• Google+
  • Commenta
27 Giugno 2018

Ammessi esame avvocato 2017: risultati prove scritte, elenco nomi

Ammessi esame avvocato 2017
Ammessi esame avvocato 2017

Ammessi esame avvocato 2017

Ultime news su esiti ed ammessi esame avvocato 2017-2018: risultati delle prove scritte ed elenco nomi dei candidati idonei per ogni corte d’appello a sostenere le prove orali.

Le ultime novità sui risultati esame avvocato al 27 giugno riguardano i candidati che hanno sostenuto l’esame a Campobasso. La Corte di appello di Campobasso ha pubblicato i nomi dei candidati ammessi all’orale. La segreteria Commissione Esami Avvocato ha fatto sapere che i candidati per “conoscere i voti riportati dovranno accedere all’area riservata sul sito dove hanno prodotto la domanda di partecipazione. Inserendo le proprie credenziali potranno quindi visualizzare l’esito delle prove scritte”. Inoltre la comunicazione indica che “il giorno 27 luglio 2018 alle 10.00 si svolgerà presso l’Aula di Corte di Appello, il pre appello a cui il candidato potrà partecipare previa istanza sulla medesima piattaforma di cui sopra, entro e non oltre il 13 luglio 2018”.

Ricordiamo che gli ammessi esame avvocato riceveranno successivamente allo svolgimento del pre appello, apposita comunicazione circa la data in cui dovranno sostenere l’esame. La lettera sorteggiata il 14 dicembre 2017 per la calendarizzazione degli orali è la “E”.

Ma non sono solamente queste le news che potrebbero riguardare gli esiti delle prove scritte. Infatti durante la giornata di oggi anche i candidati di Trieste potrebbero conoscere l’esito dei compiti svolti nei mesi scorsi. Secondo le ultime indiscrezioni, le Corte di Appello di Trieste renderà noti i nomi degli ammessi proprio durante la giornata di mercoledì 27 giugno 2018, esattamente dopo le 13,00. Tutti gli aggiornamenti saranno indicati in questo articolo durante le prossime ore. Ricordiamo che la corte di appello di Bologna, corretta da Palermo, tra oggi e domani provvederà agli abbinamenti busta/dati anagrafici, procedendo poi anche alla comunicazione degli esiti.

Intanto continua l’attesa per gli esiti di Trento, Caltanissetta, Perugia e Potenza. Ancora nessuna novità dalla Corte di appello di Messina, Lecce e Torino.

I candidati che hanno sostenuto l’esame scritto a dicembre 2017, stanno conoscendo in questi giorni gli aggiornamenti relativi alla corte di appello di appartenenza. I comunicati ufficiali arrivano direttamente dalle segreterie. Chi ha ottenuto la sufficienza ad almeno due delle prove scritte tra atto civile, atto di penale e atto giudiziario, adesso potrà procedere con lo studio della prova orale. Insieme ai nomi dei promossi all’orale, le commissioni indicano anche la lettera sorteggiata. Sarà proprio quest’ultima a determinare lo svolgimento degli orali. In pratica i candidati potranno presentarsi per sostenere il colloquio orale nella data che verrà stabilita in seguito al sorteggio della lettera. Questo è l’ultimo anno in cui si terrà il colloquio orale secondo le vecchie regole dell’esame di avvocato. I commissari sceglieranno liberamente  le domande e gli argomenti da approfondire durante il colloquio.

Vediamo quali sono le altre novità e gli aggiornamenti che riguardano gli ammessi esame avvocato 2017. Non in ultimo l’elenco ammessi della corte di appello di Roma.

Ammessi esame avvocato 2017: risultati prove scritte ed elenco nomi candidati idonei, PDF

Generalmente entro la fine di giugno la maggior parte delle Corti di appello pubblica i risultati relativi agli scritti dell’esame di avvocatura. Queste sono quindi giornate particolarmente intense per i candidati che hanno sostenuto l’esame per ottenere l’abilitazione alla pratica forense. Molti si recano nelle segreterie per sapere quali potrebbero essere le date entro cui conosceranno gli esiti ed i nomi ammessi esame avvocato 2018.

E le indiscrezioni confermano che dalle Corti di appello arrivano le comunicazioni ufficiali che anticipano la pubblicazione degli attesissimi risultati. Nel dettaglio vediamo che la corte di appello di Genova, corretta da L’Aquila, ha fatto sapere che i nomi degli ammessi esame avvocato 2017 saranno pubblicati entro la giornata di domani, giovedì 28 giugno.

Segnaliamo un’ulteriore novità per i candidati della corte di appello di Roma. Infatti è stata pubblicata una comunicazione sulle modalità prima appello che si svolgerà il 26 luglio 2018. I candidati che intendono sostenere l’esame orale al primo appello volontario, dovranno presentare domanda on-line. Dovranno accedere all’area riservata del programma informatico entro e non oltre il termine del 10 luglio ore 10.00. Chi non intende svolgere la prova orale al primo appello, sarà automaticamente inserito nel secondo appello. Ricordiamo che a Roma è stata estratta la lettera H. Il calendario degli orari sarà pubblicato entro il 20 luglio 2018.

L’esame orale consiste in un’interrogazione sulle cinque materie scelte dal candidato. Solitamente l’esame orale si svolge con un breve commento sullo svolgimento delle prove scritte. Seguono poi le domande dei commissari sulle cinque materie scelte dal candidato. L’esame si conclude con una disquisizione su una questione di deontologia forense.

Percentuali dei risultati degli ammessi esame avvocato 2017 ad oggi

Per il momento e quindi sono stati pubblicati i risultati esame avvocato 2018 di Roma, Milano e Brescia. Come pure sono noti i nomi dei candidati ammessi all’orale di Catanzaro, Firenze Bari e ormai anche Campobasso. A differenza degli altri anni però solamente alcune corti hanno pubblicato on-line i nomi di coloro i quali andranno a sostenere il colloquio con la commissione, come è successo per Campobasso e Roma. I file in PDF possono essere consultati da questa pagina al Link in alto.

La percentuale di ammissione quest’anno è in linea con quella degli anni precedenti: circa il 50% dei candidati ha superato la prova scritta e potrà quindi procedere alla seconda fase degli esami di avvocatura.

Chi non ha superato l’esame dovrà prepararsi alla sessione 2018/2019. Le regole cambiano e le novità che si prospettano, di fatti rendono l’esame più selettivo e difficile da superare. Chi supera la prova scritta, lo farà senza l’aiuto dei codici commentati. Il candidato poi dovrà obbligatoriamente sostenere l’esame orale preparandosi su diritto civile, diritto penale, diritto processuale civile e diritto processuale penale. Le due procedure non saranno quindi più alternative, ma dovranno essere studiate entrambe. Il candidato inoltre, a queste materie obbligatorie potrà sceglierne altri due liberamente. La scelta sarà tra diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto commerciale. Ma anche diritto comunitario, diritto internazionale privato, diritto tributario, diritto ecclesiastico, ordinamento giudiziario e penitenziario. I quesiti non saranno più a discrezione della commissione. Le domande saranno estratti da un database istituito presso il Ministero della Giustizia.

Google+
© Riproduzione Riservata