• Google+
  • Commenta
2 Luglio 2019

Risultati esami avvocato 2018 al 2 luglio 2019: percentuali ammessi

Risultati ed esami avvocato e abilitazione
Risultati esami avvocato 2018 al 2 luglio 2019

Risultati esami avvocato 2018 al 2 luglio 2019

Ultime news risultati esami avvocato 2018 al 2 luglio 2019 di ogni corte d’appello: ecco quali sono i candidati ammessi alle prove orali 2019, esiti ed elenco nomi PDF.

Le ultime novità riguardano i risultati della corte di appello di Ancona e Catania. Su questa pagina sarà possibile verificare l’elenco ammessi prove orali e gli aggiornamenti relativi anche ai risultati relativi alla corte di Cagliari. Ancora non ci sono news per la Corte di Appello di Genova e L’Aquila e Lecce. Come pure mancano novità relative agli aggiornamenti di Messina, Milano, Napoli,Potenza,Roma e Venezia. Seguiranno aggiornamenti sempre su questa pagina nel corso della giornata di oggi martedì 2 luglio 2019.

Chi ha già scoperto di essere tra i promossi dai risultati esami avvocato, di certo avrà iniziato a prepararsi in vista dell’esame orale. Questo è infatti l’ultimo step per poter conseguire l’abilitazione.

E’ utile ricordare, quindi, a chi è ad un passo dall’esercizio della professione, che esistono delle antiche regole etiche di comportamento, valide ancora oggi e anche per altre professioni. Siamo all’inizio del XVIII secolo. Un brillante avvocato, Alfonso Maria Liguori aveva appena 20 anni ed era al culmine della sua carriera, non avendo mai perso una sola causa a Napoli.

Si era dedicato alla legge con disinteresse e ha vinto tutte le cause, perché ha difeso solo quelli che considerava giusti. Preoccupato per l’astuzia e le bugie con cui i suoi colleghi hanno sempre agito, e prima di abbandonare la sua carriera ed essere ordinato sacerdote, ha scritto un elenco di principi etici che valgono ancora oggi. Eccone alcuni di seguito, che possono tornare utili ai futuri legali.

Risultati esami avvocato 2018 al 2 luglio 2019: candidati ammessi, elenco nomi PDF

Aggiornamenti del 2 luglio 2019:

Presso la Corte di Appello di Catania sono stati in 436 i candidati che hanno superato le prove scritte. Delle 825 prove realizzate, ad essere risultate sufficienti sono state solo il 52,84% . Gli elaborati dei candidati sono stati corretti dalla Corte di Appello di Salerno.

Si sono già conosciuti gli esiti invece per i candidati di Salerno, Catanzaro, Torino e Perugia. All’oggi, martedì 2 luglio 2019, si conoscono anche i nomi dei candidati ammessi a Bologna, Trieste, Brescia e Reggio Calabria, Caltanissetta e Trento.

Adesso le ultime novità sui risultati esami avvocato riguardano gli ammessi ad Ancona. Sono 154 i candidati che hanno superato le prove scritte della sessione 2018 dell’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Ancona. A sostenere le prove scritte 374 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 41,17%. Gli elaborati sono stati corretti dalla Corte di Appello di L’Aquila.

Ai promossi, Controcampus ricorda alcune indicazioni etiche di Alfonso Maria Liguori, che di certo contribuiranno a rendere migliore l’operato dei futuri avvocati. Non accettare mai una causa ingiusta; una causa ingiusta è fatale per la tua coscienza. Non difendere una causa con mezzi illeciti. Non gravare sul cliente con spese superflue; altrimenti, l’avvocato è tenuto alla restituzione. L’avvocato deve difendere la causa del suo cliente con tutta l’attenzione che avrebbe messo nella difesa di una propria causa. È necessario studiare bene le parti di un processo, al fine di trarre gli argomenti che possono rendere più efficace la difesa della causa.

Prove orali esame avvocato 2018-2019: lettera estratta e consigli

Le corti di Appello in questi giorni pubblicano insieme ai nomi dei candidati che passano lo scritto, anche la lettera con cui si darà inizio alla fase orale. Dapprima sarà data la possibilità ai più preparati di sostenere l’orale in fase di pre appello. Durante il mese di luglio quindi si potrà sostenere il colloquio con la propria commissione esaminatrice.

Dopo la pausa di agosto, toccherà a tutti gli altri sostenere l’esame avvocato. In questo caso bisognerà attenersi alla data di appello stabilita dalla relativa corte d’appello di appartenenza. Solamente allora si potrà conseguire l’abilitazione per esercitare la professione. Ed ai futuri avvocati, Controcampus ricorda alcune regole etiche redatte da Alfonso Maria Liguri: la negligenza ed i ritardi dell’avvocato sono spesso pregiudizievoli per i clienti.

Un avvocato disonora se stesso accettando incarichi troppo grandi per le proprie competenze. Come pure se prevede che non avrà tempo per preparare una giusta difesa. Giustizia e probità sono i due compagni dell’avvocato: deve tenerli sempre a mente. Un avvocato che perde una causa per sua negligenza incorre nell’obbligo di riparare tutti i danni subiti dal suo cliente. In difesa di una causa, si deve essere veritieri, sinceri, rispettosi e ragionevoli. Le qualità richieste in un avvocato sono: scienza, diligenza, verità, fedeltà e giustizia.

Google+
© Riproduzione Riservata