• Google+
  • Commenta
16 giugno 2014

Esami Avvocato 2014: risultati scritti esami avvocato 2013 e Ricorso  

Accordo per le scuole di specializzazione in medicina Unisa

Gli Esami Avvocato 2014 anche quest’anno giungono all’epilogo. Dopo la lunga attesa per conoscere i nomi degli ammessi agli orali, le Corti di Appello di ogni regione hanno quasi tutte completato il lavoro di correzione degli scritti e pubblicazione dei risultati esami avvocato 2013/2014

Leggi le news in tempo reale e i risultati esame avvocato 2014 a OGGI

Seppure a rilento, le Corti di Appello fanno pervenire i plichi contenenti i risultatati degli scritti esami avvocato 2013/2014, i nomi degli ammessi e le prove d’esame.

Ecco i risultati degli esami d’avvocato, con l’elenco dei nomi degli ammessi per ogni Corte d’Appello.

Leggi anche come fare gli orali all’esame d’avvocato e come proporre ricorso amministrativo in caso di ammissione con riserva o di non ammissione alle prove orali degli esami di avvocato.

In ordine di ultime pubblicazioni dei risultati esami avvocato 2014, conosciamo gli esiti dalla Corte di Appello di Campobasso, la cui correzione avveniva presso la Corte di Appello di Trento. La commissione trentina  conferma la sua avidità in fatto di ammessi agli orali: sono solo 43 i candidati che passano gli scritti agli esami avvocato 2014.

Anche la Corte di Appello di Brescia diffonde la lista dei nomi degli ammessi agli orali: circa il 37,74 % passa gli scritti corretti dalla Corte di Appello di Cagliari. Pubblicati dalla Corte di Appello di Pescara i risultati degli scritti esami avvocato ed elenco dei nomi ammessi alle prove orali: solo 424 candidati passano le prove. Termina finalmente l’attesa anche alla Corte di Appello di Salerno, dove sono 640 i candidati che, sottoposti dalla correzione della Corte di Appello di Catania, passano gli scritti.

A Firenze, corretta dalla Corte di Appello di Venezia, gli ammessi all’orale sono 675, a Trieste la percentuale di ammessi si attesta al 50,49%. La Corte di Appello di Trento diffonde i risultati con un 30,23% di promossi. Da poco pubblicati gli ammessi all’orale della Corte di Appello di Ancona e i risultati esame avvocato Corte di Appello di Messina. Da poche ore pubblicati dalla Corte d’Appello di Torino, i risultati esami avvocato 2013/2014, sono 773 gli ammessi.

Percentuali molto basse anche presso la Corte di Appello di Perugia i cui compiti sono stati corretti dalla Corte di Appello di Ancona: sono solo 120 i nomi dei promossi.

Resta trepidante l’attesa per le Corti di Appello di: Milano, Roma, Venezia, Bologna, Palermo, Lecce, Catania e Reggio Calabria. In attesa dei risultati esami avvocato 2013/2014 promessi nelle prossime ore dalle Corti di Appello, anche Messina, Sassari, Caltanissetta

Esami Avvocato 2014: indiscrezioni e opinioni, CNF e Non Ammessi

Come ogni anno, l’attesa non è valsa la gioia del risultato che si attesta su numeri bassi: circa 30.000 i praticanti che hanno sostenuto la prova scritta, meno della metà è stata ammessa all’orale.

Facciamo un giro nella varie Corti d’Appello e sedi di Tribunale per conoscer le indiscrezioni. 

E’ la quarta volta che sostengo le prove scritte degli esami avvocato” – dice Antonio, aspirante avvocato – “credo che questa professione non faccia per me, forse devo dedicarmi ad altro, forse a 35 anni devo ricominciare da 0 e iscrivermi ad un altro corso di laurea”.

“Eppure, non dovrei dirlo, ma i miei compiti erano identici a quelli del mio vicino a cui ho dato una mano, pensa lui quella mattina non voleva nemmeno venire a sostenere l’esame!” 

“E pensare” – continua  – “che il mio dominus – collega, una volta abilitato, mi avrebbe potuto riconoscere una qualche retribuzione, fino ad oggi mai vista.”

E’ questa in larga parte la situazione che emerge: delusione, abbattimento, rabbia, sconforto e soprattutto l’ingenerarsi di fenomeni illegittimi come quello del lavoro stage e praticantato sottomesso e sottopagato o per niente pagato.

Quale la causa di questa situazione? Dei giovani aspiranti avvocati poco preparati? Della eccessiva severità delle commissioni d’esame? O forse di un sistema già malato alla nascita?

Troppi avvocati in circolazione, sostiene il Cnf. Parliamo di 247.000 avvocati (tre volte la media europea).

Un sistema da modificare quello degli esami avvocato, e di certo non l’ha fatto l’ultima riforma dell’ordine forense che, come sostengono gli stessi praticanti, va a loro danno. Si pensi alla norma contenuta all’art. 6 del DPR 137/2012, rispetto alla quale “il certificato di compiuta pratica perde efficacia decorsi 5 anni senza che ne segua il superamento dell’esame di stato”. Decorso tale termine, il consiglio dell’ordine competente provvede alla cancellazione del soggetto dal registro praticanti. I diciotto mesi di pratica vanno rifatti ex novo.

Ma se è vero che è alto il numero degli avvocati in circolazione, ed elevato è il numero dei praticanti che cerca vie alternative per diventare avvocato, sostenendo gli esami all’estero, è ora che si intervenga seriamente sul sistema, curando il malato alla sua fonte ed origine.

Partiamo dal percorso di laurea in giurisprudenza. E’ già qui che si dovrebbe stabilire se un giovane studente di diritto  può diventare avvocato, o in alternativa deve percorrere un’altra strada nell’ambito giuridico. Non sarà di certo l’ultimo confronto tra CNF e Conferenza dei Presidi di giurisprudenza in materia del tirocinio forense, anticipato agli ultimi sei mesi di laureaa poter cambiare lo status quo delle cose.

Esami Avvocato 2014: esami orali e ricorso amministrativo

In attesa di una valida proposta risolutiva dal consiglio nazionale forense, è possibile sin da ora offrire qualche utile consiglio agli aspiranti avvocati, considerando come sempre l’intera categoria, e non solo in rappresentanza di una parte di questa, come qualcuno ha ben pensato di fare.

Ecco i consigli per chi ha superato gli scritti esami avvocato 2013/2014 su come sostenere le prove orali degli esami avvocato  che, ricordiamo, si articolano in due parti. La prima parte consiste nella discussione delle prove scritte. La seconda parte dell’esame forense consiste nel sostenere davanti alla commissione interna delle brevi discussioni su cinque materie a scelta del candidato.

Ecco i consigli per chi non ha superato gli scritti esami avvocato 2013/2014 su come fare un ricorso amministrativo. Sarà l’Avvocato Marco Ferrazzano a renderci edotti sulla materia.

L’avv. Ferrazzano, esperto in materia civilistica e ammnistrativa, collaboratore legale per Controcampus, più volte si è mosso a tutela dei giovani studenti, perorandone le cause nei casi di lesione dei diritti.

L’avv. Ferrazzano, prima di ogni cosa, consiglia di non arrendersi, ma di continuare a credere in se stessi. La prima regola del bravo legale è proprio questa: determinazione. La Giustizia esiste, e non c’è diritto che non possa essere fatto valere, la Giustizia riserva gli opportuni strumenti da far valere nelle adeguate sedi giudiziarie.

Cosa fare in caso di non ammissione prove orali esami avvocato

Cosa fare qualora non si passino gli scritti, pur certi di aver redatto i compiti in maniera corretta?

“Non vi è dubbio che uno dei momenti più difficili per chi si appresta a diventare Avvocato sia la prova scritta dell’esame di abilitazione per l’esercizio della professione forense.” – dice l’avv Ferrazzano –

“Sebbene sia forte la delusione nell’apprendere di non aver ottenuto l’agognata sufficienza necessaria per poter sostenere la prova orale”, – Continua – “sarà opportuno accantonare le frustrazioni e raccogliere tutte le informazioni necessarie per verificare la possibilità di ricorrere al Giudice amministrativo per far valere le proprie ragioni. Primaria importanza riveste l’analisi del/dei provvedimenti amministrativi onde vagliarne la legittimità sotto tutti i profili.”

Come proporre ricorso amministrativo se non si è ammessi agli esami avvocato parte orale?

“Con l’assistenza dell’avvocato, nei termini propri del processo amministrativo, si dovrà introdurre la domanda finalizzata ad ottenere, ove sussistano i giusti motivi, la revisione dell’elaborato svolto e, quindi, per vedere annullato il provvedimento negativo. Contestualmente sarà doveroso proporre istanza cautelare per ottenere l’autorizzazione ad espletare la prova orale nelle more della decisione e sempre che sussistano i requisiti essenziali (nel caso di specie se il periculum in mora appare pacifico, per la natura stessa dell’azione, non altrettanto potrà dirsi per il fumus boni iuris).” – Fa sapere L’avv. Marco Ferrazzano –

Quando è possibile proporre ricorso amministrativo se non si è ammessi agli esami avvocato parte orale?

“I motivi che possono giustificare e far ritenere fondato il ricorso sono vari e, chiaramente, non possono essere oggetto di disamina in questa sede”.

“La conoscenza delle norme regolanti la materia e delle interpretazioni fornite, negli anni, dalla ricca giurisprudenza; l’esame attento delle dispute sorte in ordine ai vari possibili vizi dell’atto sono certamente la base da cui partire con l’ausilio dell’esperto avvocato che, certamente, riuscirà a consigliare al meglio il futuro collega.” – Conclude l’Avv. Ferrazzano –

Risultato Esami Avvocato 2014: elenco nomi, ammessi e non ammessi

*I risultati sono in tempo reale, aggiornati sulla base delle pubblicazioni delle relative Corti d’Appello:

  • Risultati Esami Avvocato  Corte di Appello Potenza Elenco 1 – : ammessi 121
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Sassari ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Reggio Calabria ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Catania ammessi  percentuale 35,52% esiti dal 21/06
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Lecce ammessi
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Palermo ammessi percentuale 55,67
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Venezia percentuale ammessi 27,32% esiti dal 17/06
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Roma ammessi percentuale 25,72%
  • Risultati Esami Avvocato Corte di Appello Milano ammessi percentuale 44,12% esiti dal 20/06

© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy