• Google+
  • Commenta
17 Luglio 2019

Risultati esami avvocato 2018-2019 oggi 17 luglio: elenco ammessi

Risultati esami avvocato 2018-2019 oggi 17 luglio
Risultati esami avvocato 2018-2019 oggi 17 luglio

Risultati esami avvocato 2018-2019 oggi 17 luglio

Ultimi risultati esami avvocato 2018-2019 a oggi 17 luglio: ecco quali sono i nomi dei candidati che hanno passato le prove scritte, elenco ammessi per ogni corte di appello in PDF.

Il mese di giugno è decisivo per i candidati in attesa di conoscere i risultati dell’esame avvocato 2019.

L’ammissione alla fase orale dipenderà dagli esiti delle prove scritte che le Corti d’Appello stanno pubblicando in questi giorni. I prossimi a conoscere l’elenco con i nomi degli ammessi all’orale e i risultati prove scritte esame avvocato 2018/2019 saranno i candidati di Roma e Milano.

Dopo le correzioni da parte della Corte di Appello di Milano, finalmente sono giunti anche i risultati dell’esame di avvocato 2018 di Roma. L’elenco con i nomi dei candidati che hanno superato le prove scritte e sono stati ammessi all’orale è però più breve rispetto a quelli degli ultimi anni.

Nella Capitale ci sono stati molti bocciati. Delusione quindi per una percentuale molto alta di compiti insufficienti. Manca ormai pochissimo e saranno noti i risultati di tutte le Corti di Appello. Ricordiamo che mancano ancora gli esiti dell’esame di avvocato di Potenza. Nelle prossime ore seguiranno tutti gli aggiornamenti sempre su questa pagina.

Risultati esami avvocato 2018-2019 oggi 17 luglio aggiornati a Roma : ammessi agli orali

Aggiornamento esiti esame avvocato di Milano:

Per la sessione 2018 dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Milano, a superare le prove scritte sono stat 1360. Dei 2913 candidati che si sono presentati a dicembre, solo una percentuale di ammessi pari al 46,68% accederà alla fase orale. Gli elaborati sono stati corretti dalla Corte di Appello di Napoli.

I candidati che hanno superato le prove scritte dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Roma sono 1048. Le prove scritte sono state sostenute da 2633 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 39,80%, risultato peggiore rispetto a quello della sessione precedente. Da una prima segnalazione, si apprende che la lettera estratta er l’orale è la X.

Nelle prossime ore potrebbero essere pubblicati anche gli esiti per i candidati della Corte di Appello di Milano e di Potenza.

Intanto ricordiamo che gli ultimi risultati esami avvocato sono arrivati da Napoli, dove hanno superato lo scritto in 1592. Le prove scritte sono state sostenute da 4041 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 39,39%. La lettera estratta per l’orale è la “E”. I candidati hanno ricevuto la relativa comunicazione nella propria area riservata.

Chi non ha superato lo scritto, attenderà quindi il prossimo bando per cercare nuovamente di ottenere l’abilitazione alla pratica forense. Questa professione affascina tutti gli amanti della giurisprudenza, e che hanno anche una vera e propria vocazione nei confronti di questa professione. Ecco perché sono così decisi nel volersi fare carico delle numerose difficoltà che comporta lo studio e l’esercizio di questa professione. E nonostante magari gli esiti negativi del concorso per diventare avvocato di quest’anno, Ritenteranno il prossimo nel cercare di ottenere l’ammissione alle prove scritte.

Prossimi esiti esame avvocato presso le Corti di Appello

L’esame orale mette in mostra altre capacità del candidato. Un avvocato deve avere carisma, saper mostrare empatia e grande freddezza, perché è coinvolto in cause legali e contenziosi che possono portare a conseguenze irrimediabii.

In attesa dei risultati esami avvocato 2018-2019 aggiornati con Milano e Potenza, Controcampus vuole ricordare alcuni consigli per diventare un buon avvocato.  Innanzitutto bisogna essere in grado di mostrare indipendenza e di non lasciarsi influenzare. Ciò al fine di evitare conflitti di interesse personale, e garantire la migliore difesa e il miglior consiglio al suo cliente.

Un buon avvocato deve essere discreto. E’ soggetto al segreto professionale e non deve tradire il rapporto di fiducia con il suo cliente. Deve costantemente migliorare le proprie capacità oratorie, per difendere il suoi e gli interessi del cliente. Deve essere convincente, porre le domande giuste ai testimoni. Convincere anche il cliente che è la persona che sarà in grado di rappresentarlo. Leggere ed anche prendere lezioni di recitazione potrebbe per alcuni rivelarsi vantaggioso!

Google+
© Riproduzione Riservata