvocato: cosa succede con l’abilitazione forense

Una delle qualità essenziali di un buon difensore è la vivacità della mente e la reattività di saper contrastare le argomentazioni del suo avversario, il pubblico ministero. Gli studenti che scelgono di intraprendere questa carriera non dovrebbero trascurare la dimensione educativa della professione legale. Dovranno consigliare i loro clienti, spiegare e motivare le scelte migliori e spesso convincerli. A volte interpreta il ruolo di mediatore o addirittura di psicologo.  Inoltre, l’avvocato può trovarsi di fronte a situazioni molto tese o anche molto difficili, deve mostrare di possedere un carattere forte.

In genere chi vince il concorso per diventare avvocato, inizia la professione come dipendente, come collaboratore di uno studio. Con l’esperienza e l’acquisizione di un portafoglio di clienti, sarà in grado di aprire un proprio studio. Ma ci vogliono anni di esperienza per arrivare a questo traguardo. Nel corso della sua carriera, chi sceglie questa professione è spesso tenuto a specializzarsi in un’area specifica (diritto penale, diritto civile, ad esempio).

Google+
© Riproduzione Riservata