• Google+
  • Commenta
28 Giugno 2019

Risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019: percentuali ammessi

Risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019
Risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019

Risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019

Ecco quali sono i risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019 per ogni Corte D’Appello fino ad oggi pubblicata: esiti e percentuali degli ammessi alle prove orali.

I nomi dei candidati ammessi all’orale dell’esame di avvocato 2019 sono stati pubblicati. In questi giorni è possibile recarsi già nella propria corte di appello di riferimento, e scorrere l’elenco ammessi prove orali per verificare la propria presenza tra i promossi.

Ottenere la sufficienza complessiva alle prove scritte è fondamentale per poter passare alla fase degli orali. In particolare vediamo che le ultime news ad oggi riguardano la corte di appello di Palermo, Bari, Campobasso e Firenze.

Si sono già conosciuti gli esiti invece per i candidati di Salerno, Catanzaro, Torino e Perugia. All’oggi so conoscono anche i nomi dei candidati ammessi a Bologna, Trieste, Brescia e Reggio Calabria.

Su questa pagina sarà possibile verificare gli aggiornamenti relativi anche ai risultati relativi alla corte di Ancona, Cagliari, Caltanissetta e Catania. Ancora non ci sono news per la Corte di Appello di Genova e L’Aquila e Lecce. Come pure all’oggi venerdì 28 giugno 2019 mancano novità relative agli aggiornamenti di Messina, Milano, Napoli, Potenza, Roma, Trento e Venezia.

Con il conseguimento dell’abilitazione, una volta superato il concorso, sarà possibile esercitare la professione di avvocato. Il suo ruolo è quello di difendere i suoi clienti, affermare i loro interessi e rappresentarli in tribunale. L’avvocato, che è il difensore, deve fornire ai suoi clienti una buona consulenza e redigere i documenti necessari per il trattamento delle questioni legali. I doveri dell’avvocato sono tutti diretti alla difesa degli interessi del suo cliente in un processo giudiziario.

Risultati esame avvocato 2018 al 28 giugno 2019: esiti e percentuali ammessi

Aggiornamento ore 12:30 di venerdì 28 giugno 2019:

Sono 344 i candidati che hanno superato le prove presso la Corte di Appello di Firenze. Dei 792 candidati che ha svolto gli esami, è ammessa una percentuale del 43,43%.

Venerdì 28 giugno 2019: la Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocati della Corte di Appello di Palermo ha fatto sapere che i candidati che hanno superato le prove scritte della sessione 2018 dell’esame di avvocato sono 494. Le prove scritte sono state sostenute da 1110 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 44,50%.

Presso la Corte di Appello di Bari sono 450 a passare l’esame. I compiti sono stati svolti da 914 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 49,23%. Estratta la lettera “C” per l’avvio delle prove orali.

Gli aspiranti avvocati che hanno superato lo scritto a Campobasso sono 85. Le tracce sono state svolte da 156 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 54,48%.

A diffondere i risultati dell’esame avvocato 2018 finora sono state le seguenti Corti di Appello: a Bologna sono 491 i nomi dell’elenco ammessi all’orale. Mentre i candidati che hanno superato l’esame scritto presso la Corte di Appello di Trieste sono 64. L’elenco con i nomi dei promossi di Catanzaro per l’esame di avvocatura 2018 è noto e sono 331 i promossi. Mentre a Brescia i candidati che sono stati promossi alle prove orali sono 191.

passato lo scritto a Perugia sono stati 165. La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha comunicato che hanno superato le prove scritte 156 candidati. Le altre news sono arrivate da Catanzaro dove passano lo scritto in 331. Anche la Corte d’Appello di Torino ha comunicato gli esiti delle prove scritte il 25 giugno. Sono stati ammessi all’orale 401 candidati per una percentuale pari al 48% dei partecipanti alle prove scritte.

News risultati esami abilitazione all’esercizio della professione forense

Presso le segreterie delle corti di appello sono indicati i risultati e i nomi degli ammessi all’esame orale. Gli esiti degli iscritti vengono indicati anche sui siti ufficiali delle corti di appello. On-line è già possibile quindi scoprire quali sono i nomi dei candidati che sono riusciti a superare con successo la redazione del parere di diritto civile, penale e l’atto giudiziario.

I candidati promossi adesso dovranno cimentarsi nella prova orale. Ma solamente dopo aver superato quest’altra fase, potranno esercitare la professione. Le due funzioni principali dell’avvocato sono rappresentare e difendere i suoi clienti. Ma è possibile identificare anche altre cinque missioni. Rappresentare i clienti davanti ai tribunali e parlare a nome dei suoi clienti in tribunale. Un legale ha il compito di difendere i suoi clienti. Per fare questo, deve preparare e scrivere atti ed accompagnare i suoi clienti davanti al giudice. Intervenire e sostenerli in tribunale. Un legale deve assistere i clienti nel loro processo decisionale. Negoziare con le altre parti coinvolte nel contenzioso. Scrivere gli atti necessari affinché la giustizia o il suo cliente arrivino alla risoluzione del conflitto.

Google+
© Riproduzione Riservata