• Google+
  • Commenta
8 Luglio 2019

Esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019: risultati e ammessi

Esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019
Esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019

Esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019

Ecco quali sono gli esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019: risultati e ammessi: risultati delle prove scritte ed elenco dei candidati ammessi alle prove orali 2019 in PDF.

Le ultime notizie sull’esame avvocato 2018/2019 confermano che l’elenco ammessi all’orale di molte Corti d’Appello, presenta medie generalmente dimimili a quelle degli anni precedenti.

La maggior parte dei candidati ha ricevuto comunicazione dell’esito delle prove scritte, e valutano quale data per il colloquio orale possa essere più vantaggiosa rispetto alla lettera estratta per gli orali.

Le ultime novità riguardano i risultati della corte di appello di Roma dove sono stati pubblicati i risultati con nomi degli ammessi. La Corte d’Appello di Roma ha comunicato gli esiti delle prove scritte. I candidati possono quindi visualizzare nella propria area riservata l’esito delle prove scritte.

Come pure non è escluso che la Segreteria pubblichi l’elenco nomi ammessi all’orale direttamente sulla bacheca prevista per gli esiti dei test. La lettera estratta per l’orale è la “X”. Su questa pagina sarà possibile verificare l’elenco ammessi prove orali e gli aggiornamenti relativi anche ai risultati relativi alla corte di Napoli e Milano, non appena disponibili.

Gli ultimi risultati sono stati diffusi dalle Corti di Appello di Venezia, Messina, Cagliari e Lecce. I candidati che hanno superato le prove a Lecce sono 302. A Messina  sono stati 194 ad ottenere la sufficienza, contro o 363 che si sono presentati per sostenere l’esame. I candidati di Cagliari hanno potuto verificare la loro ammissione: solo il 44,32% ce l’ha fatta. Mentre a Venezia saranno in 518 a sostenere la prova orale, contro i 1107 candidati che si erano iscritti.

Esiti esame avvocato 2018 a oggi 8 luglio 2019: risultati delle prove scritte ed elenco nomi

Aggiornamento di lunedì’ 8 luglio 2019 per i candidati ammessi a L’Aquila:

I candidati che hanno superato le prove scritte presso la Corte di Appello di L’Aquila sono 225.  Le prove scritte sono state sostenute da 446 candidati, con una percentuale di ammessi pari al 50,44%.

Anche quest’anno non sono mancate tensioni al concorso di avvocatura. E tra ansia e delusione, l’iter delle correzioni delle prove scritte sta giungendo a termine. Pochi mesi fa gli aspiranti avvocati hanno dovuto sostenere le tre prove che caratterizzano la prima fase di questa contestata selezione. Dopo lo svolgimento delle tracce, come prevede la procedura concorsuale, i compiti sono stati inviati ad un’altra Corte di Appello per evitare che ci possano essere raccomandazioni o possibili favoritismi. Da quel momento è iniziata l’attesa dei candidati perché le date risultati esame avvocato 2018/2019 non sono certe e variano per ciascuna sede in base ai tempi di correzione.

Come anticipato, le ultime novità riguardano i risultati della corte di appello di Roma. La Corte d’Appello di Roma ha comunicato gli esiti esame avvocato 2018 2019. I candidati possono quindi visualizzare nella propria area riservata l’esito delle prove scritte. La lettera estratta per l’orale è la “X”.

Restano in attesa i candidati di Napoli e Milano, le città cn il maggior numero di aspiranti toghe. E poi ci sono anche i candidati de L’Aquila, che nelle prossime ore conosceranno gli esiti delle proprie prove. Su questa pagina saranno indicate tutte le news relative all’esame di avvocatura per la giornata di lunedì 8 luglio 2019. Adesso si passa all’orale, una delle fasi più intense e tese per i futuri avvocati italiani.

Risultati esami avvocato 2019: ultimi aggiornamenti per Corte d’Appello

Già durante l’antichità c’era la figura dell’avvocato. In realtà è più corretto parlare di un oratore, che aveva il compito di difendere e convincere con tutti gli strumenti dell’arte del discorso e la teatralità. È quindi solo nel VI secolo che si forma la professione di avvocato con la creazione dell’ “Ordine degli Avvocati” dall’Imperatore romano d’Oriente, Giustiniano.

Oggi chi decide di praticare questa nobile professione, deve armarsi di grande forza di volontà e coraggio per completare un lungo percorso di studi ed ottenere l’abilitazione alla pratica forense. Per superare il concorso per diventare avvocato è necessario laurearsi in Giurisprudenza e fare pratica per almeno 18 mesi in uno studio legale. E’ richiesto un curriculum di 6 anni dopo il diploma di maturità.

La professione di avvocato richiede una competenza significativa, sia scritta che orale, che deve essere molto rigorosa. È richiesta una buona conoscenza della lingua italiana, una perfetta padronanza del linguaggio e uno studio approfondito della legge. E’ necessaria quindi una notevole organizzazione dello studio e del lavoro. I testi di leggi, i nuovi emendamenti e decreti normativi, nonché i cambiamenti della nostra società come il progresso tecnologico costringono a continui aggiornamenti. L’avvocato deve seguire continuamente e diligentemente tutte queste trasformazioni, per rimanere sempre aggiornato con l’attualità.

Google+
© Riproduzione Riservata