Le novità di Controcampus

Le novità di Controcampus: istruzione, formazione e lavoro, tempo libero e attualità

Ecco le novità di Controcampus. Chiuso il primo semestre con un incremento delle visite del 150%, Controcampus conferma il suo successo sul web e sfida tutti gli indici di posizionamento. I perchè di tanto successo raccontati dal Direttore Mario Di Stasi "Il successo della webzine Controcampus è nell'ascolto, nel saper ascoltare: il lettore, il nostro staff e la continua interazione che esiste tra questi" Controcampus, anche per l'anno 2013, non abbandona un solo istante i suoi appassionati lettori.

CC

Rubrica della WebZine Controcampus

Rubrica della WebZine Controcampus : qui puoi trovare tutti gli editoriali della redazione


Editoriale CC

Editoriale CC

Rubrica della WebZine Controcampus Editoriale

Rubrica della WebZine Controcampus Editoriale: qui puoi trovare tutti gli editoriali della redazione

Alessio Bertoli

Intervista ad Alessio Bertoli: un artista che insegna e consiglia

Esclusiva intervista ad Alessio Bertoli: ecco chi è l'attore piemontese costantemente impegnato in spettacoli e rassegne teatrali

La strada della ricerca

Le nostre valigie erano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevamo molta strada da fare

Gli sprechi di Tiburtina F.S.

Ci sono grandi opere che non vedono mai la luce e quelle che vengono inaugurate in ritardo

Il sesso debole dell’istruzione italiana: maestri e professori in via di estinzione

In una Italia dove le battaglie e le rivendicazioni femminili in campo sociale e lavorativo sono all’ordine del giorno, dove ancora una volta fa cattivo esempio la politica che si è dovuta auto-imporre le quote rosa per poter permettere alle donne una carriera politica, fa specie parlare di zone d’ombra dove i “discriminati” sono  rappresentati dall’altro lato della mela

Valutare l’Università: occhio alla discriminazione!

Tutti i giorni in Italia politici, economisti, accademici, giuristi, politologi, sondaggisti, sociologi (chi vi pare) si svegliano e sanno che dovranno fare il consueto punto sulle sventure dell’università italiana: come si valuta e come non si valuta, cosa va e cosa non va, cos’è giusto e cosa non lo è

I milleuristi

I milleuristi: generazione da 1000 euro: ecco chi sono questi giovani

I milleuristi sono tutti i giovani laureati che, entrando nel mondo del lavoro, arrivano a guadagnare 1000 euro mensili

Sit-in e scontri nelle università saudite: è la rivolta delle studentesse

Arabia Saudita e dalla sconosciuta Abha, mancata per pochi chilometri al territorio yemenita, le studentesse dell’Università femminile Re Khaled di Abha sfilano in otto mila

Da Dalla ad Almalaurea: il suono della normalità

Poco tempo fa, in tempi non lontanissimi, un compianto Lucio Dalla scriveva “Penso a delusioni, a grandi imprese, a una thailandese

Il Tar chiama parentopoli al risarcimento: fino a 200 mila euro per la ricercatrice mancata

L’Ateneo di Bari dovrà risarcire dai 150 ai 200 mila euro alla dottoressa Rosanna Mallamaci

Roma: odissea nel trasporto

A Roma ancora una volta sono i trasporti pubblici a farla da protagonisti, come sempre in negativo

Controcampus, una risorsa per la comunicazione universitaria

Sono ormai più di dieci anni che Controcampus  si impegna a e lotta per l’informazione universitaria, affiancando l’istruzione e l’Università ma soprattutto gli studenti

La sottile “investigazione” delle HR: anche in Italia arriva l’e-recruitment

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sarebbero stati proprio gli amati/odiati social network a dominare il mercato del lavoro e che gli stessi, sarebbero divenuti “magicamente” materiale vivo nelle mani delle Human Resources! Eh sì, sembrerebbe proprio così! Non dovrebbe probabilmente sorprenderci questa nuova: in fondo… siamo nel 2012 e da sempre filo-americani! Forse siamo soltanto troppo abituati ad avere una visione della nostra adorata Italia come una realtà sociale spesso retrograda, quasi “antica”, a momenti semi-arcaica, il più delle volte bigotta

Capezzoli, sperma, avvisi di suicidio, foto “alcoliche”: Facebook dice NO!

È risaputo: Facebook ormai è diventato il luogo per eccellenza dove esternare se stessi

Italiani mammoni: ma i politici ci sono o ci fanno?

Il futuro ai giovani! Largo alle nuove generazioni! Una promessa, una speranza, un bluff

Istat certifica la crisi: niente lavoro per giovani e donne

Sanremo, Celentano e farfalle in primo piano in televisione e sui giornali, hanno di fatto un po’ spostato l’attenzione popolare italiana, facendo passare in secondo piano l’audizione del presidente Istat alla Camera in merito ai dati sull’occupazione , a vantaggio dell’audizione dei pseudo big sulla platea canora sanremese

Doggy style? Per il Miur è il nostro “Pecorino”

Il bando per una borsa di studio pubblicato dal Miur doveva riconoscere le eccellenze italiane eppure nella traduzione dall’italiano all’inglese è stato commesso un errore clamoroso

I giovani del Sud e il mondo del lavoro: un destino quasi ascritto

L’immatricolazione, gli esami, la corsa contro il tempo, una media soddisfacente e, infine, una bella discussione della tesi di laurea con “tanto di cappello” e magari anche una bella coroncina di foglie di alloro: perché oggi così ci piace, perché oggi il tocco ci soddisfa poco

TG e Speaker: intervista a Valentina De Caro

  Guardando un programma televisivo o telematico uno degli aspetti su cui troppo spesso la nostra attenzione latita a soffermarsi sono le voci dei famigerati speaker

Controcampus 2012: una mission per la leadership

Un nuovo portale, tante novità… la stessa vision Dal 2001, anno di esordio e di lancio del primo numero, Controcampus non ha mai smentito né tradito la sua fondamentale mission: essere “il” magazine leader nel settore dell’informazione giornalistica di stampo universitario

Il posto fisso è out? Ditelo alla Fornero

"Che monotonia il posto fisso tutta la vita!"

Work in the USA: ok il dato è giusto

    Con il freddo che sta attanagliando in questi giorni il nostro Paese, in aggiunta ai noti problemi italici come spread, disoccupazione giovanile e cassa integrazione, vien proprio voglia di fare i bagagli e partire lontano lontano con destinazione “andar via”, questo prima di metabolizzare l’impossibilità di muoversi via terra e via aerea proprio a causa del maltempo prima citato