• Google+
  • Commenta
28 giugno 2018

Risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018: elenco ammessi

Risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018
Risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018

Risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018

Indiscrezioni dei risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018: elenco dei nomi ammessi alle prove orali in PDF aggiornato in tempo reale ed esiti dei compiti scritti per ogni corte d’appello.

Novità dalla Corte di appello di Napoli: stando ad indiscrezioni ritenute molto attendibili, su 4195 candidati all’accesso alla prova orale, sono stati ammessi solo 1407 praticanti avvocati, pari al 33.5% del totale. Milano avrebbe respinto 2788 praticanti.

Ulteriori news sui risultati esami avvocato arrivano per le aspiranti toghe di Caltanissetta: sono 55 i candidati che hanno superato le prove scritte della sessione 2017. E’ quanto si apprende dalla Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocati della Corte di Appello di Caltanissetta. Hanno sostenuto le prove scritte 215 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 25,58%. Sono stati pubblicati i risultati esame d’avvocatura della Corte di Appello di Perugia.

L’esito delle prove scritte è stato comunicato ai candidati direttamente nella loro area personale. Sono 125 i candidati che hanno superato le prove scritte della sessione 2017 dell’esame di avvocato. Hanno sostenuto le prove scritte 323 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 38,69%.  Ma questa non è l’unica novità relativa alla giornata di oggi giovedì 28 giugno 2018.

Infatti come anticipato negli aggiornamenti relativi alla giornata di ieri, anche i candidati che hanno sostenuto le prove scritte presso la corte di appello di Trieste, hanno potuto conoscere l’esito dei loro compiti.

Ricordiamo che i candidati  triestini hanno ricevuto via mail l’esito della propria prova. Chi desidera sostenere l’orale al primo appello, deve perfezionare l’iscrizione entro domenica 15 luglio ore 23.00.

Giovedì 19 luglio inizieranno gli orali. Nella stessa data la Corte di appello di Trieste comunicherà anche il calendario esami orali. Quest’ultimi si terranno dall’11 settembre al 9 novembre 2018. Sta per concludersi quindi una nuova settimana, ed a breve tutti i praticanti promossi potranno cimentarsi nello studio dell’orale per poter conseguire l’abilitazione alla pratica forense.

Quando escono i risultati esami avvocato 2017 e gli altri elenchi con i nomi degli ammessi all’orale? I candidati di L’Aquila, Lecce, Napoli, Palermo o Salerno sono in attesa di news dalle rispettive corti di appello. Questo è l’ultimo anno in cui l’esame di stato si terrà con le vecchie regole, che finora sono valse per lo scritto e l’orale. La riforma forense interesserà tutte le aspiranti toghe. Prevede l’abolizione dei codici commentati, ed ulteriori novità che riguarderanno il colloquio orale. L’esame sarà quindi più selettivo ed anche per questo motivo ottenere l’abilitazione alla pratica forense diventerà più complicato. Gli abbinamenti delle diverse corti di appello sono stati stabiliti a gennaio. Con un sistemi incrociato che garantisce l’imparzialità delle correzioni.

A distanza di diversi mesi, le commissioni sono pronte ad inviare i plichi contenenti le prove scritte corrette alle rispettive corti di appello di appartenenza. Una volta ricevuti i compiti corretti, le segreterie provvedono a comunicare l’elenco ammessi con i nomi dei candidati che hanno superato lo scritto.

Risultati esami avvocato 2017 al 28 giugno 2018: elenco nomi ammessi prove orali, PDF

Le ulteriori novità riguardano invece indiscrezioni sulle date in cui saranno noti i risultati esami avvocato 2017/2018. Nel dettaglio vediamo che le ultime comunicazioni interessano i candidati che hanno sostenuto le prove scritte a Palermo. La corte di appello palermitana fa sapere che proprio durante la giornata di oggi dovrebbero essere noti i nomi dei promossi all’orale.

Questa è una giornata particolarmente intensa perché, stando alle comunicazioni diffuse dalle segreterie delle Corti di Appello, anche i candidati di Genova potrebbero apprendere proprio giovedì 28 giugno ulteriori novità circa l’esito degli esami. Tra le novità da segnalare ci sono anche quelle che riguardano la Corte di Appello di Salerno. La segreteria salernitana fa sapere che si provvederà agli abbinamenti busta/dati anagrafici il giorno 29 giugno.

Manca quindi pochissimo, ed anche candidati di Potenza e Messina conosceranno l’esito della propria prova. Tra i più impazienti ci sono i candidati che hanno sostenuto esame avvocato 2017 a Napoli. A breve anche per i praticanti napoletani sarà possibile conoscere l’esito degli scritti. Per il momento, però, non sono giunte comunicazioni e indiscrezioni sulla data di pubblicazione dei risultati esami avvocato 2017-2018.

Su Controcampus.it è possibile seguire tutte le novità che riguardano la pubblicazione degli scritti. Indiscrezioni e notifiche verranno riportate in tempo reale per consentire a tutti i candidati di poter conoscere qual è l’esito del proprio compito. I voti per ciascuna prova scritta potranno essere visionati solamente recandosi presso le segreterie della corte di appello di appartenenza. I candidati che hanno ottenuto la sufficienza ad almeno due delle prove scritte, potranno sostenere gli orali. Sarà allora che prenderanno visione del compito. La prima parte del colloquio generalmente verte proprio sullo svolgimento delle tracce.

Indiscrezioni risultati esami avvocato 2017: percentuali ammessi orale

Al momento le indiscrezioni sugli esiti dell’esame avvocato 2017 indicano che, in linea con gli altri anni, le correzioni effettuate hanno promosso la metà dei candidati. Si tratta però di dati provvisori, in quanto la maggior parte delle corti di appello ha comunicato l’esito degli scritti per via telematica direttamente agli interessati. Via mail o nella propria area personale è stato comunicato l’esito della prova scritta. Non c’è stata quest’anno la consueta pubblicazione dell’elenco nomi ammessi.

Tutti coloro i quali non riescono a passare l’esame d’avvocatura, dovranno sostenere lo scritto a dicembre 2018. Saranno in atto allora le nuove regole della riforma forense. Chi invece è riuscito a superare l’esame di stato di avvocato, potrà procedere all’iscrizione presso l’albo professionale.

Ogni anno un elevato numero di candidati deve fare i conti con la delusione della bocciatura. È per questo che molto spesso si valutano strade alternative, come quella di sostenere l’esame d’avvocato all’estero. Un’alternativa che potrebbe aprire anche nuovi sbocchi professionali. Basta considerare che in Italia il numero di avvocati è in crescita ed è attualmente tra i più elevati d’Europa. Tra le proposte, vi è quella di frenare l’accesso alla pratica fin dall’iscrizione all’Università. Una possibile proposta prevede l’accesso libero a Giurisprudenza. Poi bisognerebbe stabilire una severa selezione per la specialistica. Uno sbarramento che deve valere per le professioni di avvocato, magistrato e notaio.

Google+
© Riproduzione Riservata