• Google+
  • Commenta
28 novembre 2014

Parere Civile Esame Avvocato 2014: tracce e svolgimento parere civile

Possibili tracce esami avvocato 2015

Esame avvocato 2014-2015: le prove scritte si terranno nei giorni 16, 17 e 18 Dicembre 2014. Ecco i consigli sul parere civile esame avvocato 2014.

Parere civile esame avvocato

Parere civile esame avvocato

Per le prove orali, ovviamente, si dovrà attendere gli esiti degli scritti corretti dalle corti di appello

Ecco come si svolge l’esame avvocato!

Per molti aspiranti avvocati si avvicina il tanto atteso Esame di Avvocato, (esame di stato) per l’abilitazione alla professione forense. L’esame avvocato consiste in tre prove scritte ed una orale, dopo di che è possibile esercitare la professione a tutti gli effetti. Le prove dell’esame avvocato sono: il parere civile esame avvocato, il parere penale e l‘atto giudiziario.

Ma vediamo insieme in che cosa consiste l’esame avvocato, in particolare la prima prova scritta, ovvero il parere civile.

Insieme ai consigli su cui redigere al meglio il parere civile con i consigli di un avvocato, ecco anche qualche esempio di parere civile proposto nelle sessioni degli anni precedenti. Inoltre da qui puoi scaricare tracce e ssvolgimenti prove esame avvocato.

Parere civile esame avvocato 2014: come prepararsi, prove scritte e orale

L’esame avvocato ovvero l’esame di stato per l’abilitazione alla professione forense consente agli aspiranti avvocati di accedere alla professione e di poterla finalmente esercitare secondo quanto dispone il CNF (Consiglio Nazionale Forense). La prova scritta si divide in tre momenti diversi che prevedono la creazione di tre pareri: un parere motivato in materia civile, la redazione di un parere motivato in materia penale e, infine, la redazione di un atto giudiziario che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale, su un quesito proposto, in materia scelta dal candidato tra il diritto civile, il diritto penale e il diritto amministrativo.

Superate queste tre prove, si passa alla prova orale che, di solito, viene programmata dopo 6 mesi dallo svolgimento degli scritti. Il voto minimo è 30, il massimo è 45.

Superato lo scoglio esame avvocato, finalmente il candidato può effettuare l’iscrizione all’albo dell’Ordine degli Avvocati presso la propria regione di appartenenza.

Ma come si svolge la prova scritta, in particolare il parere civile esame avvocato 2014? Scopriamolo insieme.

Il parere civile esame avvocato 2014: come si scrive e da dove iniziare

La redazione del parere di diritto civile rappresenta la prima prova in ordine di tempo che il candidato deve affrontare; per questo il candidato, dopo un’attenta analisi dei fatti, deve preoccuparsi soprattutto di inquadrare correttamente gli istituti giuridici che si riferiscono al caso in esame, approfondendone aspetti ed effetti. L’approfondimento deve essere effettuato con riferimento alle finalità del parere, che sono quelle di fornire la soluzione di un problema pratico e non di fare una dissertazione teorica su un particolare istituto. Ovviamente, il tema riguarderà il diritto civile, dunque, l’insieme delle norme giuridiche che regolano i rapporti tra privati: contratti, obbligazioni, diritti reali delle persone e della famiglia, successioni a causa di morte, responsabilità civile. Di seguito una tabella di marcia da seguire per svolgere al meglio il parere civile esame avvocato.

Da dove iniziare a scrivere un parere civile. Per la redazione di un parere civile all’esame avvocato è necessario seguire dei semplici passi che certamente consentiranno al candidato di non fare passi falsi.

Ecco alcuni suggerimenti e come si redige un parere civile: di seguito le indicazioni:

  • Importanti per un buon parere civile sono chiarezza e logicità nell’esposizione;
  • Si deve essere in grado di dimostrare attraverso la redazione del parere una capacità concreta di soluzione di problemi giuridici nonché una buona conoscenza dei fondamenti teorici degli istituti giuridici proposti nel parere civile stesso;
  • Infine, è importante dimostrare la propria capacità di cogliere, se necessari, profili di interdisciplinarietà.

Ma Come si scrive un parere civile? Il dubbio dei candidati, spesso, riguarda il modo di indirizzare la propria soluzione, ossia scegliere se dimostrarsi favorevole o meno al cliente oppure porsi in maniera critica o imparziale.

  • Il candidato deve innanzitutto sapere che il parere civile non è un atto in cui vanno soltanto contestate le ragioni della controparte. Le tecniche di persuasione sono rilevanti solo ai fini della valutazione dell’ultima prova.
  • Il parere civile esame avvocato non è una rassegna degli orientamenti giurisdizionali esistenti di cui riportare solo la massima. Insomma, mettere uno di fianco all’altro i vari dicta (soprattutto se il candidato sta utilizzando un codice commentato) non farà fare certo bella figura.
  • Il parere civile esame avvocato deve essere una esposizione delle ragioni che stanno alle spalle degli orientamenti contrastanti, attraverso cui il candidato indica qual è la via migliore per la soluzione del problema. Tutto ciò può portare anche alla redazione di un parere civile in cui il cliente viene criticato, l’importante la soluzione sia retta da un ragionamento giuridico corretto e lineare.

Per avere maggiori chiarimenti abbiamo intervistato Luigi Pansini, membro dell’Associazione Nazionale Forense nonché ex membro di commissione per l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione forense.

Avv Luigi Pansini

Avvocato Pansini, lei è stato membro di commissione e conosce bene le dinamiche relative al parere civile dell’esame avvocato. Quali consigli si sente di dare ai candidati che stanno per affrontare le prove, in particolare quella civile?

Innanzitutto, i candidati devono tener presente che quasi sempre vengono proposte cause risolte nell’ultimo mese, alcune addirittura nei giorni precedenti alla prova. Spesso gli argomenti proposti non entrano nello specifico ma restano sul generico; può sembrare una facilitazione, in realtà può essere un’arma a doppio taglio in quanto, chi vuole strafare, rischia di scivolare.

Per fare ciò, e questo non vale solo per la redazione del parere civile, è fondamentale informarsi, leggere molto. Di fianco alla lettura e all’informazione consiglio di allenarsi a scrivere, evitare dunque la scrittura abbreviata, tipica di computer e cellulare, e riprendere in mano carta e penna.

Le indiscrezioni che stanno girando sul web riguardano ipotesi su quali potrebbero essere i possibili argomenti proposti per la redazione del parere civile. Fra quelli più gettonati la trascrizione del matrimonio contratto all’estero tra persone dello stesso sesso (tema molto attuale considerando anche la recentissima circolare del Ministero dell’Interno che impedisce tale trascrizione), il consenso informato al trattamento sanitario, la comunione legale ed annullamento degli atti compiuti da un solo coniuge, la tutela del consumatore, la vendita di aliud pro alio e, infine, la garanzia per vizi della cosa venduta e azione di risoluzione. Trova siano possibilità plausibili? Secondo lei cosa potrebbero proporre?

Non credo proprio. Direi una falsità se dicessi che una di queste sia plausibile, potrebbe essere proposto ai candidati qualunque altro argomento. Inoltre, i candidati devono essere pronti a qualsiasi cosa. Se giungessero alla conclusione che una fra queste indiscrezioni fosse plausibile, si concentrerebbero solo su quella e tralascerebbero il resto, rischiando di rimanere delusi il giorno della prova.

Chi è impegnato anche nelle scuole per le professioni legali, come me, non dà mai alcuna indicazione in merito, non solo perché non si conosce cosa sarà ma proprio per evitare si concentrino solo su un dato argomento.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy